c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl

Indirizzo: Calle del Prado 21, Madrid.

L'Ateneo Científico, Literario y Artístico de Madrid è una istituizione culturale privata fondata nel 1835, nel periodo di reggenza della regina Maria Cristina, da alcuni intellettuali (Ángel de Saavedra, Salustiano Olózaga, Ramón de Mesonero Romanos, Antonio Alcalá Galiano, Juan Manuel de los Ríos, Francisco Fabra e Francisco López Olavarrieta) che sostenevano le idee romantiche e liberali. Durante la Guerra Civile Spagnola l'Ateneo continuò ad essere aperto, preservando ilproprio patrimonio cultuale, per poi risorgere con il ritorno alla democrazia.

Tipiche dell'Ateneo sono le Tertulias, incontri regolari dove i membri si riuniscono per discutere di temi e condividere opinioni su vari argomenti, dalla letteratura alla politica. Spesso si svolgono nella stanza chiamata "Cacharrería", che si riferisce al rumore prodotto dalle accese discussioni e dibattiti.

Prima di stabilirsi in Calle del Prado, l'Ateneo ebbe sede in altri luoghi, tra cui Plaza del Ángel e Calle Carretas, fino all'edificio attuale progettato da Luis de Landecho e Enrique Fort Guyenet.

Tra i presidenti famosi, ci sono alcune figure legate al mondo letterario come Miguel de Unamuno e Antonio Alcalá Galiano. Il primo socio fu lo scrittore Mariano José de Larra e la fondazione dell'immensa e preziosa biblioteca si deve a Ramón de Mesonero Romanos. Tutti i premi Nobel spagnoli vi hanno fatto parte e anche molti membri delle Generazioni 1914, 1927 e 1998.

Sorge sulla Plaza de Santa Ana, nel luogo dove fino al 1849 si trovava "Teatro del Príncipe" (o "Corral del Príncipe"). I "Corral" erano teatri pubblici i cui spazi erano ricavati dai cortili interni degli edifici, in genere di confraternite che li affittavano alle compagnie teatrali. Il Corral del Príncipe (1583) era il secondo teatro stabile di questa tipologia, dopo il Corral de la Cruz (1579). Rimasero gli unici due teatri pubblici a Madrid fino a metà Settecento.
Qui vi furono rappresentate le opere di drammaturghi importanti come Lope de Vega, Calderón de la Barca, Tirso de Molina, Ruiz de Alarcón.

In epoca più recente sono state portate in scena opere di Leandro Fernández de Moratín, Duque de Rivas, José Echegaray, Miguel de Unamuno, Federico García Lorca, Duque Rafael Alberti, Jacinto Benavente, Benito Pérez Galdós, Antonio Buero Vallejo.

L'aspetto attuale risale al 1804, quando il teatro fu ricostruito secondo il progetto di Juan de Villanueva a seguito di un incendio che l'aveva danneggiato. La facciata neoclassica, così come i pilastri corinzi e i medaglioni con i busti di drammaturghi famosi furono aggiunti in seguito.

L'Universidad Complutense de Madrid è una delle più antiche università spagnole. Fu fondata come Studium Generale (termine che designava le prime università medievali) nel maggio 1293, ma solo nel 1499 venne elevata al titolo di Università da papa Alessandro VI, che la rinominò "Complutense" da "Complutum", il nome latino della città Alcalá de Henares, dove originariamente si trovava. Nel 1836 fu trasferita a Madrid per volere della regina Isabella II.

Qui vi hanno studiato numerosi personaggi illustri in tutti i campi di studio, dalle materie scientifiche a filosofia, storia e letteratura.
Limitandosi all'ambito letterario, durante i secoli questa univerisità è stata frequentata da numerosissimi intellettuali, tra cui i premi Nobel spagnoli per la letteratura Camilo José Cela, Jacinto Benavente, José Echegaray y Eizaguirre, Mario Vargas Llosa, Vicente Aleixandre, gli scrittori della "Generazione del '98" quali Antonio Machado, Pío Baroja e Miguel de Unamuno, l'umanista cinquecentesco Antonio de Nebrija, Lope de Vega, Francisco de Quevedo, i membri della "Generazione del '27" come Federico García Lorca, Dámaso Alonso, Francisco Ayala, Gerardo Diego, gli scrittori Ramiro Ledesma Ramos, Javier Marías, filosofi come José Ortega y Gasset, María Zambrano, Fernando Savater, Xavier Zubiri, Raimon Panikkar.

Vicente Aleixandre: Laurea in Diritto
Dámaso Alonso: Cattedra in Filologia Romanica
Francisco Ayala: Consegue il dottorato in Diritto
Pio Baroja: Consegue il dottorato in Medicina
Jacinto Benavente: Studia Diritto ma interrompe gli studi
Pedro Calderón de la Barca: Studia Logica e Retorica (all'epoca l'università si trovava ancora ad Alcalá)
Camilo José Cela: Si iscrive alla facoltà di Medicina, ma smette ed inizia a frequentare le lezioni di Arte
Gerardo Diego: Consegue il dottorato.
José Echegaray y Eizaguirre: Cattedra di Fisica matematica
Ramiro Ledesma Ramos: Si laurea nel 1930 alla Facoltà di Lettere e Filosofia, si iscrive senza terminare gli studi alla facoltà di Scienze.
Antonio Machado: Si immatricola nel 1900 alla Facoltà di Lettere e Filosofia ma non termina gli studi
Javier Marías: Cattedra in Teoria e Traduzione
Antonio de Nebrija: Cattedra in Retorica (all'epoca l'università si trovava ancora ad Alcalá)
José Ortega y Gasset: Consegue il dottorato in Filosofia
Fernando Savater: Docente di Filosofia
Francisco de Quevedo: Studia Teologia dal 1596 al 1600 (all'epoca l'università si trovava ancora ad Alcalá)
Mario Vargas Llosa: Consegue il dottorato in Filologia Romanica nel 1971
Miguel de Unamuno: Si laurea nel 1883 alla Facoltà di Lettere e Filosofia
Lope de Vega: Studia quattro anni senza conseguire alcun titolo (all'epoca l'università si trovava ancora ad Alcalá)
María Zambrano: Laurea in Filosofia e assistente per la cattedra di Metafisica
Xavier Zubiri: Laurea in Filosofia
Raimon Panikkar: Dottorato in Filosofia

Indirizzo: Avda de Séneca 2, Ciudad Universitaria, Madrid
Sito: http://www.ucm.es/

autori-correlati-75px luoghi-correlati-75px

 

Autori correlati

Juan Ruiz de Alarcón

Teatro Español

Chiesa di San Sebastiano


Vicente Aleixandre

Premio Nobel per la Letteratura nel 1977.

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid

Real Academia Española


Antonio Alcalá Galiano

Ateneo de Madrid


Dámaso Alonso

Real Academia Española

Università Complutense di Madrid


Francisco Ayala

Università Complutense di Madrid


Azorín

Real Academia Española


Arturo Barea

Ristorante Sobrino de Botín


Pío Baroja

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid

Real Academia Española

Statua

Realizzata nel 1979 dallo scultore Federico Coullaut-Valera Mendigutia, è stata inaugurata e posizionata nel Parco del Retiro il 17 marzo 1990.


Gustavo Adolfo Bécquer

Chiesa di San Sebastiano


Jacinto Benavente

Drammaturgo e premio Nobel per la letteratura nel 1922.

Teatro Español

Chiesa di San Sebastiano

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid

Real Academia Española


José Cadaiso

Chiesa di San Sebastiano


Camilo José Cela

Premio Nobel per la Letteratura nel 1989.

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid

Real Academia Española


Pedro Calderón de la Barca

Teatro Español

Statua in Plaza de Santa Ana

Realizzata 1878 da Joan Figueras Vila, è decorata con quattro rilievi tratti dalle sue opere.
Indirizzo: Plaza de Santa Ana, Madrid


Miguel de Cervantes


Ramón de la Cruz

Chiesa di San Sebastiano


Gerardo Diego

Università Complutense di Madrid


José Echegaray y Eizaguirre

Drammaturgo, primo premio Nobel spagnolo (1904).

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid

Teatro Español

Real Academia Española


José de Espronceda

Chiesa di San Sebastiano


Leandro Fernández de Moratín

Chiesa di San Sebastiano

Real Academia Española


Ernest Hemingway


Juan Ramón Jiménez

Premio Nobel per la Letteratura nel 1956.

Ateneo de Madrid


Antonio Machado

Università Complutense di Madrid

Real Academia Española


Mariano José de Larra

Ateneo de Madrid

Chiesa di San Sebastiano


Benito Pérez Galdós

Ristorante Sobrino de Botín


Federico García Lorca

Teatro Español

Statua in Plaza de Santa Ana

Realizzata da Julio López Hernández nel 1998, a cento anni dalla nascita del poeta.
Indirizzo: Plaza de Santa Ana, Madrid

Università Complutense di Madrid


Ramón Gómez de la Serna

Ristorante Sobrino de Botín


Ramiro Ledesma Ramos

Università Complutense di Madrid


Javier Marías

Università Complutense di Madrid


Pablo Neruda


Tirso de Molina

Teatro Español


José Ortega y Gasset

Università Complutense di Madrid


Ramón de Mesonero Romanos

Ateneo de Madrid


Fernando Savater

Università Complutense di Madrid


Sor Marcela de San Félix

Convento de las Trinitarias Descalzas

Figlia illegittima di Lope de Vega e dell'attirce Micaela de Luján, visse nel Convento de las Trinitarias Descalzas, nel quale scrisse numerose raccolte poetiche.
Questo luogo è noto anche perché fu il posto in cui fu seppellito Cervantes nel 1616, senza tuttavia conoscerne la posizione esatta.
Indirizzo: Calle Lope de Vega 18, Madrid


Miguel de Unamuno

Università Complutense di Madrid

Ateneo de Madrid


Mario Vargas Llosa

Premio Nobel per la Letteratura nel 2010.

Real Academia Española

Università Complutense di Madrid


Lope de Vega

Casa-Museo di Lope de Vega

Acquistata nel 1610 dal celebre scrittore dell'età d'oro spagnola, vi visse gli ultimi 25 anni della sua vita, fino al 1635. Divenne museo solo nel 1935 quando la Real Academia Española l'acquisto per adibirla a questo scopo. Nel frattempo i vari proprietari avevano ristrutturato la casa facendo scomparire la struttura originale. L'allestimento del museo ricostruisce le stanze come erano disposte al tempo dello scrittore, in particolare lo studio, l'oratorio e l'orto sul retro. Parte della mobilia era appartenuta veramente allo scrittore perché fu recuperata dal convento al quale era stata donata dalla figlia di Lope de Vega.
È obbligatorio prenotare in anticipo. Le visite guidate sono in spagnolo, inglese e francese.
Indirizzo: Calle de Cervantes 11, Madrid
sito Sito: http://www.casamuseolopedevega.org/es/
gratis Ingresso gratuito.
orario Orario: Aperto dal martedì alla domenica,  dalle10 alle 18. Chiuso il lunedì, dal 31 dicembre al 6 gennaio, il 1° maggio, il 9 novembre e il 24 e 25 dicembre.

Teatro Español

Chiesa di San Sebastiano

Luogo del funerale, tomba (seppur non se ne conosca la posizione esatta) e targa commemorativa


María Zambrano

Università Complutense di Madrid


Xavier Zubiri

Università Complutense di Madrid


Luoghi correlati

Ateneo de Madrid

Casa del Libro

L'edificio che ospita la Casa del Libro fu costruito dall'architetto José Yarnoz Larrosa nel 1920 per la Compañía Anónima de Librería Publicaciones y Ediciones (CALPE). Qui aveva sede anche l'ufficio del filosofo José Ortega y Gasset, che dirigeva la Revista de Occidente. Oggi "Casa del Libro" è anche una catena di librerie con oltre 40 negozi in tutta la Spagna.
Indirizzo: Gran Vía 29, Madrid.

Chiesa di San Sebastiano

Real Academia Española

Ristorante Sobrino de Botín

Teatro Español

Università Complutense di Madrid

 

autori-correlati-75px luoghi-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

Autori correlati

Edward Albee

Appartamento

L'autore di Chi ha paura di Virginia Woolf, visse in questo appartamento negli anni 1965-1968, che poi vendette a Jerry Herman, autore di Hello Dolly.
Indirizzo: 50 West 10th, New York City


Dante Alighieri

Statua commemorativa


Wystan Hugh Auden

Appartamento a Manhattan

Il poeta inglese arrivo negli Stati Uniti nel 1939. Dopo aver all'oggiato al George Washington Hotel sulla East 23rd Street e a Brooklyn Heights, si stabilì con il suo compagno Chester Kallman al secondo piano dell'edificio in St. Marks Place.
Indirizzo: 77 St. Marks Place, New York City


James Mattehew Barry

Statua di Peter Pan

La statua in bronzo di Peter Pan è stata creata da Charles Andrew Hafner nel 1928 originariamente destinata ad una fontana nella loggia del vecchio Paramount Theater a Times Square, poi installata nel 1975 nell'attuale posizione, a nord-est del Carl Schurz Park.
Nell'agosto 1999 la statua è stata oggetto di vandalismo: divelta dalla sua base, è stata ritrovata sul fondale dell'East River. La scultura è stata reinstallata, ma non sono mai stati rintracciati i colpevoli.
Indirizzo: Carl Schurz Park (lato nord-est), East End Ave. at 86th St., New York


William Burroughs

Appartamento 

Visse qui dal dicembre 1944, prima di trasferirsi nell'appartamento di Joan Adams nella West 115th Street. Qui iniziò un programma amatoriale di psicanalisi con Jack Kerouac e Allan Ginsberg.
Indirizzo: 360 West 108th Street, New York City fonte14x14

Appartamento

Nel 1945 visse in una stanza sopra il "Riordan's Bar" in 42 West 60th Street. Proprio mentre con Kerouac sedeva al bar, sentì la storia di un incendio nello zoo che finì con la frase "and the hippos were boiled in their tank" ("E gli ippopotami si sono lessati nelle loro vasche"). Questa frase divenne poi il titolo di una storia scritta assieme.
Indirizzo: 42 West 60th Street, New York City fonte14x14

Appartamento

Era un grande appartamento di mattoni gialli appartenente alla Cragsmoor Apartments. Intorno al Natale 1944 i novelli sposi Jack e Edie Kerouac, ritornati dal Michigan, si trasferirono nell'appartamento 51 con Joan Vollmer Adams. Dal marzo 1945 anche Allen Ginsberg andò a vivere nell'appartamento, condividendo una camera con Hal Chase, uno studente di antropologia. Fu nel 1946 che vi si trasferì anche Burroughs fino all'aprile dello stesso anno, quando fu arrestato per aver falsificato una prescrizione medica per ottenere narcotici.
Indirizzo: 419 West 115th St, New York City fonte14x14

Appartamento

Nel 1952 visse per un breve periodo in questo edificio, appartamento 16 terzo piano, con Allen Ginsberg, il quale visse qui dall'ottobre 1952 alla fine del 1953. Burroughs era appena ritornato dal Messico e Sud America dopo aver ucciso sua moglie Joan. Insieme con Ginsberg scrisse Queer e The Yage Letters, furono concepite le prime bozze di Pasto nudo (Naked Lunch) e i fili per il bucato nel cortile interno del palazzo ispirarono alcuni passaggi di Interzone. Burroughs lasciò l'appartamento nel 1953, diretto a Tangier (Marocco) e in Europa. Qui furono scattate alcune tra le più famose fotografie degli autori Beat.
Indirizzo: 206 E 7th St, New York City fonte14x14

"The Bunker"

Nel 1974, dopo anni trascorsi a Parigi e Londra, si trasferisce a Manhattan nel Lower East Side, in un appartamento che soprannominò "The Bunker", che precedentemente era stata una palestra dell'associazione YMCA, con tanto di armadietti e docce comuni. All'epoca però l'affitto era molto economico e vantaggioso.
Indirizzo: 222 Bowery, New York City


Truman Capote

Ultima casa in cui visse

Dopo la pubblicazione di A sangue freddo ("In Cold Blood"), Truman Capote si trasferì al 25esimo piano di questo edificio, un appartamento da 62.000&. Visse qui fino alla sua morte nel 1984.
Indirizzo: 870 United Nations Plaza, New York City


Noel Coward

L'ultima residenza a Manhattan

Indirizzo: 404 East 55th Street, New York City


Johann Wolfgang von Goethe

Statua commemorativa


Tony Kushner

Angels in America, scena ambientata in Central Park


Jerome David Salinger


Walter Scott


Gertrude Stein

Statua commemorativa

Gertrude Stein aveva posato per Jo Davidson nel suo studio temporaneo di Parigi nel 1920 e la statua fu realizzata tre anni dopo e conservato oggi nel  Whitney Museum of American Art. La scultura presente oggi nel Bryant Park, inaugurata il 5 novembre 1992, è una delle dieci repliche in bronzo esistenti ed è stata donata alla città da Dr. Maury Leibowitz, presidente della Knoedler-Modarco Galleries.
Indirizzo: Bryant Park (lato sud),  tra 40th e 42nd Streets e tra Fifth e Sixth Avenues, New York City


Mark Twain

Targa commemorativa sulla residenza di Mark Twain

Mark Twain visse in questo appartamento dal 1900 al 1901. Secondo una leggenda newyorkese il fantasma dello scrittore che si aggira ancora nel palazzo.
La targa recita: "In this house once lived / Mark Twain / (Samuel Langhorne Clemens) / Author of the / beloved American classic / "The Adventures of / Tom Sawyer".
Indirizzo: 14 West 10th, New York City


Luoghi correlati

Central Park


Leggere prima di partire per... New York

Narrativa

J.D. Salinger, Il giovane Holden
Francis Scott Fitzgerald, Il grande Gatsby

 

Itinerari e articoli sul blog

Girovagando per New York con Holden Caulfield

Una "literary walk" per Central Park

 

Higuchi Ichiyō (1872-1896), grande scrittrice del periodo Meiji, nacque nell'attuale zona di Hibiya (Uchisaiwaichō, Chiyoda-ku), ma si trasferì nel 1893 in Ryusenji-machi, zona di Shitaya. I romanzi di Higuchi Ichiyō, soprattutto la sua opera più famosa Takekurabe (“Gara d'altezza”, 1895-96), sono ambientati in questa zona di Tōkyō.

Breve biografia

Higuchi Ichiyō, pseudonimo di Natsuko Higuchi, è figlia di un contadino arricchito che acquisisce il titolo di samurai. A 11 anni le viene imposto di abbandonare gli studi, non per scarsa capacità, ma perché la cultura non era una qualità apprezzata in una donna. La sua famiglia vive in condizioni agiate ma, dopo la morte del padre e del fratello, la situazione precipita e Ichiyō si ritrova in gravi difficoltà economiche. Ciononostante non rinuncia alla carriera letteraria. Frequenta una scuola privata di tanka (poesia breve giapponese), studiando i testi classici che influenzeranno la sua prosa.
A 20 anni pubblica la sua prima opera e adotta lo pseudonimo con il quale diverrà famosa. La sua prima storia breve si intitola Yamizakura e si ispirerà all'amore non corrisposto verso l'amico e scrittore Nakarai Tōsui, di cui parla anche nel suo diario autobiografico.
Da qui scrive una serie di opere tra cui Wakarejimo, Ōtsugomori (大つごもり), Jūsanya (“La tredicesima notte”, 十三夜), Nigorie (にごりえ), ma la sua opera più importante è considerata Takekurabe (“Gara d'altezza”, たけくらべ) uscita a puntate sulla rivista Bungakkai negli anni 1895-96.
Higuchi Ichiyō muore all'età di 24 anni, all'apice della fama e carriera, proprio quando molti grandi intellettuali dell'epoca avevano riconosciuto il suo valore.

Opere

Takekurabe

Takekurabe parla di Midori, una ragazza di quattordici anni che vive nella zona di Ryusenji-machi, a pochi passi dal quartiere di piacere Yoshiwara. La sua spensierata adolescenza viene sconvolta quando apprende che l'educazione elevata che le viene impartita è soltanto in funzione della sua futura professione quale prostituta d'alto bordo. Nel frattempo nutre ricambiata un grande affetto per Shinnyo, figlio di un monaco che già lo ha destinato alla carriera ecclesiastica. Ma per un'accusa infondata da parte di una banda di teppisti di quartiere, Midori sviluppa un sentimento di odio e rabbia nei confronti di Shinnyo. A causa dell'orgoglio da parte di entrambi, i due ragazzi non si riavvicineranno più: entrati nel mondo degli adulti faranno parte di due realtà completamente diverse. Il narciso di carta lasciato da Shinnyo il giorno prima di iniziare la carriera ecclesiastica di fronte alla porta di Midori rappresenterà l'ultimo delicato saluto tra i due ragazzi che ormai abbandonano il mondo felice e spensierato dell'adolescenza.

 

I luoghi di Higuchi Ichiyō

 

Japan Tokyo

L'itinerario dedicato a Higuchi Ichiyō si snoda nel quartiere Taito-ku, fatta eccezione per il cimitero dov'è sepolta la scrittrice, nel quartiere Toshima-ku.

Ichiyō Memorial Museum 一葉記念館

L'Ichiyō Memorial Museum è stato riaperto nel 2006. nonostante la struttura esterna abbia un design moderno, il primo piano è fatto di legno scuro come gli edifici tradizionali. Inoltre l'interno è tutto arredato con il legno, che ricrea la calda atmosfera delle case antiche. Al suo interno si trovano una serie di oggetti legati alla scrittrice, tra cui manoscritti, foto commemorative, lettere e infine modelli che riproducono scene tratte dalle sue opere.
Di fronte al museo sono posizionate due stele: una dedicata all'opera Takekurabe con due poesie di Nobutsuna Sasaki, l'altra con un elogio a Ichiyō scritto da Kikuchi Kan.
Indirizzo: 3-18-4, Ryusen, Taito-ku, Tokyo (東京都台東区竜泉3丁目18番4号)
Come arrivare: 10 minuti a piedi dalla stazione metropolitana di Minowa (Hibiya Line)
a-pagamento Ingresso a pagamento (300 yen)  
orario Orari di apertura: dalle 9:00 alle 16:30. Chiuso il lunedì (anche il martedì, se una festa nazionale cade di lunedì) e dal 29 dicembre al 3 gennaio.  
sitoSito: http://www.taitocity.net/taito/ichiyo

Senzoku inari jinja 千束稲荷神社

Tempio citato nel secondo capitolo di Takekurabe. Dentro il tempio è posto un busto di Higuchi Ichiyō.
Indirizzo: 2-19-3, Ryūsen, Taitō-ku, Tokyo (台東区竜泉2-19-3)

Otori Shrine 鷲神社

Tempio citato nel primo capitolo di Takekurabe. È famoso per il matsuri Tori no Ichi, che si tiene 2-3 volte l'anno nel mese di novembre. Nei pressi del tempio si trova la stele “Tamazusa-no Hi” con parte di una lettera scritta da Ichiyō al suo amico e scrittore Nakarai Tosui.
Indirizzo: 3-18-7, Senzoku, Taitō-ku, Tokyo (台東区千束3-18-7)

Stele nel luogo in cui Higuchi ha vissuto gli ultimi anni della sua vita

Qui ha vissuto dal 1894 e ha scritto Ōtsugomori (大つごもり), Nigorie (にごりえ) e Takekurabe (“Gara d'altezza”, たけくらべ).
Indirizzo: 1-17, Nishikata, Bunkyō-ku, Tokyo (文京区西片1-17)

 

I luoghi di Oscar Wilde

Ireland Dublino

Targa commemorativa sulla casa natale 

La targa recita in irlandese: "Poet Dramatist Wit Oscar Wilde Do rugadh sa teach seo 16-10-1854".
Indirizzo: 21 Westland Row, Dublino

Targa commemorativa sull'edificio dove visse dal 1855 al 1878

La targa recita: "Oscar Wilde 1854-1900 Poet, dramatist, wit lived here 1855-1878".
La casa di Oscar Wilde è stata acquisita nel 1994 dall'American College Dublin. Le stanze al primo piano sono state restaurate con mobili che richiamano l'originario stile georgiano. È possibile visitare lo studio e l'ambulatorio di Sir William Wilde, padre di Oscar, e il salotto e la sala da pranzo della madre.
L'accesso è possibile solo per gruppi di minimo 25 persone previa prenotazione.
Indirizzo: 1 Merrion Square, Dublino
mappa 

 

Oscar Wilde Memorial 

Scolpita da Danny Osborne e inaugurata il 28 ottobre 1997, è posizionata proprio nel parco di fronte a quella che fu la residenza di Oscar Wilde per 23 anni, dal 1855 al 1878. È realizzata con materiali provenienti da vari paesi: il masso di quarzo sul quale poggia dalla contea Wicklow, la giacca verde è realizzata con la nefrite proveniente dal Canada, le rifiniture rosa con la thulite della Norvegia, le scarpe e i calzini con il granito nero dell'India, i pantaloni con il granito della Norvegia, la testa e le mani con la giada bianca del Messico. Una particolarità: la statua "indossa" la cravatta dei laureati al Trinity College, dove appunto Wilde aveva studiato. 
Se guardato dal lato destro, il volto mostra un mezzo sorriso e un'espressione arguta, mentre se guardato dal lato sinistro appare triste: le due facce potrebbero rappresentare la vicenda autobiografica dello scrittore, fatta di momenti di notorietà e consenso, seguiti poi dai drammatici momenti del processo e dalla condanna.

Di fronte alla statua si trovano altre due sculture in bronzo sempre realizzate da Danny Osborne nel 1997. Il busto di donna rappresenta Constance Wilde, moglie dello scrittore, raffigurata nell'aspetto che aveva nel 1885, quando era incinta di 5 mesi del primo figlio, Cyril. L'espressione triste forse vuole esprimere disappunto nei confronti del marito che poco dopo darà inizio alla relazione con l'amico Robbie Ross.
La seconda statua rappresenta il busto di Dioniso, dio greco del vino e dell'estasi, che potrebbe essere associato alla filosofia dell'Estetismo di cui Wilde fu un massimo esponente.
I pilastri che reggono le statue sono accompagnati da citazioni e aforismi dell'autore.

Indirizzo: Merrion Square North, Dublino
mappa

Trinity College

St. Patrick Park, Literary Parade

Dublin Writers Museum

 

United Kingdom Enniskillen, Irlanda del Nord

Targa commemorativa alla Portora Royal School

Oscar Wilde ha frequentato questa scuola nella contea Fermanagh dell'Irlanda del Nord dal 1864 al 1871.
La targa recita: "Oscar Wilde 1854-1900 Writer and Wit at school 1864-1871".
Indirizzo: Derrygonnelly Rd, Enniskillen, Irlanda del Nord


United Kingdom Londra

Theatre Royal Haymarket - Targa commemorativa

In questo teatro che si trova nel West End londinese, città di Westminster, e risale al 1720, sono state messe in scena le prime teatrali degli spettacoli A Woman of no Importance (nel 1893) e An Ideal Husband (nel 1895). Al n° 3 di Suffolk Street (sul lato opposto rispetto alla facciata principale) è stata posizionata dalla Oscar Wilde Society una targa commemorativa che recita:
«The first performances of “A Woman of no Importance” 19th April 1893 and “An Ideal Husband” 3rd January 1895 by Oscar Wilde were presented at this theatre. This plaque was unveiled by Sir John Gielgud on 3rd January 1995.»
Indirizzo: 18 Suffolk Street, Londra

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

In Tite Street una targa ricorda il luogo in cui è vissuto Oscar Wilde.
Indirizzo: 34 Tite Street, Kensington and Chelsea, Londra

Langham Hotel - Targa commemorativa

Il 30 agosto 1889 gli scrittori Oscar Wilde e Arthur Conan Doyle incontrarono in questo hotel Joseph Marshall Stoddart, editore della rivista Lippincott's Magazine,  che commissionò loro alcuni romanzi per la sua casa editrice. Dopo questo incontro i due autori iniziarono a scrivere rispettivamente The Picture of Dorian Gray (“Il ritratto di Dorian Gray”) e The Sign of Four (“Il segno dei quattro”), poi entrambi pubblicati nel 1890. Una targa ricorda quel momento: "Oscar Wilde and Arthur Conan Doyle dined here with the publisher of Lippincott's Magazine on 30 Augurst 1889, a meeting that led to The Sign of Four & The Picture of Dorian Gray".
Il Langham è un albergo storico di Londra. Quando fu inaugurato il 10 giugno 1865 era il più grande e moderno della città. Da sempre pioniere nell'ammodernare la propria struttura (fu il primo ad installare l'aria condizionata), venne danneggiato in parte durante la Seconda Guerra Mondiale e per i successivi 25 anni rimase senza proprietario, fino al 1965 quando fu acquistato dalla BBC (che lo rivendette nel 1986). Ad esso sono curiosamente legate molte leggende di fantasmi, in particolare legate alla stanza 333.
Indirizzo: 1C Portland Place, Westminster, Londra
sitoSito: http://london.langhamhotels.co.uk

Targa commemorativa nell'Abbazia di Westminster

Statua commemorativa

La scultura che porta il titolo "A Conversation with Oscar Wilde" è stata realizzata da Maggi Hambling e inaugurata nel 2004. Scelta tra una serie di progetti da un comitato formato, tra gli altri, dagli attori Ian McKellen e Judi Dench e dal poeta Seamus Heaney, la scultura invita il passante a sedersi sul blocco di granito e scambiare due chiacchiere con l'arguto scrittore, la cui testa, scolpita in bronzo, emerge a un'estremità.
Indirizzo: Adelaide Street, Londra


United Kingdom Worthing, West Sussex

The Esplanade - Targa commemorativa

In questo edificio Oscar Wilde scrisse la commedia The Importance of Being Earnest. Una targa commemorativa lo ricorda.
Indirizzo: The Esplanade, Worthing, West Sussex, Regno Unito

 

United Kingdom Torquay, Devon

Targa commemorativa sull'edificio in cui è vissuto

La targa, rotonda di colore blu, recita: "Babbacombe Cliff home to one of Britain's most famous playwrights during the winter of 1892-93 Oscar Wilde poet, self-styled leader of the aesthetic movement, wit, playwright and father. Born October 16th 1854 died November 30th 1900. Author of the famous play The Importance Of Being Earnest".
Indirizzo: Babbacombe Beach Road, Torquay, Devon, Regno Unito

 

France Parigi

Albergo in cui è deceduto e targa commemorativa

L'ultima residenza di Oscar Wilde è stata l'albergo "L'Hotel", in Rue des Beaux Arts, nel sesto arrondissement, che all'epoca si chiamava Hôtel d’Alsace. La sua stanza era la numero 16 e oggi è ancora accessibile (la “Oscar Wilde Suite”) ma è stata rimodernata con decorazioni eccentriche che ricordano lo stile dell’autore irlandese. Anche il resto degli interni sono stati recentemente rinnovati dal designer Jacques Garcia. La targa apposta sulla facciata esterna recita: "Oscar Wilde Poète et Dramaturge Né à Dublin Le 15 Octobre 1856 Est mort dans cette maison Le 30 Novembre 1900".
All'albergo è legato anche lo scrittore argentino Jorge Luis Borges che, per l'ammirazione nutrita nei confronti di Wilde, volle soggiornarci durante le sue frequenti visite a Parigi tra il 1977 e il 1984.

Indirizzo: 13 Rue Des Beaux-Arts (6ème arrondissement), Parigi
sito Sitohttp://www.l-hotel.com/

Tomba nel Cimitero di Père Lachaise

 

Italy Ravenna

Con il professor Mahaffy nella primavera 1877 Wilde prese parte a un viaggio in Italia e in Grecia, durante il quale, nei giorni di Pasqua di quell'anno, si fermò a Ravenna. La sosta fu breve, ma rimase affascinato dalla città, soprattutto dai suoi mosaici del IV secolo, tanto da sceglierla come tema per la poesia che scrisse l'anno successivo, che all'Università di Oxford gli valse il premio Newdigate. Nella poesia descrive l'ingresso in città a cavallo, anche se in realtà il mezzo di trasporto impiegato dalla compagnia fu il treno.

[...] Ma tu, Ravenna, di tutte la più amata,
I tuoi palazzi in rovina che sono un manto
Che nasconde la tua grandezza caduta! e il tuo nome
Arde come una grigia e sfavillante fiamma di candela
Sotto lo splendore meridiano del sole
Della nuova Italia! [...]

Tratto da Ravenna di Oscar Wilde (trad. di Masolino D'Amico)

 

 

autori-correlati-75px luoghi-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

 

Jane Austen


Edwin Arnold

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Sir Edwin Arnold (1832-1904), poet and journalist, lived and died here".
Indirizzo: 31 Bolton Gardens, Kensington and Chelsea, SW5, Londra.


Mattew Arnold

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita "Matthew Arnold 1822-1888 poet and critic lived here".
Indirizzo: 2 Chester Square, Belgravia, Westminister, Londra


Joanna Baillie

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore marrone, recita: "Joanna Baillie poet and dramatist born 1762 died 1851 lived in this house for nearly 50 years"
Indirizzo: Bolton House, Windmill Hill, Camden, Londra


James Matthew Barrie

Targa commemorativa

La targa commemorativa recita: "Sir James Barrie / 1860-1937 / Novelist and Dramatist / lived here".
Indirizzo: 100 Bayswater Road, Bayswater, Londra

Statua di Peter Pan

Presso i giardini di Kensinton la notte del 1° maggio 1912 fu installata senza autorizzazione una statua che rappresentava Peter Pan, l'eterno bambino nato dalla penna di J.M. Barrie. Un annuncio sul Times comunicava la notizia: era stato l'autore stesso a scrivere l'articolo e a installare la scultura scegliendo il luogo più appropriato: Long Water, presso il Lago Serpentine, proprio dove atterra Peter Pan nella sua prima avventura L'uccellino bianco. La statua, realizzata da George Frampton, rimase subito nel cuore di grandi e piccini e non fu mai rimossa.
Indirizzo: Kensington Gardens, Hyde Park, Londra


Francis Beaumont

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Max Beerbohm

Targa commemorativa sull'edificio in cui nacque

La targa, di colore blu, recita: "Sir Max Beerbohm (1872-1956), artist and writer, born here".
Indirizzo: 57 Palace Gardens Terrace, Kensington and Chelsea, Londra


Andrés Bello

(1791-1865) Poeta, filosofo, umanista venezuelano, nacque a Caracas nel 1791. Fu una figura importante per il processo rivoluzionario che portò all'indipendenza del suo paese. Visse a Londra quasi vent'anni e quando tornò in Cile nel 1829, dopo aver ottenuto la cittadinanza cilena, divenne senatore e si occupò della redazione del Codice civile cileno. Tra le sue opere poetiche più famose, si citano Allocuzione alla poesia ("Alocución a la Poesía") e Lode alla agricoltura della zona torrida ("Silva a la Agricultura de la Zona Tórrida").

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Andrés Bello 1781-1865 poet, jurist, philologist and Venezuelan patriot lived here in 1810". Allo stesso indirizzo si trova un'altra targa dedicata al generale e politico venezuelano Francisco de Miranda, col quale Bello strinse amicizia.
Indirizzo: 58 Grafton Way, Camden, W1, Londra


Hilaire Belloc

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: ""Hilaire Belloc 1870-1953 poet, essayist and historian, lived here 1900-1905".
Indirizzo: 104 Cheyne Walk, Kensington and Chelsea, SW10, Londra


Arnold Bennett

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Arnold Bennett 1867-1931 novelist lived here".
Indirizzo: 75 Cadogan Square, Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

La targa recita: "Arnold Bennett 1867-1931 novelist lived here".
Indirizzo: Chiltern Court, Baker Street, Londra


Edward Frederic Benson

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "E. F. Benson 1867-1940 writer lived here".
Indirizzo: 25 Brompton Square, SW3 Kensington & Chelsea, Londra


John Betjeman

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir John Betjeman 1906-1984 poet lived here 1908-1917".
Indirizzo: 31 Highgate West Hill, Highgate, Camden, N6, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster

Statua commemorativa

Al poeta John Betjeman è stata tributata una scultura, realizzata da Martin Jennings, nella stazione di St. Pancras, installata nel 2007, lo stesso anno in cui sono stati completati i lavori di ristrutturazione della stazione. Il poeta, infatti, ha contribuito a salvare la stazione di St Pancras dalla demolizione negli anni Sessanta, motivo per cui la scultura lo ritrae con lo sguardo rivolto verso l'alto, mentre si tiene saldo in testa il cappello con una mano e osserva affascinato l'architettura della stazione appena rimodernata. Le parole incise sulla lastra di ardesia ai piedi della statua recitano: "John Betjeman who saved this glorious station".
Luogo: St Pancras Station, Londra.


William Blake

Targa commemorativa nel luogo di nascita

La targa recita: "William Blake was born on 28 November 1757 in a house which stood on this site".
Indirizzo: 8 Marshall Street, Londra

Tomba nel cimitero di Bunhill Fields

Targa commemorativa nell'Abbazia di Westminster


Enid Blyton

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Enid Blyton 1897-1968 children's writer lived here 1920-1924".
Indirizzo: 207 Hook Road, Chessington, Kingston-Upon-Thames, Londra

Targa commemorativa

La targa, di colore blu, recita: "Enid Blyton 1867-1968 popular writer of over 600 books for children".
Indirizzo: Popular 354 Lordship Lane, East Dulwich, SE22, Londra


Michael Bond

Scrittore britannico (Newbury, 1926) autore della fortunata serie sull'Orso Paddington.

Statua dell'Orso Paddington

Nato nel 1958 con il romanzo A Bear Called Paddington, l'Orso Paddington è stato immortalato in una statua di bronzo installata il 24 febbraio 2000 nella Stazione di Paddington. La scultura, realizzata da Marcus Cornish, rappresenta la prima apparizione dell'orso quando, arrivato dal "Profondo Perù", viene trovato dalla famiglia Brown alla stazione londindese di Paddington, seduto sulla valigia con una nota appuntata sul vestito: "Per favore prendetevi cura di quest'orso. Grazie".
Indirizzo: Paddington Station, Londra


George Borrow

Scrittore inglese del XIX secolo, le sue opere più famose sono The Zincali (1841), che parla della cultura degli zingari iberici, The Bible in Spain (1843) e Lavengro (1851).

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

Una semplice targa commemorativa lo ricorda così: "George Borrow / 1803-1881 / Author / Lived Here".
Indirizzo: 22 Hereford Square, Kensington and Chelsea, Londra


Elizabeth Barrett Browning


Robert Browning 


John Bunyan

Tomba nel cimitero di Bunhill Fields


Edmond Burke

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore marrone, recita: "Edmund Burke, author and statesman, lived here b.1729, d.1797"
Indirizzo: 37 Gerrard Street, Westminster, W1, Londra


Ivy Compton-Burnett

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Dame Ivy Compton-Burnett 1884-1969 novelist lived here 1934-1969".
Indirizzo: Braemar Mansions, 95 Cornwall Gardens, Londra


Fanny Burney

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Madame D’Arblay (Fanny Burney) authoress lived here. born 1752 died 1840".
Indirizzo: 11 Bolton Street, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Thomas Campbell

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Thomas Carlyle

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore marrone, recita: "Thomas Carlyle 1795-1881 lived here".
Indirizzo: 33 Ampton Street, Camden, Londra

Casa Museo di Carlyle (Carlyle's House)

Sull'edificio esterno è presente un bassorilievo con il profilo di Carlyle.
Indirizzo: 24 Cheyne Row, Londra


Geoffrey Chaucer

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Gilbert Keith Chesterton

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Gilbert Keith Chesterton 1874-1936 poet, novelist and critic lived here".
Indirizzo: 11 Warwick Gardens, Kensington and Chelsea, Londra


Agatha Christie


Samuel Taylor Coleridge

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Samuel Taylor Coleridge 1772-1834 poet and philosopher lived here".
Indirizzo: 7 Addison Bridge Place, Hammersmith and Fulham, W14, Londra

Targa commemorativa su un edificio nella zona in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Samuel Taylor Coleridge 1772-1834 poet and philosopher lived in a house on this site 1812-1813".
Indirizzo: 71 Berners Street, Westminster, Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, rettangolare di colore verde scuro, recita: "Samuel Taylor Coleridge / English Poet and Critic / Lived in Highgate Village for nineteen years / and in this house / from 1832 until his death in 1834 ---  St.Pancras Borough Council". Nello stesso sito è presente una targa dedicata al romanziere e drammaturgo John Boynton Priestley.
Indirizzo: 3 The Grove, Highgate, Camden, N6, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


William Wilkie Collins

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "William Wilkie Collins 1824-1889 novelist lived here".
Indirizzo: 65 Gloucester Place, Westminster, W1, Londra


Noël Coward 

Duchess Theatre

Una targa commemorativa, rotonda di colore nero, ricorda che in questo teatro fu portata in scena per la prima volta nel 1942 l'opera di Coward Blithe Spirit. Nello stesso luogo si è tenuta anche la prima di Assassinio nella cattedrale ("Murder In The Cathedral") di T.S. Eliot.
La targa recita: "Duchess Theatre The Duchess Theatre began a distinguished career as a home for both drama and comedy when it opened with the war play "Tunnel Trench" in 1929. Prominent productions have included the 1936 London debut of T S Eliot's "Murder In The Cathedral" and Noël Coward's "Blithe Spirit" in 1942".
Indirizzo: Catherine Street, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Abraham Cowley

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Richard Cumberland

Tomba nell'Abbazia di Westminster


William D'Avenant

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Daniel Defoe

Targa commemorativa su un edificio della zona in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Daniel Defoe (1661-1731), novelist, lived in a house on this site".
Indirizzo: 95 Stoke Newington Church Street, Hackney, Londra

Tomba nel cimitero di Bunhill Fields


John Denham

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Charles Dickens

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Norman Douglas

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, rettangolare di colore blu, recita: "Norman Douglas 1868-1952 writer lived here".
Indirizzo: 63 Albany Mansions, Albert Bridge Road, Wandsworth, Londra


Arthur Conan Doyle


Joseph Conrad

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Joseph Conrad 1857-1924 novelist lived here".
Indirizzo: 17 Gillingham Street, Westminster, Londra


Micheal Drayton

Tomba nell'Abbazia di Westminster


John Dryden

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Thomas Stearn Eliot

Targa commemorativa sulla sede di Faber and Faber

Eliot lavorò come editor presso la sede londinese della casa editrice Faber & Faber, che pubblicò anche la sua raccolta Poems 1909–25. La targa commemorativa apposta sull'edificio, rotonda e di colore marrone, recita: "T.S. Eliot / Poet and publisher / worked here for Faber & Faber / 1925 - 1965".


James Elroy Flecker

Targa commemorativa sull'edificio in cui nacque

La targa, di colore blu, recita: "James Elroy Flecker (1884-1915), poet and dramatist, was born here".
Indirizzo: 9 Gilmore Road, SE13 Lewisham, Londra


Ian Fleming

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Ian Fleming 1908-1964 creator of James Bond lived here".
Indirizzo: 22 Ebury Street, Londra


Ford Madox Ford

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Ford Madox Ford 1873-1939 novelist and critic lived here".
Indirizzo: 80 Campden Hill Road, Londra


Cecil Scott Forester

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "C. S. Forester 1899-1966 novelist lived here".
Indirizzo: 58 Underhill Road, Dulwich, Southwark, SE22, Londra


Ugo Foscolo


Sigmund Freud

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sigmund Freud 1856-1939 founder of Psychoanalysis lived here in 1938-1939".
Indirizzo: 20 Maresfield Gardens, Londra


John Galsworthy

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "John Galsworthy (1867-1933), novelist and Playwright, lived here 1918-1933".
Indirizzo: Grove Lodge, Admirals Walk, Londra


Elizabeth Gaskell

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Mrs Elizabeth Gaskell 1810-1865 novelist born here".
Indirizzo: 93 Cheyne Walk, Kensington and Chelsea, SW10, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


John Gay

Tomba nell'Abbazia di Westminster


William Gifford

Tomba nell'Abbazia di Westminster


William Schwenck Gilbert

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Sir W. S. Gilbert (1836-1911) dramatist lived here".
Indirizzo: 39 Harrington Gardens, Kensington and Chelsea, SW7, Londra


George Gissing

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "George Gissing 1857-1903 novelist lived here 1882-1884".
Indirizzo: 33 Oakley Gardens, Kensington and Chelsea, SW3, Londra


Henry Rider Haggard

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir Henry Rider Haggard 1856-1925 novelist lived here 1885-1888".
Indirizzo: 69 Gunterstone Road, Hammersmith and Fulham, W14, Londra


Radclyffe Hall

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Radclyffe Hall 1880-1943 novelist and poet lived here 1924-1929".
Indirizzo: 37 Holland Street, Kensington, Kensington and Chelsea, W8, Londra


Thomas Hardy


Francis Bret Harte

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

Francis Bret Harte 1836-1902 American writer lived and died here".
Indirizzo: 74 Lancaster Gate, Londra


Heinrich Heine

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore nero, recita: Heinrich Heine German poet and essayist (1799-1856) lived here 1827".
Indirizzo: 32 Craven Street, Westminster, WC2, Londra


George Alfred Henty

(1832-1902) Romanziere britannico, tra i suoi romanzi più noti ci sono The Young Buglers (1880), With Clive in India (1884) e Wulf the Saxon (1895).

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "G. A. Henty 1832-1902 author lived here".
Indirizzo: 33 Lavender Gardens, SW11 Wandsworth, Londra


Alan Herbert

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir Alan Herbert (A.PH) 1890-1971 author, humourist and Reformist M.P. lived and died here".
Indirizzo: 12 Hammersmith Terrace, Hammersmith, Hammersmith and Fulham, Londra


James Hilton

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "James Hilton 1900-1954 The noted author and scriptwriter lived here from 1906-1921, and as a boy attended Sir George Monoux Grammar School. His most memorable works include Goodbye Mr Chips, Lost Horizon and Random Harvest".
Indirizzo: 16 College Road, Walthamstow, Londra


Frances Hodgson Burnett

(1849-1924) Commediografa e scrittrice inglese, sono particolarmente note le sue opere per ragazzi, tra cui  Il giardino segreto ("The Secret Garden"), La piccola principessa ("The Little Princess") e Il piccolo Lord ("Little Lord").

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Frances Hodgson Burnett 1849-1924 writer lived here".
Indirizzo: 63 Portland Place, Westminster, W1, Londra


Thomas Hood

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

La targa, di colore blu, recita: "Thomas Hood 1799-1845 poet lived and died here".
Indirizzo: 28 Finchley Road, Westminster, NW8, Londra


Anthony Hope

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir Anthony Hope Hawkins (Anthony Hope) 1863-1933 novelist lived here 1903-1917".
Indirizzo: 41 Bedford Square, Londra


Alfred Edward Housman

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "A. E. Housman 1859-1936 poet and scholar wrote “A Shropshire Lad” while living here"
Indirizzo: Byron Cottage, 17 North Road, Highgate, N6 Haringey, Londra


William Henry Hudson

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore nero con scritte dorate, recita: "W. H. Hudson writer & naturalist 1841-1922 In commemoration of the 150th anniversary of his birth --- 1991 --- Mario Campora Ambassador Argentine Embassy --- Charles A Muller Chairman Anglo-Argentine Society".
Indirizzo: 40 St Luke's Road, Kensington and Chelsea, W11, Londra


Leigh Hunt

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore marrone, recita: "Leigh Hunt 1784-1859 essayist & poet lived here".
Indirizzo: 22 Upper Cheyne Row, Kensington and Chelsea, SW3, Londra


Aldous Huxley

Targa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Leonard Huxley (1860-1933), Julian Huxley (1887-1975), Aldous Huxley (1894-1963), Men of Science and Letters, lived here."
Indirizzo: 16 Bracknell Gardens, Hampstead, Camden, NW3, Londra


Washington Irving

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Washington Irving (1783-1859), American writer, lived here."
Indirizzo: 8 Argyll Street, Londra


Willian Wymark Jacobs

Targa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "W.W. Jacobs 1863-1943 Author lived here".
Indirizzo: 15 Gloucester Gate (facciata su Albany Street) Regent's Park, Camden, Londra


Samuel Johnson

Tomba nell'Abbazia di Westminster

Dr Johnson's House

La casa di Samuel Johnson, in cui lo scrittore e lessicografo visse e lavorò dal 1748 al 1759, è stata adibita a museo già dal 1914 dopo essere stata acquistata nel 1911 dal filantropo e magnate Cecil Harmsworth. Una targa commemorativa era già presente sulla facciata dal 1876.
Qui Johnson compose il famoso Dizionario della lingua inglese ed è l'unico edificio rimasto in piedi delle 18 abitazioni in cui lo scrittore visse a Londra.
Oggi il museo, il cui arredamento è stato in gran parte ricostruito come quello dell'epoca, offre un percorso espositivo dedicato a Johnson e una biblioteca per gli studiosi.
Indirizzo: 17 Gough Square, Londra
sito Sitohttp://www.drjohnsonshouse.org 

 

Statua di Hodge

Di fronte alla casa di Samuel Johnson nel 1997 è stata installata una scultura ad opera di Jon Bickley che raffigura il felino tanto amato dallo scrittore, rappresentato sopra un grosso tomo del Dictionary of the English Language (di cui Johnson fu l'instancabile curatore) con un'ostrica, il suo cibo preferito. Infatti l'affetto dello scrittore per il felino era tale per cui andava personalmente a comprargli il cibo tanto amato, come ci racconta James Boswell in Vita di Samuel Johnson:
"Io non dimenticherò mai l'indulgenza con cui trattava Hodge, il suo gatto: per il quale egli stesso andava a comprare le ostriche, per timore che il personale di servizio seccato per quell'incombenza se la prendesse poi con quella povera bestiola".
Indirizzo: Gough Square, Londra

Statua di Samuel Johnson

Sul lato orientale della chiesa di St. Clement Danes, a pochi passi dalla Royal Courts of Justice, si trova una statua raffigurante Samuel Johnson che è stata eretta nel 1910. 
La statua in bronzo è stata realizzata da Percy Hetherington Fitzgerald e poggia su un basamento sul quale è stata incisa la seguente iscrizione: "Samuel Johnson / L.L.D. / Critic. Essayist. Philologist. / Wit. Poet. Moralist. / Dramatist. Political writer. Talker. -- Born 1709 - Died 1784 -- The gift and handiwork of Percy Fitzgerald, FSA and erected by the Revd. S. Pennington, MA, Rector of St. Clement Danes, 1910".
Nel basamento sono stati apposti anche tre medaglioni in bronzo:
- quello frontale ritrae il profilo di James Boswell, amico e biografo di Samuel Johnson;
- quello sul lato destro ritrae Johnson e Mrs. Thrale, sua amica, corrispondente e biografa;
- quello di destra ritrae Johnson e Boswell nelle Highlands.
La statua fu posizionata di fronte alla chiesa che Johnson stesso frequentava. Lo scultore, che si era basato sul ritratto di Reynolds per il volto e su quello di Nolleken per il busto, inaugurò esso stesso la statua il 6 agosto 1910 quando, per la morte di Edoardo VII, fu cancellata la cerimonia che si sarebbe dovuta tenere il 7 maggio e alla quale avrebbe dovuto prendere parte la figlia, la Principessa Louise.
Indirizzo: St. Clement Danes Church (lato est), Fleet Street, Londra.


Andreas Kalvos

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Andreas Kalvos 1792-1869 Greek poet and patriot lived here".
Indirizzo: 182 Sutherland Avenue, Maida Vale, Westminster, W9, Londra


John Keats


Rudyard Kipling

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Rudyard Kipling 1865-1936 poet and story writer lived here 1889-1891".
Indirizzo: 43 Villiers Street, Westminster, WC2, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Charles e Mary Lamb

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

"Charles Lamb 1775-1834 and Mary Lamb 1764-1847 writers lived here".
Indirizzo: Lamb's Cottage, Church Street, Edmonton, N9 Enfield, Londra


Edward Lear

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Edward Lear 1812-1888 artist and writer lived here".
Indirizzo: 30 Seymour Street, Westminster, W1, Londra


Thomas Babington Macaulay

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Louis Macneice

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Louis Macneice (1907-1963), poet, lived here 1947-1952".
Indirizzo: 52 Canonbury Park South, Islington, Islington, N1, Londra


James Macpherson

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Katherine Mansfield

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Katherine Mansfield 1888-1923 writer and her husband John Middleton Murry 1889-1957 critic lived here".
Indirizzo: 17 East Heath Road, Camden, NW3, Londra


Walter De La Mare

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Walter De La Mare 1873-1956 poet lived here 1940-1956".
Indirizzo: South End House, Montpelier Row, Twickenham Richmond Upon Thames, Londra


Frederick Marryat

(1792-1848) Romanziere noto per i suoi romanzi ambientati sul mare, anche grazie all'esperienza maturata nella marina militare britannica, tra le sue opere più famose ci sono il romanzo semi-autobiografico Mr Midshipman Easy e il romanzo per ragazzi The Children of the New Forest. Il romanzo gotico The Phantom Ship (1939) dà origine alla leggenda dell'Olandese Volante e contiene la prima storia su un lupo mannaro di sesso femminile.

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Captain Frederick Marryat 1792-1848 novelist lived here".
Indirizzo: 3 Spanish Place, Westminster, W1, Londra


William Somerset Maugham

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "William Somerset Maugham 1874-1965 novelist and playwright lived here 1911-1919".
Indirizzo: 6 Chesterfield Street W1, Mayfair, Londra


John Masefield

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Alan Alexander Milne

Scrittore britannico (1882-1956) noto soprattutto per aver creato il personaggio di Winnie the Pooh.

Statua dedicata a Winnipeg

Nel 1981 nello zoo di Londra è stata installata una statua realizzata da Lorne McKean che raffigura l'orsetta Winnipeg e Harry Coleburn, un ufficiale canadese che l'aveva acquistata e poi donata allo zoo londinese. Alan Alexander Milne, visitando il parco con il figlio Christopher, era rimasto colpito dall'orsetta tanto da ispirarsi a lei per il personaggio di Winnie-the-Pooh, che la ricorda anche nel nome.
Indirizzo: London Zoo, Regent Park, Londra


Tom Moore

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Tom Moore 1779–1852 poet lived here".
Indirizzo: 85 George Street, Marylebone, Londra


William Morris

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, bianca con una cornice scura di forma rettangolare, recita: "In this house lived in 1851 Dante Gabriel Rossetti (1828-1882), poet and painter, and from 1856-1859 William Morris (1834-1896), poet and artist, and Sir Edward Burne-Jones (1833-1898), painter".
Indirizzo: 17 Red Lion Square, Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Red House built in 1859-60 by Philip Webb architect for William Morris poet and artist who lived here 1860-1865".
Indirizzo: Red House Lane, Bexleyheath, Londra


Henry Newbolt

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Sir Henry Newbolt 1862-1938 poet lived here".
Indirizzo: 29 Campden Hill Road, Londra


Sean O'Casey


George Orwell

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "George Orwell 1903-1950 novelist and political essayist lived here".
Indirizzo: 50 Lawford Road, Kentish Town, Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, installata il 22 aprile 2015 dalla Marchmont Association e dalla University of London, recita: "George Orwell / 1903 - 1950 / Sir Stephen Spender / 1919 - 1995 / wrote for Cyril Connolly's / Horizon Magazine / based here / 1940 - 1948".
Qui infatti Spender aveva affittato il piano terra e quello interrato come sede per la rivista Horizon: A Review of Literature and Art fondata da Cyril Connolly. Alla rivista partecipò anche George Orwell che qui conobbe Sonia Brownell, sua futura moglie e modello per Julia, l'eroina di 1984.
Indirizzo: 2 Lansdowne Terrace, Londra


Walter Pater

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Walter Pater 1839-1894 aesthete and writer lived and worked here 1885-1893".
Indirizzo: 12 Earls Terrace, Londra


Mervyn Peake

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Mervyn Peake (1911-1968), author and artist, lived here 1960-1968".
Indirizzo: 1 Drayton Gardens, Kensington and Chelsea, SW10, Londra


Samuel Pepys

Covent Garden


Arthur Pinero

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir Arthur Pinero (1855-1934), Playwright, lived here 1909-1934".
Indirizzo: 115a Harley Street, Westminster, W1, Londra


Sylvia Plath

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Sylvia Plath 1932-1963 poet lived here 1960-1961".
Indirizzo: 3 Chalcot Square, Londra


Alexander Pope

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Alexander Pope 1688-1744 poet lived in this row Mawson's Buildings 1716-1719".
Indirizzo: Mawson Arms PH, 110 Chiswick Lane South, Chiswick, W4 Hounslow, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Karl Popper

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Sir Karl Popper 1902-1994 philosopher lived here 1945-1950".
Indirizzo: 16 Burlington Rise, East Barnet, Londra


Beatrix Potter


John Boynton Priestley

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore marrone, recita: "J. B. Priestley (1894-1984) novelist, playwright and essayist lived here". Nello stesso sito è presente una targa dedicata a Samuel Taylor Coleridge.
Indirizzo: 3 The Grove, Highgate, Camden, N6, Londra


Matthew Prior

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Thomas de Quincey

Scrittore, saggista e traduttore inglese (1785-1859) autore di Confessioni di un mangiatore d'oppio.

Targa commemorativa

La targa recita: "Thomas de Quincy / 1785-1859 / wrote "Confessions of an English Opium Eater" / in this house".
Indirizzo: 36 Tavistock Street, Westminster, Londra


Terence Rattigan

Targa commemorativa sull'edificio in cui nacque

La targa, di colore blu, recita: "Sir Terence Rattigan 1911-1977 playwright was born here".
Indirizzo: 100 Cornwall Gardens, Kensington and Chelsea, SW7, Londra


Isaac Rosenberg

(1890-1918) Pittore e poeta, morì durante la Prima guerra mondiale. È considerato uno dei più importanti poeti di guerra con la sua raccolta Poems from the Trenches.

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Isaac Rosenberg 1890-1918 poet and painter lived in the East End and studied here".
Indirizzo: Whitechapel Library, 77 High Street, Tower Hamlets, E1, Londra


Dante Gabriel Rossetti

Targa commemorativa sull'edificio in cui nacque

La targa recita: "Dante Gabriel Rossetti 1828-1882 poet and painter was born here"
Indirizzo: 110 Hallam Street, Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, bianca con una cornice scura di forma rettangolare, recita: "In this house lived in 1851 Dante Gabriel Rossetti (1828-1882), poet and painter, and from 1856-1859 William Morris (1834-1896), poet and artist, and Sir Edward Burne-Jones (1833-1898), painter".
Indirizzo: 17 Red Lion Square, Londra


Nicholas Rowe

Tomba nell'Abbazia di Westminster


J.K. Rowling


John Ruskin

Targa commemorativa su un edificio della zona in cui visse

La targa recita: "John Ruskin 1819-1900 man of letters lived in a house on this site".
Indirizzo: 26 Herne Hill, Lambeth, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Siegfried Sassoon

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Siegfried Sassoon 1886-1967 writer lived here 1925-1932".
Indirizzo: 23 Campden Hill Square, Kensington, Kensington and Chelsea, W8, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Dorothy L. Sayers

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Dorothy L. Sayers 1893-1957 writer of detective stories lived here 1921-1929".
Indirizzo: 24 Great James Street, Londra


Arthur Schopenhauer

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Arthur Schopenhauer 1788-1860 philosopher lived and studied here in 1803".
Indirizzo: Eagle House, High Street, Wimbledon, Merton, Londra


Giorgos Seferis

Poeta e saggista greco (1900 -1971), pseudonimo di  Geōrgios Seferiádēs, vince il Nobel per la letteratura nel 1963. Da giovane studia Giurisprudenza a Parigi ed entra nel corpo diplomatico fino a diventare ambasciatore greco nel Regno Unito dal 1957 al 1962. Nel frattempo coltiva l'interesse per le lettere: traduce T.S. Eliot, legge scrittori francesci come Mallarmé e Valéry, classici come Omero e Sofocle.
La sua poesia ispirata da un profondo sentimento con la cultura ellenica, ma anche il ruolo che ha avuto nel rinascimento del XX secolo della cultura e letteratura greca, gli valgono il premio Nobel per la letteratura nel 1963, primo greco a ricevere questo premio. Tra le sue raccolte poetiche si citano Strophe ("Svolta", 1931), Sterna ("La cisterna", 1932), Mythistorima (1935), Kichli ("Il tordo", 1947), Imerologio Katastromatos I ("Giornale di bordo", 1940).

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

La targa recita: "George Seferis / 1900-1971 / Poet / Nobel Prizewinner / Greek Ambassador / lived here".
Indirizzo: Sloane Avenue, Londra


George Bernard Shaw


Lao She

Targa commemorativa sull'edificio dove soggiornò

La targa recita: "Lao She 1899-1966 Chinese writer lived here 1925-1928".
Indirizzo: 31 St James’s Gardens, Londra


Percy Bysshe Shelley


Richard Brinsley Sheridan

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Richard Brinsley Sheridan 1751-1816 dramatist and statesman lived here 1795-1802".
Indirizzo: 10 Hertford Street, Westminster, W1, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Edith Sitwell

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Dame Edith Sitwell 1887-1964 poet lived here in Flat 42".
Indirizzo: Greenhill, Hampstead High Street, Camden, NW3, Londra


Stevie Smith

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Stevie Smith 1902-1971 poet lived here, 1906-1971".
Indirizzo: 1 Avondale Road, Enfield, Londra


Sydney Smith

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, rotonda e di colore marrone, è stata apposta il 1 gennaio 1906 e recita: "Sydney Smith 1771-1845 author and wit lived here".
Indirizzo: 14 Doughty Street, Camden, Londra


Tobias Smollett

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, rettangolare di colore blu, recita: "Chelsea China was manufactured in a house at the north end of Lawrence Street 1745-1784. Tobias Smollett 1721-1771 novelist also lived in part of the house from 1750 to 1762".
Indirizzo: 16 Lawrence Street, Kensington and Chelsea, SW3, Londra


Natsume Sōseki


Edmund Spenser

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Lytton Stratchey

(1880-1932) Membro fondatore del Bloomsbury Group, è stato scrittore e saggista. Tra le sue opere si ricordano Pietre Miliari nella Letteratura Francese ("Landmarks in French Literature", 1912) e Eminenti Vittoriani ("Eminent Victorians", 18).

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

La targa, di colore blu, recita: "Lytton Strachey 1880-1932 critic and biographer lived here".
Indirizzo: 51 Gordon Square, Camden, Londra


Italo Svevo


Algernon Charles Swinburne

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

La targa, di colore blu, recita: "Algernon Charles Swinburne 1837-1909 poet and his friend Theodore Watts-Dunton 1832-1914 poet-novelist-critic lived and died here".
Indirizzo: 11 Putney Hill, SW15 Wandsworth, Londra


Alfred Tennyson

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Alfred Lord Tennyson 1809-1892 poet lived here in 1880 and 1881".
Indirizzo: 9 Upper Belgrave Street, Londra

Tomba nell'Abbazia di Westminster


Edward Thomas

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Edward Thomas 1878-1917 essayist and poet lived here".
Indirizzo: 61 Shelgate Road, SW11 Wandsworth, Londra


James Thomson

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

 

La targa blu di forma rotonda recita: "James Thomson / 1700-1748 / Poet / Author of / Rule Britannia / lived and / died here".
Indirizzo: The Royal Hospital, Kew Foot Road, Londra


Arthur Waley

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse e morì

La targa, di colore blu, recita: "Arthur Waley (1889-1966), poet, translator and Orientalist, lived and died here".
Indirizzo: 50 Southwood Lane, Highgate Village, N6 Haringey, Londra


Edgar Wallace

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa, di colore blu, recita: "Edgar Wallace 1875-1932 writer lived here".
Indirizzo: 6 Tressillian Crescent, SE4 Lewisham, Londra


Horace Walpole


Herbert George Wells

Targa commemorativa

Indirizzo: 25 Langley Park Road, Sutton, Londra

Targa sull'edificio in cui visse e morì

"H. G. Wells / 1866-1946 / Writer / lived and / died here."
Indirizzo: 13 Hanover Terrace, Londra.

Targa sull'edificio in cui visse

"H. G. Wells / Author / 1866-1946 / lived / and worked here / 1930-1936"
Indirizzo: Chiltern Court, Baker Street, Londra


Lady Jane Francesca "Speranza" Wilde

(1821-1896) Jane Francesca Elgee, nota anche come Jane Francesca Wilde, madre di Oscar Wilde, è stata scrittrice e poetessa irlandese con lo pseudonimo di "Speranza", supportando nei suoi scritti la causa dell'indipendentismo irlandese.

Targa sull'edificio in cui visse

"Lady Jane Francesca 'Speranza' Wilde (1821-1896), poet and essayist lived here 1887-1896"
Indirizzo: 87 Oakley Street, Londra


Oscar Wilde


Virginia Woolf


Émile Zola


Luoghi correlati

Abbazia di Westminster

Covent Garden

The British Library

National Portrait Gallery

Cimitero di Bunhill Fields

St. Pancras Old Church

 

Leggere prima di partire per... Londra

Narrativa

Charles Dickens, Storia di due città

Virginia Woolf, La signora Dalloway

 

 

I luoghi di George Byron

 

Italy Genova

Villa Saluzzo Mongiardino

Espulso da Pisa assieme alla famiglia Gamba per le idee liberali, nel 1822 Byron si trasferisce ad Albaro, un quartiere nella parte orientale di Genova, e risiede nella villa Saluzzo Mongiardino, un palazzo dei primi del Settecento, di fronte a Villa Saluzzo Bombrini detta "Il Paradiso" circondata da un ampio parco. Nella villa in cui abitò Byron, dove oggi al piano terra si trova una storica pasticceria, è stata posta una targa commemorativa che recita: "Riposando la vita fortunosa / qui dimorò e scrisse / Giorgio Gordon Lord Byron / finché l'intenso grido / della greca libertà risorta / nol traeva magnanimo / a lacrimato fine / in Missolungi / 1822-23".
Indirizzo: Via Albaro 1, Genova.
mappa

 

Italy Livorno

Villa Dupouy (o Villa delle Rose)

Nota anche come Villa Jermy, Byron vi soggiornò nel 1822 per sei settimane, quando apparteneva a Pietro Dupouy, prima che nel 1894 passasse in mano ai fratelli De Paoli. In una lettera del 10 giugno 1822 Byron scrive: "Vi scrivo dalla Villa Dupuy, presso Livorno, con l'Isola d'Elba e la Corsica visibili dal mio balcone ed il mio vecchio amico, il Mediterraneo, ondeggiante azzurro ai miei piedi...".
La villa non è attualmente accessibile.
Indirizzo: Montenero Basso, Livorno.
mappa

 

Italy Pisa

Luogo di residenza di Lord Byron

Palazzo Lanfranchi (oggi Palazzo Toscanelli, Archivio di stato) negli anni 1822-1823 fu la residenza di Byron. Costretto a lasciare Ravenna assieme alla famiglia Gamba esiliata per lo spirito antirivoluzionario, si trasferisce a Pisa dove il poeta e amico Percy Bysshe Shelley l'aveva persuaso ad andare, aiutandolo nella ricerca della residenza in cui lui e la famiglia Gamba andranno a stabilirsi. In una lettera del 4 dicembre 1821 all'editore Murray, Byron scrive: "Sto qui in un famoso vecchio palazzo feudale sull'Arno, abbastanza grande per una guarnigione, con prigioni sotterranee e segrete nelle mura, e così pieno di spiriti che il dotto Fletcher (mio domestico) mi ha chiesto il permesso di cambiare stanza, e si è quindi rifiutato di occupare la sua nuova stanza perché in questa vi erano più spiriti che nell'altra. […] La casa apparteneva alla famiglia Lanfranchi […] ed ebbe fieri possessori ai suoi tempi...". Nel piano terra dello stesso edificio abitava anche il critico e poeta Leigh Hunt, con la moglie malata e i sette figli.  
Indirizzo: Lungarno Mediceo 30, Pisa

 

Italy Portovenere, La Spezia

Targa commemorativa sulla Grotta Byron

La targa recita: "Grotta Byron / (Arpaia) / Questa grotta / ispiratrice di Lord Byron / ricorda l'immortale poeta / che / ardito nuotatore / sfidò le onde del mare / da Portovenere a Lerici -- This Grotto / was the inspiration of Lord Byron / It records the immortal poet / who / as a daring swimmer / defied the waves of the sea / from Portovenere to Lerici".
Indirizzo: Chiesa di San Pietro, Lungo Calata Doria, Portovenere

Italy Este, Padova

Villa Kunkler-Piccioni

Conosciuta anche come Villa Byron, la Villa Kunkler-Piccioni fu presa in affitto dal poeta che a sua volta vi ospitò per un periodo nel 1817-1818 l'amico Percy Bysshe Shelley (una targa qui apposta riporta alcuni suoi versi tratti da Lines Written Among The Euganean Hills), la moglie Mary Shelley e Claire Clairmont. Nella seconda metà dell'Ottocento la villa passò alla famiglia Kunkler, di origine svizzere, che gli dette l'attuale aspetto secondo una struttura architettonica che richiama gli edifici dell'area alpina.
Indirizzo: Villa Kunkler-Piccioni, Este.

 

Italy Arquà Petrarca, Padova

Targa commemorativa sulla tomba del Petrarca

Sul recinto protettivo intorno alla tomba di Francesco Petrarca, in piazza Petrarca ad Arquà, sono state apposte nel maggio 2019 due targhe commemorative che riportano alcuni versi (in inglese e in italiano) tratti dal IV Canto del Pellegrinaggio del giovane Aroldo (Childe Harold's Pilgrimage, 1818) di Byron.
Indirizzo: piazza Francesco Petrarca, Arquà Petrarca

 

Italy Ravenna

Palazzo Guiccioli

A fine 1818, Byron lascia Venezia dove aveva vissuto tre anni e si trasferisce a Ravenna. Qui prenderà in affitto l'appartamento al piano terra di palazzo Guiccioli, dove viveva Teresa Gamba Guiccioli, moglie del conte Alessandro Guiccioli, con la quale Byron ha una relazione. I due infatti si erano conosciuti a Venezia nell'inverno del 1818-19 e avevano iniziato un ardente scambio epistolario, fino a fuggire insieme a Villa Foscarini sulla Riviera del Brenta. Costretta dal marito a ritornare a Ravenna, la Guiccioli si ammala e supplica Byron di raggiungerla, cosa che avverrà nel dicembre 1819. A Ravenna Byron stringerà amicizia con Pietro Gamba, fratello della contessa, grazie al quale si avvicinerà alle idee liberali e aderirà alla carboneria, diventando inviso al governo. Quando nel 1822 i Gamba furono costretti all'esilio per la loro partecipazione ai moti rivoluzionari di quegli anni, Byron si trasferì con loro a Pisa.
Oggi il Palazzo Guccioli è in fase di restauro ma è stato destinato alla realizzazione entro il 2019 di un museo dedicato a Lord Byron e al Risorgimento italiano.
Indirizzo: Via Cavour 54, Ravenna.

Targa commemorativa

La targa recita: "Qui era la casa / ove dimorò nel MDCCCXIX / George Gordon Lord Byron / grande poeta inglese / amico dei patrioti ravennati".
Indirizzo: Piazza San Francesco, Ravenna

 

Italy Roma

Statua commemorativa a Villa Borghese

 

Italy Venezia

Caffè Florian

Primo soggiorno in Frezzaria

Appena giunto a Venezia, nel 1816, Byron soggiornò per un arco di tempo in Frezzaria (l'area che va dal Teatro La Fenice fino a Piazza San Marco), ospite di un mercante di panni, un certo Pietro Segati, il quale aveva una moglie giovane e bella, Marianna, col quale Byron ebbe una relazione. Così scrive in una lettera a Thomas Moore: « Ho preso un buonissimo appartamento in casa di un mercante di Venezia che è molto occupato ne' suoi negozi ed ha una moglie di ventidue anni. La Marianna (è il suo nome) ha tutta la lieve eleganza di un' antilope. Ha due grandi occhi neri, orientali, con quella particolare espressione che di rado s' incontra nelle europee ed anche nelle italiane, e che le donne turche si procurano tingendosi le palpebre (arte ignota, io credo, in altri paesi) ».

Residenza in Palazzo Mocenigo

Sulla facciata di Palazzo Mocenigo detto "Il Nero", parte del complesso "Palazzi Mocenigo" che comprende anche Palazzo Mocenigo Casa Nuova e Palazzo Mocenigo Casa Vecchia, tutti affacciati sul Canal Grande, tra Palazzo Contarini delle Figure e Palazzo Corner Gheltoff, è visibile una targa dedicata a Byron: "Qui visse Lord Byron 1818".
Il poeta inglese, infatti, soggiornò per un periodo proprio in questo antico palazzo a partire dal giugno 1818 e qui scrisse il quarto canto del Childe Harold's Pilgrimage (Il pellegrinaggio del giovane Aroldo), il Beppo e i primi canti del Don Juan.
Oggi il palazzo è di proprietà dell'Hotel Bauer ed è adibito a residenza di lusso.
Indirizzo: Palazzo Mocenigo, Calle Corner 3362, San Marco, Venezia.
mappa

 

United Kingdom Londra, Regno Unito

Targa commemorativa nell'Abbazia di Westminster

 

Switzerland Cologny, Canton Ginevra, Svizzera

Villa Diodati

 

Greece Atene, Grecia

Statua nei Giardini nazionali

Posizionata all'entrata dei Giardini nazionali (Εθνικός Κήπος) raffigura Byron che viene incoronato di alloro da una donna, la Grecia. L'opera è stata realizzata nel 1896 dagli scultori francesi Henri-Michel Chapu (progetto) e Alexandre Falguière (realizzazione).

 

Belgium Bruxelles

Targa commemorativa sull'edificio in cui soggiornò

Byron soggiornò a Bruxelles alcuni giorni nel 1841 e qui scrisse i versi del Childe Harold che parlano della battaglia di Waterloo, avvenuta poco distante dalla capitale belga. Byron non rivide più il suo paese natale, l'Inghilterra, perché partì poco dopo per la Grecia dove perse la vita nella guerra di indipendenza greca.
La targa fu apposta nel gennaio 1924 nell'occasione del centenario della morte dello scrittore. L'iscrizione recita: "Au printemps de MDCCCXVI / cette maison abrita quelques jours / Lord Byron / délaissant sa patrie qui meconnaissant / son genie / et qu'il ne devait plus revoir / Il y composa / les strophes du IIIme chant de Childe Harold / sur la Bataille de Waterloo".
Indirizzo: Rue Ducale 1, Bruxelles

I luoghi di Natsume Sōseki

Japan Tokyo

Iscrizione nel luogo in cui si trovava la casa di Natsume Sōseki

Indirizzo: 2-20-7, Mukōgaoka, Bunkyo-ku, Tokyo (東京都文京区向丘 2-20-7)

Nezu Jinja e la pietra Bungo Ikoi no Ishi

Si dice che su questa pietra, detta Bungo Ikoi no Ishi 文豪憩いの石 , si siano seduti autori come Natsume Sōseki e Mori Ōgai alla ricerca di idee per i loro romanzi. Lo stesso tempio, il Nezu Jinja, viene talvolta nominato nelle loro opere.
Indirizzo: 1-28-9, Nezu, Bunkyo-ku, Tokyo (東京都文京区根津1-28-9)

Luogo dove Sōseki ha vissuto negli ultimi anni della sua vita

In questo luogo, Natsume Sōseki ha vissuto dal 1907 fino alla sua morte nel 1916 e vi ha composto molte delle sue opere più importanti come Sanshirō (三四郎), Sorekara (“E poi”, それから), Kokoro (“Anima”, こころ). Attualmente questa zona è un parco pubblico intitolato proprio al famoso scrittore. Al suo interno vi è un piccolo edificio (Michikusaan 道草庵) dove sono esposti una serie di pannelli e oggetti che spiegano la vita e le opere di Natsume Sōseki.
Indirizzo: 7, Waseda Minami-cho Shinjuku, Tokyo (東京都新宿区早稲田南町7)

Iscrizione nel luogo in cui è nato Natsume Sōseki

Sul lato sinistro della strada Sōseki-zaka, di fronte alla stazione della metropolitana Waseda, una lastra di granito nero, eretta nel 1966, con un'iscrizione indica il luogo in cui lo scrittore è nato il 5 gennaio 1867. Il luogo in questione, noto all'epoca come Yoko-machi Ushigome Baba-shita, era legato alla famiglia Natsume da lungo tempo, ancor prima dello shogunato Tokugawa, e poiché i membri della famiglia Natsume divennero capi del villaggio di Baba-shita sin dall'era Genroku (1668-1704), gli abitanti dell'area adottarono il nome di “Natsume-zaka” per indicare il luogo.
Sōseki parla di questo periodo della sua vita nel saggio Garasu dono uchi (硝子戸の中).fonte14x14
Indirizzo: 1 Kikuichō, Shinjuku-ku, Tokyo (東京都新宿区喜久井町1)

Laghetto Sanshiro, Università Tōdai

Questo laghetto, oggi all'interno dell'Università Tōdai, è stato creato nel 1615; in seguito, fu concesso dallo shōgun, assieme al giardino circostante, al signore feudale Maeda Toshitsune, e fu ampliato in seguito da Maeda Tsunanori, divenendo uno dei più bei giardini di Edo (l'attuale Tokyo). Il suo nome ufficiale è  Ikutoku-en Shinjiike (育徳園心字池), ma viene chiamato Sanshiro-ike in seguito alla pubblicazione dell'omonimo romanzo di Natsume Sōseki.
Indirizzo: 7-3, Hongō, Bunkyo-ku, Tokyo (東京都文京区本郷7-3)

   

Tomba nel cimitero di Zōshigaya 

 

United Kingdom Londra

Targa commemorativa

Sōseki visse a Londra dall'ottobre 1900 al dicembre 1902 in cinque posti differenti, ma la sua permanenza maggiore fu in The Chase 81 (Clapham), nella parte sud-ovest della città, dove oggi c'è una targa commemorativa che recita: "Natsume Soseki / 1867-1916 / Japanese Noveslist / lived here / 1901-1902".
Nell'edificio di fronte era stato allestito un piccolo museo in suo ricordo da un privato, il signor Ikuo Tsunematsu (traduttore in lingua inglese dello scrittore). Il Sōseki Museum ha chiuso nel 2017.
Indirizzo: 80b The Chase, Clapham, Londra (Come arrivare: Con la metropolitana, fermata "Clapman Common".)
Sito: http://www.soseki.org
a-pagamento  Ingresso a pagamento.

Prima casa in cui visse a Londra

Soseki visse in questo edificio dal 28 ottobre all'11 novembre 1900. Ne parla in una lettera indirizzata alla moglie Kyoko.
Indirizzo: 76, Gowe Street, Londra

Seconda casa in cui visse a Londra

Soseki visse presso Miss Milde in questa casa dal 12 novembre alla fine di dicembre 1900.
Indirizzo: 85, Priory Road, West Hampstead, Londra

Terza casa in cui visse a Londra

Soseki visse qui dalla fine di dicembre 1900 al 24 aprile 1901, presso Mr Brett.
Indirizzo: 6, Flodden Road, Camberwell New Road

Quarta casa in cui visse a Londra

Al numero 5 di Stella Road (oggi numero 11) Soseki visse presso Mr Brett dal 25 aprile 1901 al 19 luglio dello stesso anno.
Indirizzo: 11, Stella Road, Tooting Graveney

Twitter

TurismoLett 📚 Nella #NationalPortraitGallery di #Londra c'è anche questo famoso ritratto di #HenryJames che è stato... squarcia… https://t.co/J6Cs5vKH7i
TurismoLett 📚 Alla National Portrait di #Londra c'è anche il quadro delle sorelle #Brontë: è l'unico ritratto collettivo delle… https://t.co/6e5p5do8jU

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Tra aneddoti e curiosità, i quadri letterari della National Portrait Gallery di Londra

di A.M. Se c'è un museo che a Londra mi entusiasma sempre quello è la National Portrait Gallery. Potrà sembrare una...Read More

Dino Buzzati a Villa dei Vescovi: reminiscenze letterarie nei Colli Euganei

di A.M. Siamo in provincia di Padova, dove una rete di paesi costituiscono il Parco letterario di Francesco Petrarca e dei Colli...Read More

Facebook LikeBox