Indirizzo: 20 Deans Yard, Londra
Sito: westminster-abbey.org
Ingresso: a pagamento

La maestosa Abbazia di Westminster (Westminster Abbey) è una chiesa proprietaria della monarchia britannica, uno dei luoghi di culto anglicano più importanti di tutta la città. La sua costruzione fu iniziata nell’undicesimo secolo da Edoardo il Confessore e nei secoli ha visto un gran numero di incoronazioni e funerali dei regnanti. L’Abbazia di Westminster è diventata anche una sorta di pantheon dove riposano i resti di cittadini illustri o dove vengono commemorati altri sepolti altrove.

Tra gli eventi storici di maggior rilievo, si ricorda: l’incoronazione di Guglielmo il Conquistatore, celebrata la notte di Natale del 1066 e prima incoronazione di un sovrano avenuta nell’abbazia; l’inizio della costruzione dell’attuale chiesa, voluta da Enrico III, nel 1245 e l’inzio della costruzione della Lady Chapel nel 1503, voluta da Enrico VII; in tempi più recenti, nel 1953, l’incoronazione della regina Elisabetta II; nel 1997 i funerali di Lady Diana, Principessa del Galles; nel 2011 il matrimonio di William e Kate, Duca e Duchessa di Cambridge.

Partendo dal transetto nord (North Transept), punto di partenza della visita all’Abbazia, si può trovare il cosiddetto Statesmen’s Aisle (Navata degli statisti) dove sono sepolti gli uomini politici come i primi ministri William Gladstone e William Pitt. Proseguendo in senso orario tra i maggiori punti di interesse si trovano la cappella Henry VII’s Chapel detta anche Lady Chapel (Cappella di Enrico VII o Cappella della Vergine), posizionata nell’abside dell’abbazia e decorata da sculture, fregi e statue di santi che custodiscono le tombe di Enrico VII e la regina Elizabetta di York. Sempre in quest’area si trovano le tombe di altri regnanti, come quella di Elisabetta I e sua sorella Maria I, Anna di Danimarca, Carlo II, Margaret Beaufort (madre di Enrico VII), e la Cappella della RAF (Royal Air Force). Nei pressi dell’altare, si trova il reliquiario di Edoardo il Confessore, cuore dell’edificio ma non aperto al pubblico, il Coro e l’Organo.

Giungiamo poi al Poets’ Corner (Angolo dei poeti), del quale parleremo più approfonditamente in seguito, e al transetto sud, dove si trova la Chapter House, in cui un tempo si riuniva la Camera dei Comuni, e la Pyx Chamber. Infine, nella navata centrale si trova la Tomba del Milite Ignoto.

Poets’ Corner

Nel transetto sud si trova l’Angolo dei poeti. Originariamente non era nato come luogo di sepoltura per gli scrittori, drammaturghi e poeti, ma iniziò ad esserlo con la sepoltura di Geoffrey Chaucer nel 1400 (poi traslato nell’attuale posizione nel 1566), qui sepolto perché viveva in una casa in affitto nel giardino adiacente all’abbazia ed era stato Sovrintendente ai lavori della Casa Reale, quindi non per la sua attività da letterato. A seguito poi della sepoltura di Edmund Spenser nel 1599, si è dato origine ad una tradizione che continua ancora oggi. Oltre alle tombe di poeti e scrittori illustri, ci sono delle targhe commemorative per le personalità che riposano altrove.


Tombe nel Poets’ Corner

  • Francis Beaumont
  • Robert Browning
  • Thomas Campbell
  • Henry Francis Cary
  • Geoffrey Chaucer
  • Abraham Cowley
  • Richard Cumberland
  • Sir William D’Avenant
  • Sir John Denham
  • Charles Dickens
  • Michael Drayton
  • John Dryden
  • John Gay
  • William Gifford
  • Samuel Johnson
  • Rudyard Kipling
  • Thomas Babington Macaulay
  • James Macpherson
  • John Masefield
  • Matthew Prior
  • Nicholas Rowe
  • Charles de St Denis
  • Richard Brinsley Sheridan
  • Edmund Spenser
  • Alfred Tennyson
  • Targhe commemorative nel Poets’ Corner
  • Richard Aldington
  • Christopher Anstey
  • Matthew Arnold
  • Sir Robert Atkyns
  • Wystan Hugh Auden
  • Jane Austen
  • Sir John Betjeman
  • Laurence Binyon
  • William Blake
  • Edmund Blunden
  • Anne, Charlotte and Emily Brontë
  • Rupert Brooke
  • Elizabeth Barrett Browning
  • Fanny Burney (Mme. D’Arblay)
  • Robert Burns
  • Samuel Butler
  • Lord Byron
  • Caedmon
  • Lewis Carroll (Charles L. Dodgson)
  • John Clare
  • Samuel Taylor Coleridge
  • George Eliot (Mary Ann Evans)
  • Thomas Stearn Eliot
  • Elizabeth Gaskell
  • Wilfred Gibson
  • Oliver Goldsmith
  • Adam Lindsay Gordon
  • Robert Graves
  • Thomas Gray
  • Julian Grenfell
  • Ivor Gurney
  • Robert Herrick
  • Gerard Manley Hopkins
  • A.E. Housman
  • Ted Hughes
  • Henry James
  • David Jones
  • John Keats
  • John Keble
  • David Herbert Lawrence
  • Edward Lear
  • C.S. Lewis
  • Henry Wadsworth Longfellow
  • Frederick W. Maitland
  • Christopher Marlowe
  • William Mason
  • Thomas May
  • John Milton
  • Robert Nichols
  • Wilfred Owen
  • John Philips
  • Alexander Pope
  • Herbert Read
  • Isaac Rosenberg
  • John Ruskin
  • Siegfried Sassoon
  • Sir Walter Scott
  • Thomas Shadwell
  • William Shakespeare
  • Granville Sharp
  • Percy Bysshe Shelley
  • Charles Sorley
  • Robert Southey
  • William Makepeace Thackeray
  • Dylan Thomas
  • Edward Thomas
  • James Thomson
  • Anthony Trollope
  • Oscar Wilde
  • William Wordsworth
  • Tombe in altre sezioni dell’Abbazia
  • Joseph Addison (sepolto nella Cappella di Enrico VII)
  • Sir Robert Ayton (sepolto nel deambulatorio)
  • Aphra Behn (sepolta nel chiostro est)
  • John Sheffield, Duca di Buckingham (sepolto nella Cappella di Enrico VII)
  • Margaret e William Cavendish, primo duca di Newcastle (sepolti nel transetto nord)
  • William Congreve (sepolto nella navata)
  • Wentworth Dillon (locazione sconosciuta, non c’è la targa)
  • Richard Hakluyt (locazione sconosciuta, non c’è la targa)
  • Thomas Hardy (tranne il cuore che è nel Dorset)
  • Sir Robert Howard (sepolto nella Cappella San Giovanni Battista)
  • Ben Jonson (sepolto nella navata)
  • Thomas Killigrew (non ci sono targhe)
  • William King (sepolto nel chiostro)
  • Edward Bulwer Lytton (sepolto nella Cappella St.Edmond)
  • Targhe commemorative in altre sezioni dell’Abbazia
  • Winston Churchill (targa nella navata)
  • Sir Noël Coward (targa nella navata a sud del coro)
  • George Herbert (targa nella cappella di St. George)
  • Charles Kingsley (busto nella cappella di St. George)
  • James Russell Lowell (targa nel vestibolo della Chapter House)

Thomas Hardy

Le sue ceneri sono sepolte nel Poets’ Corner, ma il suo cuore nel Dorset nel cimitero della chiesa di St. Michael a Stinsford, paese che si ritrova nelle sue opere col nome “Mellstock”. Era infatti il desiderio dello scrittore essere sepolto a Stinford, ma alla sua morte le autorità suggerirono di omaggiarlo nel Poets’ Corner. Così la seconda moglie di Hardy, Florence, decise di far interrare le ceneri scrittore nella cattedrale di Westminster, ma il cuore fu portato a Stinsford.

William Shakespeare

Nel Poets’ Corner si trova una statua a grandezza naturale realizzata da Peter Gaspar Scheemaker nel 1740 su iniziativa di alcuni eminenti personaggi dell’epoca (Richard Boyle III conte di Burlington, Richard Mead, Alexander Pope e Thomas Martin).
Sul piedistallo sono scolpiti i volti dei sovrani Enrico V, Elisabetta I e Riccardo III, e dal rotolo che il drammaturgo tiene nella mano sinistra si legge un’iscrizione tratta parzialmente dalla Tempesta: “The Cloud capt Tow’rs, / The Gorgeous Palaces, / The Solemn Temples, / The Great Globe itself, / Yea all which it Inherit, / Shall Dissolve; / And like the baseless / Fabrick of a Vision / Leave not a wreck behind”.
Questa statua ha fatto da modello all’esemplare realizzato da Giovanni Fontana nel 1874 e installato in Leicester Square.