c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl

 

I luoghi di John Milton

United Kingdom Londra

Targa commemorativa nel luogo dove nacque

La targa recita: "The poet and statesman John Milton was born 1608 in Bread Street".

Indirizzo: Bow Bells House, Bread Street, Londra

Targa commemorativa nell'Abbazia di Westminster vai-alla-pag 18x18

 

United Kingdom Horton, Berkshire

Targa commemorativa nel luogo dove nacque visse

La targa, sul cancello della Berkyn Manor Farm, in Stanwell Roa recita: "John Milton poet lived here 1632-1638".
Indirizzo: Stanwell Road, Horton, Windsor, Berkshire

 

Italy Firenze

Targa commemorativa sull'edificio dove soggiornò

La targa recita: “Qui nel palazzo dei Gaddi / è tradizione che soggiornasse / negli anni 1638 e 1639 / John Milton / trovando a Firenze / l'Italia dei classici”.
Indirizzo: Via del Giglio 11, Firenze

 

Italy Vallombrosa, Firenze

Abbazia di Vallombrosa vai-alla-pag 18x18

 

I luoghi di Milan Kundera

Czech Republic Praga

L'autore, originario di Praga, ambienta nella città il suo romanzo più famoso, L'insostenibile leggerezza dell'essere, scritto nel 1982 ma ambientato nel 1968, durante la cosiddetta "Primavera di Praga". Molte scene hanno come sfondo luoghi noti, tra cui, ad esempio, la collina di Petřín e la Città Vecchia.

Università Carolina di Praga

Qui Kundera ha frequentato la Facoltà di Arte, seguendo corsi in Letteratura ed Estetica, ma non si è mai laureato, abbandonando gli studi per iscriversi alla Academy of Performing Arts in Prague.
Indirizzo: Ovocný trh 3-5, Praga.

Academy of Performing Arts in Prague

Kundera vi ha frequentato corsi di cinema e sceneggiatura. In questa scuola hanno studiato anche famosi registi come Milos Forman e Emir Kusturica.
Indirizzo: Malostranské náměstí 259/12, Praga

Café Slavia

Nel centro di Praga si trova questo caffè letterario noto per essere stato il punto di ritrovo del gruppo di dissidenti Charta 77 e di numerosi artisti e intellettuali, tra cui Milan Kundera.
Indirizzo
: Smetanovo nábeží 1012/2, Praga.
sito

Fondata nel XII secolo, sin dal 1180 viene governata dalla dinastia dei Wittelsbach, che manterrà il potere fino al 1918, quando verrà soppressa la monarchia dell'allora regnante Ludwig III. Nel 1806, la Baviera, il ducato di cui Monaco è capitale, verrà trasformata in Regno di Baviera, annettendo i territori di Svevia e Franconia e assumendo un sempre più rilevante ruolo culturale e commerciale.
È il periodo dei famosi re Wittelsbach, a partire da Maximilian Joseph I (1806-1825), seguito da Ludwig I (1825-1848), che fonda i primi musei di Monaco,  Maximilian Joseph II (1848-1864) e Ludwig II (1864-1886), forse il più celebre, in particolar modo per essere stato il mecenate e protettore di Wagner e il costruttore dei castelli fiabeschi di Linderhof, Neuschwanstein e Herrenchiemsee. Con Otto I (1886-1913) e Ludwig III (1913-1918) termina la dinastia dei Wittelsbach e con essa la monarchia in Baviera.
Nel 1918 Monaco diviene una repubblica comunista, che dura soltanto un anno, per poi assistere all'ascesa di Adolf Hitler che vi pone le basi del partito nazista.
Monaco esce quasi completamente distrutta dai bombardamenti durante la Seconda Guerra Mondiale, ma viene ricostruita e a partire dagli anni Cinquanta e Sessanta diviene un polo industriale importante della Germania.
Molti scrittori hanno vissuto in città, a partire da Thomas Mann, Henrik Ibsen e Rainer Maria Rilke, frequentatori del quartiere degli artisti, lo Schwabing. La città è stata inoltre ambientazione per diverse opere letterarie, tra cui il racconto Gladius Dei (1902) di Thomas Mann e il romanzo Ricordi di vite effimere ("Utakata no ki", 1890)di Mori Ōgai.

autori-correlati-75px

Autori correlati

 

Thomas Mann

Raggiunge a Monaco di Baviera la madre e i fratelli nel 1894 per rimanervi fino al 1933. Qui frequenta l'università e scrive un racconto, Gladius Dei, ambientato nella città.


Mori Ōgai

 

Indirizzo: Piazza di Spagna 26, Roma.

a-pagamento  orario

Adiacente a Piazza di Spagna, sul lato destro guardando la scalinata dal basso verso l'alto, si trova l'edificio dove ha vissuto John Keats nell'ultimo periodo della sua vita. Malato di tubercolosi, nel 1820, all'età di 24 anni, lasciò l'Inghilterra per raggiungere l'Italia dove il clima mite avrebbe potuto giovare alla sua salute. Ad accompagnarlo, il fedele amico e pittore John Severn. Grazie all'aiuto del medico di Keats, i due avevano trovato alloggio nell'edificio ai piedi di Piazza di Spagna, dove occupavano le due stanze al secondo piano per una cifra di cinque scudi al mese. La zona di Piazza di Spagna, col suo famoso Caffè Greco, storico locale a pochi passi di distanza in via Condotti, era frequentata da artisti e intellettuali europei.

Pare che il medico inglese che assisteva Keats in Italia, James Clark, anch'esso residente in Piazza di Spagna, non ritenesse Keats malato di tubercolosi, come diagnosticato in Inghilterra, bensì di problemi di natura gastro-intestinale. Per questo motivo, anziché il riposo, prescritto ai malati di tisi, gli consigliò di svolgere attività fisica, come le passeggiate al Pincio e le cavalcate che faceva con l'amico Severn.

Nel dicembre 1820 però le sue condizioni di salute si aggravarono a causa di un'emorragia. Dopo un breve periodo di requie nel periodo di Natale, la situazione precipita di nuovo e il 23 febbraio 1821 muore all'età di 25 anni. Viene sepolto nel cimitero acattolico di Testaccio, adiacente alla Piramide Cestia.

Anche se il museo porta il nome di Percy Bysshe Shelley, oltre a quello di Keats, i due non si incontrarono mai e Shelley non visse nella casa, ma la Keats-Shelley Memorial Association, che rilevò l'edificio decise di onorare anche l'altro importante poeta romantico inglese, molto legato all'Italia, dove morì annegato nel 1922.

La Keats-Shelley Memorial House custodisce la memoria anche di altri poeti romantici, come Lord Byron, Leigh Hunt e la scrittrice Mary Wollstoncraft Shelley, moglie di Percy Bysshe Shelley e autrice di Frankenstein.
Al suo interno è possibile visitare i quattro ambienti che compongono la casa museo, tra cui il salone dove oggi si trova la biblioteca, composta da circa ottomila volumi, che fu creata da Harry Nelson Gay, uno studioso e appassionato di poeti romantici. Tra il patrimonio librario è possibile trovare molte edizioni ottocentesche delle opere, oltre alle traduzioni e agli studi in lingua italiana.
Tra gli autori omaggiati nel museo ci sono tre grandi stimatori di Keats, a cui è dedicata una bacheca ciascuno: Oscar Wilde, Walt Whitman e Theodore Roosevelt. Sono presenti inoltre numerosi cimeli, tra cui una maschera di carnevale di Byron e le ciocche di capelli (che era consuetudine scambiarsi tra amici nell'Ottocento) di scrittori come Elizabeth Barrett Browning e John Milton, oltre ai già citati poeti romantici. Conservati nel museo ci sono infine anche alcuni ritratti di Keats realizzati da Severn, lettere, oggetti e altri memorabilia. fonte14x14

Sul muro esterno dell'edificio che dà sulla scalinata, si trova oggi una iscrizione di marmo in inglese e italianoche ricorda il luogo dove scomparse prematuramente il poeta:

L'inglese poeta Giovanni Keats
mente maravigliosa quanto precoce
morì in questa casa
li 24 febbraio 1821
ventesimosesto dell'età sua.
The young English poet
John Keats
died in this house
on the 24th February 1821
aged 25"

I luoghi di John Keats

United Kingdom Londra

Targa commemorativa sul luogo dell'edificio dove nacque

Una targa sull'edificio recita: "In a house on this site the "Swan & Hoop" John Keats poet was born 1795". Oggi nella stessa zona sorge un bar il cui nome, "Keats at the Globe", omaggia il poeta.
Indirizzo: 85 Moorgate, Londra

Targa commemorativa sul luogo dove Keats fece l'apprendistato

La targa, rotonda di colore blui, recita: "In this site formerly stood the cottage in which the poet John Keats served his apprenticeship (1811 – 1815) to Thomas Hammond a surgeon of this parish".
Keats inizia nel 1811 l'apprendistato presso il chirurgo Thomas Hammond. Nel 1814, a seguito di una lite col maestro, lascia il suo studio e entra come studente al Guy's & St. Thomas' Hospitals, l'ospedale locale. Keats verrà abilitato alla professione, ma non la eserciterà mai.
Indirizzo: 3 Keats Parade, Church Street, Londra

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

La targa recita: "On this site Poet & Apothecary John Keats & his friend, the poet, apothecary, surgeon & chemist Henry Stephens, shared lodgings while studying at Guy's & St. Thomas' Hospitals (1815-1816)".
Indirizzo: St Thomas Street SE1, Borough, Londra

Keats House (Wenthworth Place)

Nella casa dove Keats visse dal 1818 al 1820, scrisse Ode to a Nightingale ("Ode a un usignolo") e si innamorò di Fanny Browne, oggi sorge un museo che ne conserva la memoria.
La casa fu costruita nel 1815 con altre case a schiera conosciute come Wenthworth Place. Qui Keats viveva in un appartamento con l'amico Charles Brown.
All'interno della casa museo è possibile trovare una grande varietà di materiale relativa al poeta, dalle lettere ai libri appartenuti a Keats stesso, su cui ancora oggi sono visibili le sue annotazioni, dall'anello di fidanzamento donato a Fanny Browne ad alcuni oggetti appartenuti alla ragazza e all'amico Charles Brown.
Sulla facciata si trova una targa rotonda di colore marrone che recita: "John Keats poet lived in this house B:1795, D:1821".
Indirizzo: 10 Keats Grove, Camden, Londra Regno Unito.
sito Sito: http://www.cityoflondon.gov.uk/
a-pagamento Ingresso a pagamento. Ingresso a pagamento. Intero £5, ridotto £3, gratis per i minori di 17 anni.
orario Orari di apertura: dal 1 marzo al 31 ottobre, dal martedì al sabato 13.00-17.00. Dal 1 novembre al 28 febbraio, dal venerdì alla domenica 13.00-17.00, dal martedì al giovedì riservato ai gruppi prenotati.

 

Targa commemorativa nell'Abbazia di Westminster 

Statua commemorativa

Nel cortile del Guy's Hospital è stata installata nel 2005 una statua realizzata da Stuart Williamson che rappresenta il poeta inglese John Keats, seduto all'interno di una nicchia la quale è stata ricavata da una parte del vecchio London Bridge che fu demolito e ricostruito nel 1831. La scelta del luogo non è casuale: Keats aveva studiato medicina proprio in questo ospedale. La statua è stata commissionata da "Guy's and St Thomas Charity" per commemorare la scomparsa del dottor Robert Knight (1932-2005) ed è stata inaugurata dal Poeta Laureato Andrew Motion, autore della biografia di John Keats.
Indirizzo: Guy's and St. Thomas' Hospital, Great Maze Pond, Londra

Elgin Marbles al British Museum

Nell’imponente galleria Duveen, costruita appositamente per essi, sono disposti gli splendidi fregi e sculture del Partenone e dell’Acropoli che agli inizi dell’Ottocento Lord Elgin, allora ambasciatore presso l’Impero Ottomano, fece rimuovere e trasportare in Gran Bretagna, dove furono venduti al governo per essere esposti nel British Museum.
Fu qui che Keats ebbe l’occasione di vederli e l’emozione fu così forte da imprimersi nella sua poesia: scrisse On Seeing the Elgin Marbles (Allo scorger dei Marmi di Elgin) e altre liriche, tra cui la famosa Ode to a Grecian Urn (Ode a un’urna greca), dove la fascinazione per la perfezione classica si unisce alla malinconia romantica.
Indirizzo: British Museum, Great Russell Street, Londra

 

Italy Roma

Cimitero acattolico di Roma

Keats Shelley House

 

 

Nasce a Dublino il 13 giugno 1865. Il padre è un avvocato, ma anche un noto pittore vicino alla corrente dei preraffaeliti, che, frequentando un ambiente molto fervido da un punto di vista intellettuale, stimola l'interesse per l'arte anche nel figlio. Yeats studia a Londra e successivamente a Dublino.
Le sue prime poesie ed un saggio vengono pubblicati sulla rivista Dublin University Review nel 1885 e due anni dopo esce anche la sua prima raccolta poetica.
Pochi anni dopo incontra la donna che amerà ossessivamente tutta la vita, Maud Gonne, alla quale sono ispirati molti dei suoi componimenti.
Dall'incontro con Lady Augusta Gregory, scrittrice di opere teatrali, nasce l'idea di fondare prima un movimento letterario, l'Irish Literary Revival, e successivamente un teatro, l'Abbey Theatre, inaugurato il 27 dicembre 1904. Qui andranno in scena alcune delle opere teatrali scritte dai due fondatori, tra cui quelle scritte da Yeats: La Contessa Cathleen ("The Countess Cathleen", 1892), Il paese del desiderio ("The Land of Heart's Desire", 1894) e Deirdre (1907).
Nel 1907 intraprende un viaggio in Italia e da questo momento in poi la sua poesia si farà più mistica ed esoterica, influenzata dall'interesse nato per lo spiritismo e l'occulto.
Nel 1917 si sposa a Londra con Georgie Hyde-Leeds e nel 1922 entrerà nel Senato irlandese.
L'anno successivo gli viene conferito il Nobel per la Letteratura, per "la sua poesia sempre ispirata, che in un'elevata forma artistica dà espressione allo spirito di un'intera nazione". La poetica di Yeats, infatti, è fortemente influenzata dalla cultura tradizionale e dal folklore irlandese, intrisa di patriottismo e sentimenti nostalgici.
Nel 1928 si trasferisce con moglie e figli a Rapallo (GE) per cercare di ristabilirsi da una precaria condizione di salute. Continua la sua attività di intellettuale, pubblicando raccolte poetiche come The Tower (1928), The Winding Stair and Other Poems (1933), e Last Poems and Plays.
Muore il 28 gennaio 1938 per un attacco cardiaco e viene sepolto in Francia, a Roqueburne, ma nel 1948 la salma viene traslata in Irlanda, nel cimitero di Drumcliff, contea di Sligo, città della madre che il poeta era solito frequentare e che gli era particolarmente cara.

I luoghi di William Butler Yeats

Ireland Dublino

Targa commemorativa sulla casa dove visse dal 1922 al 1928

La casa dove visse Yeats dal 1922 al 1928 è indicata da una targa commemorativa: "Senator William Butler Yeats 1865 - 1939 poet & playwright lived here 1922 - 1928".
Indirizzo: 82 Merrion Square, Dublino.

   

Mostra permanente nella National Library of Ireland

La Biblioteca nazionale irlandese ospita una mostra permanente interamente incentrata sul poeta. La "Yeats Collection", in parte qui esposta, consta di circa 2000 oggetti ed è la più consistente raccolta di documenti esistente legata al poeta. È stata donata nel corso degli anni, dal 1959 al 2002, dalla moglie George e dal figlio Michael.
La mostra è allestita in un'unica sala ma è estremamente curata: è costituita da numerose installazioni, oggetti e manoscritti appartenuti al poeta, documenti fotografici relativi alla sua vita e alle persone che vi hanno avuto un ruolo importante, materiali audiovisivi incentrati sulle sue poesie.
Indirizzo: National Library of Ireland, 2/3 Kildare Street, Dublino
sitoSito: http://www.nli.ie
gratis Ingresso gratuito.
orario Orari di apertura: Dal lunedì al mercoledì, ore 9.30-19.45. Giovedì e venerdì, ore 9.30-16.45. Sabato ore 9.30-16.45. Domenica: ore 13-16.45.

   

Statua nel parco St. Stephen's Green

La scultura dedicata al premio Nobel irlandese è stata realizzata da Henry Moore. La targa ai piedi della statua recita: "W.B. Yeats 1865-1939 / A tribute in bronze by / Henry Moore, erected / by admirers of the poet / October 1967".
Indirizzo: St. Stephen's Green, Dublino

The Hugh Lane Gallery

Hugh Lane, sulla cui donazione si fonda la pinacoteca, era nipote di Lady Gregory, la cui casa a Coole era frequentata dai protagonisti della rinascita culturale irlandese nei primi decenni del Novecento, tra cui Yeats. Hugh Lane aveva visto alcuni quadri del padre del poeta, John Butler Yeats, e di Nathanial Hone in una mostra a Dublino nel 1901, e si decise a dare inizio a una campagna per formare una galleria d'arte municipale nella capitale irlandese. Così si disse disposto a donare alcuni dei suoi quadri più preziosi, tra cui quelli degli impressionisti francesi, a condizione che venisse istituita una mostra permanente. La galleria municipale aprì nel 1908 nella sede provvisoria della Clonmell House in Harcourt Street. Dopo molti anni di incertezza, in cui il progetto trovò in particolare l'opposizione politica del barone William Martin Murphy, nel 1933 fu trasferita nel sito definitivo, la Claremont House, dove si trova ancora oggi.
Durante questi anni Yeats aveva fortemente promosso la costituzione del museo e aveva scritto sei poesie sulla storia della galleria, tra cui l'ultima, scritta nel 1937, due anni prima della morte, dal titolo The Municipal Gallery Revisited.
Nella galleria oggi vi sono esposti anche alcuni quadri del fratello del poeta, Jack Butler Yeats, e due ritratti del poeta: il primo è un olio su tela realizzato dal fratello Jack nel 1886 quando William aveva 19 anni, l'altro una litografia realizzata da Sir William Rothenstein nel 1898.
Indirizzo: Charlemont House, Parnell Square North
sitoSito: http://www.hughlane.ie/
gratis Ingresso gratuito.
orario Orari di apertura: Dal martedì al giovedì, dalle 9.45 alle 18. Venerdì e sabato, dalle 10 alle 17. Domenica dalle 11 alle 17. Lunedì chiuso.

 

Literary Parade, St. Patrick's Park 

Dublin Writers Museum

Abbey Theatre

Tomba di Maud Gonne nel cimitero di Glasnevin

 

Ireland Sandymount, Contea di Dublino

Targa commemorativa sulla casa dove visse

La targa marrone di forma rettangolare recita: "Birthplace of William Butler Yeats poet dramatist author June 13 1865".
Indirizzo: 5 Sandymount Avenue, Sandymount, Dublino

 

Ireland Howth, Contea di Dublino

Targa commemorativa sulla casa dove visse

La targa, posta sulla casa Balscadden, recita: "Balscadden House. W. B. Yeats poet lived here 1880 -1883 «I have spread my dreams under your feet. Tread softly because you tread on my dreams».
Indirizzo: Balscadden House, Balscadden Road, Howth, Dublino

 

Ireland Gort, Contea di Galway

Coole Park

Thoor Ballylee

A poche miglia dal Coole Park sorge questa torre anglo-normanna (in gaelico "Túr Bhaile Uí Laí") risalente al XV secolo, che agli inizi del 1900 apparteneva alla famiglia di Lady Augusta Gregory, amica di William Butler Yeats.
La torre è infatti nota anche come "Yeats' Tower" perché nel 1916 il poeta la acquistò per una cifra simbolica di 35£ e visse qui con la famiglia per alcuni periodi tra il 1921 e il 1929. L'edificio, adiacente a un piccolo cottage, è composto da quattro piani, ciascuno con finestra che dà su un torrente la cui esondazione nel 2015 ha causato numerosi danni all'edificio. Una iscrizione esterna ricorda il passaggio del poeta: "I, the poet William Yeats, with old mill boards and sea-green slates, and smithy work from the Gort forge, restored this tower for my wife George; and may these characters remain when all is ruin once again".
La torre è oggi visitabile, ma i suoi interni sono quasi completamente spogli; è possibile però salire fino al tetto per ammirare la vista dall'alto della campagna irlandese circostante. Il piccolo cottage attaccato alla torre invece è un centro visitatori gestito da volontari. In una stanza viene proiettato un documentario su Yeats e alcuni pannelli espositivi spiegano la storia della torre e l'influenza sul poeta come simbolo esoterico.  
 sito Sitohttps://yeatsthoorballylee.org/

Kiltartan Gregory Museum

L'edificio, progettato dall'architetto Francis Persse nel 1892, apparteneva a Sir William Gregory, marito di Lady Augusta Gregory (1852 - 1932), amica e consigliera di Yeats. Chiusa la scuola nel 1969, l'edificio fu acquisito dall'associazione locale di agricoltori fino al 1990 quando passa alla Kiltartan Gregory Cultural Society che destina l'edificio a museo. Oggi custodisce la memoria di Lady Gregory, fondatrice con Yeats dell'Irish Revival Society e dell'Abbey Theatre. Durante la permanenza di Lady Augusta a Coole, infatti, il luogo divenne un punto di incontro per molti intellettuali irlandesi, soprattutto chi nutriva particolare interesse per la riscoperta del folklore e delle tradizioni del loro paese.
Indirizzo: Kiltartan Cross, Gort, County Galway, Irlanda.
 sito Sitohttp://www.gortonline.com/gregorymuseum/
a-pagamento Ingresso a pagamento.
orario  
Orari di apertura: da giugno a agosto, dal lunedì al sabato 11.00-17.00, domenica 13.00-17.00. Da maggio a settembre, solo la domenica 13.00-17.00. Negli altri periodi, aperto su appuntamento.

 

Ireland Sligo

L'abbazia

Uno degli edifici più interessanti da un punto di vista architettonico, unico rimasto del periodo medievale.
L'abbazia fu fondata da Maurice Fitzgerald dell'ordine dei domenicani nel 1252 (o 1253), ma venne danneggiata accidentalmente in seguito ad un incendio nel 1414. Al suo interno sono stati sepolti molti personaggi storici legati alla città, come alcuni membri delle famiglie O’Conor e O’Creans (XVI-XVII secolo) e il re di Breifne Tighernen O’Rourke (1418).
Il 1° giugno 1642 Sir Frederick Hamilton, un ufficiale scozzese seguace di Oliver Crowell, per vendicare la morte di venti soldati protestanti aggrediti dalla folla, fece saccheggiare la cittadina di Sligo uccidendo molti dei suoi abitanti. La devastazione colpì anche l'abbazia, dove i soldati rubarono ogni bene prezioso, appiccarono il fuoco e uccisero i monaci. Yeats parla di questo evento nel racconto The Curse of the Fires and the Shadows.
Indirizzo: Abbey St., Sligo, County Sligo, Irlanda
sitoSitohttp://www.heritageireland.ie/en/north-west/sligoabbey/
a-pagamento  Ingresso a pagamento: Intero: 3 € (previste riduzioni per studenti, bambini e anziani)
orario Orari: da 1° aprile a metà ottobre, tutti i giorni 10.00 - 18.00. Da metà ottobre al 3 novembre, solo venerdì, sabato e domenica 09.30 - 16.30

Ulster Bank e monumento a W.B. Yeats

L'edificio di due piani in pietra arenaria fu progettato da James Hamilton e costruito nel 1863.
Quando Yeats tenne il discorso di accettazione del Premio Nobel, parlando del Palazzo Reale Svedese disse che gli ricordava nei dettagli ornamentali questo edificio di Sligo, sebbene ormai fossero trascorsi quarant'anni dall'ultima volta che l'aveva visto. Di fronte all'edificio si trova il monumento dedicato al poeta, una statua in bronzo scolpita da Rowan Gillespie e eretta nel 1989 per commemorare i cinquant'anni dalla sua morte. Il luogo è stato scelto proprio in virtù del fatto che, come già accennato, Yeats menzionò proprio la Ulster Bank nel discorso che tenne a Stoccolma.
Indirizzo: Stephen Street, Sligo, County Sligo

Sligo County Museum and Library

La vecchia chiesa in stile neogotico costruita nel 1851 fu trasformata in biblioteca civica nel 1954 e l'adiacente casa del curato, edificata nel 1867, fu convertita in museo cittadino nel 1955. Il museo è principalmente dedicato alla storia e all'arte di Sligo, ma la sezione più rilevante è la Yeats Memorial Room, una stanza dedicata a Yeats e alle sue opere, dove sono custodite la medaglia del Premio Nobel, fotografie, manoscritti e alcune lettere. Inoltre, nell'edificio della vecchia chiesa sono esposti invece alcuni quadri di Jack Butler Yeats, fratello di William.
Indirizzo: Stephen Street, Sligo, County Sligo
 sito Sito: http://www.sligolibrary.ie
orario Orari di apertura: Da ottobre a aprile, 9.30-12.30. Da maggio a settembre 9.30-12.30 e 14.00-16.50. Chiuso domenica e lunedì.

Yeats Memorial Building e Yeats Society

A pochi passi da Hyde Bridge, sorge questo edificio progettato da Vincent Craig e eretto nel 1895 dalla Belfast Banking Company, divenendo parte dell'Allied Irish Bank nel 1970. Il 16 maggio 1973 fu donato alla Yeats Society, che qui ha la sua sede.
Al suo interno è possibile visitare una mostra permanente su Yeats. C'è inoltre una biblioteca, la sala di lettura, un caffè e la Sligo Art Gallery. Ogni anno vi viene organizzata la Yeats International Summer School.
Indirizzo: Hyde Bridge, Sligo, County Sligo.
 sitoSitohttp://www.yeatssociety.com
orario
 Orari di apertura: da lunedì a venerdì, 10.00-17.00.

Yeats Open Art Gallery

Yeats Open Art Gallery consiste in una galleria d'arte a cielo aperto di opere che interpretano le liriche del poeta. La prima opera si ispira alla poesia Aedh Wishes for the Cloths of Heaven ed è nata da una collaborazione tra Jane Murtagh e la nipote di Yeats, Caitríona Yeats; è stata installata all'inizio di Wine Street sulla parete esterna della Pollexfen House che è stata la casa dei nonni materni di Yeats. 
sitoSitohttp://yeatsopenairgallery.com/

Murale dedicato a Maud Gonne

Il murale ritrae Maud Gonne, la musa di Yeats, e riporta una poesia del poeta, When you are old. L'opera è stata commissionata dal comitato per il decoro della cittadina, Sligo Tidy Towns, e realizzato da Nik Purdy. Era accompagnato da un altro murale che ritraeva Yeats e era posizionato all'incrocio tra Lord Edward Street e la strada S4, ma quest'ultimo è stato demolito il 1° ottobre 2016 per uno stato di deterioramento dell'edificio.
Indirizzo: incrocio tra Finisklin Road e Union Place, Sligo, County Sligo.

St. John the Baptist Cathedral

In questa chiesa costruita nel 1730 i genitori del poeta, John Butler Yeats e Susan Pollexfen, si sposarono il 10 dicembre 1863. La parrocchia era usualmente frequentata dalla famiglia materna del poeta, i Pollexfen e i Middleton, molti dei cui membri sono sepolti nel cimitero adiacente l'edificio.
Indirizzo: St. John street, Sligo, County Sligo

 

Ireland Rosses Point, Contea di Sligo

Elsinore House

Il poeta Yeats e il fratello Jack passarono alcune vacanze estive in questo edificio. Si dice che sia stata costruita negli anni Trenta del 1800 da un contrabbandiere noto col nome di "Black Jack" e successivamente acquistata dal prozio di Yeats, William Middleton. Yeats parla nelle sue opere delle storie di tunnel segreti e tesori sepolti che lo emozionavano da bambino. La casa si trova sulla collinetta di fronte al porticciolo di Rosses Point: nell'estremita occidentale della località, dove la strada curva verso destra, parte un piccolo viottolo che scende verso il porticciolo. All'inizio del viottolo si trova la struggente statua di Niall Bruton, "Waiting on Shore", dedicata a coloro che hanno perso la vita in mare, che rappresenta una donna con le mani protese verso l'oceano in attesa del ritorno del suo amato. Scendendo il sentiero fino alla Lifeboat Station, di fronte a essa, si trova Elsinore Lodge, oggi un vecchio rudere. 
Il poeta fu ispirato da quest'atmosfera in alcune sue liriche (qui scrisse parte dell'opera giovanile The Celtic Twilights) e il fratello pittore ritrasse questo paesaggio in alcune sue tele tra cui "Memory Harbour". 
Yeats tornò alla Elsinore Lodge con la moglie Georgie nel 1919 per far visita al cugino Henry Middleton, un personaggio eccentrico. Trovando i cancelli sbarrati, il poeta scavalcò il muretto e trovò lo zio vestito con un elegante abito bianco, circondato da un gran disordine, il quale gli disse di essere molto impegnato per vedere chicchessia. Da qui, Yeats ha tratto il modello di John Sherman nel suo romanzo omonimo e ha scritto alcuni versi in Three Songs to the One Burden (nella raccolta Last Poems) che recitano: "My name is Henry Middleton, / I have a small demesne / A small forgotten house that's set / On a storm-bitten green, / I scrub its floor and make my bed / I cook and change my plate, / The post and garden-boy alone / Have keys to my old gate". fonte14x14
Indirizzo: Rosses Point, Sligo, Irlanda

 

Ireland Drumcliff, Contea di Sligo

Tomba e monumento nella Drumcliff Parish Church

La tomba di Yeats si trova nel cimitero della Drumcliff Parish Church ai piedi del monte Benbulben, dove il primo monastero fu fondato nel 574 da San Columba di Iona. L'epitaffio, scritto dal poeta stesso nella lirica Under Ben Bulben, recita: "Cast a cold eye / On life, on death. / Horseman, pass by!" ("Getta un freddo sguardo sulla vita, sulla morte. Cavaliere, va' avanti!").
All'interno della chiesa, in fondo alla navata sinistra, si trova una targa in bronzo che ricorda John Yeats, bisnonno del poeta, che fu parroco della chiesa dal 1805 al 1846.
Fuori dalla chiesa si trova un monumento realizzato da Jackie McKenna dedicato a Yeats che ritrae una figura umana accovacciata e pensante su una piattaforma dove è scolpita la poesia He wishes for the cloths of Heaven, dedicata alla musa del poeta, Maud Gonne, e famosa per i versi finali  "I have spread my dreams under your feet / Tread softly because you tread on my dreams." ("Ho steso i miei sogni sotto i tuoi piedi / Cammina con passo leggero perché cammini sui miei sogni").

Dooney Rocks

Il parco, pochi chilometri fuori da Sligo sulla strada R287, fa da sfondo alla poesia di Yeats The Fiddler of Dooney.

 

Ireland Lissadell, Contea di Sligo

Lissadell House and Gardens

Quando Robert Gore Booth costruì la casa di Lissadell negli anni Trenta del 1800, il nonno di William, John Butler Yeats era parroco di Drumcliff (dal 1811 al 1846). Da ragazzo William visitò spesso Lissadell col fratello Jack, futuro pittore, per le partite di cricket e le corse di cavalli. Da giovane frequentò le sorelle Gore Booth, Constance e Eva, e qui soggiornò durante gli anni 1894 e 1895. Sembra che la sua stanza sia stata al primo piano, sulla destra rispetto alla scala principale.
Oggi è possibile visitare la Yeats Gallery, una piccola esposizione permanente che custodisce libri originali in prima edizione, lettere, disegni, fotografie che si focalizzano sulla vita del poeta, di suo fratello Jack e del padre, questi ultimi entrambi pittori.
Indirizzo: Lissadell, Ballinfull, County Sligo, Irlanda.
 sito Sitohttp://www.lissadellhouse.com
orario  Orari di apertura: Aperta tutti i giorni da metà agosto a metà ottobre, dalle 9.00 alle 13.30 (controllare sul sito ufficiale le date precise che variano ogni anno).

 

Ireland Benbulben, Contea di Sligo

Il Benbulben è un'altura di circa 500 metri sopra il livello del mare. È un luogo che da sempre ha ispirato antiche leggende, come quella di Diarmuid e Grainne, che vede qui ambientarsi la scena finale della morte di Diarmuid. Nel 1901 Yeats e George Moore collaborarono insieme alla scrittura di un'opera teatrale basata su quest'opera, dal titolo Diarmuid e Graiine, che fu portata in scena nell'ottobre di quello stesso anno al Gaiety Theatre di Dublino.
Il Benbulben ha occupato un posto importante nell'immaginario del poeta, in particolar modo nella lirica Under Ben Bulben dove scrive nei versi finali il suo epitaffio, poi scolpito sulla sua tomba a Drumcliff: "Under bare Ben Bulben's head / In Drumcliff churchyard Yeats is laid. / An ancestor was rector there / Long years ago, a church stands near, / By the road an ancient cross. / No marble, no conventional phrase; / On limestone quarried near the spot / By his command these words are cut: / Cast a cold eye / On life, on death. / Horseman, pass by!".

 

Ireland Lough Gill, Contea di Sligo

Lake Isle of Innisfree

In una poesia del 1888 dal titolo The Lake Isle of Innisfree, Yeats parla di Innisfree, una delle ventidue isolette nel lago Lough Gill: I will arise and go now, and go to Innisfree, / And a small cabin build there, of clay and wattles made; / Nine bean rows will I have there, a hive for the honeybee, / And live alone in the bee-loud glade. Più volte il poeta ha raccontato la genesi di questa poesia: viveva a Londra e durante una delle sue passeggiate per le strade della città, vide in una vetrina una fontana che faceva "ballare" una palla con il suo getto d'acqua. La vista dell'acqua gli ricordò subito i luoghi cari in cui era solito trascorrere l'infanzia in Irlanda, in particolare la contea di Sligo, dove si trova il Lough Gill. Questo sentimento nostalgico gli dettò la poesia in questione, poi diventata una delle sue più famose.
Sulle sponde del Lough Gill si trova Parke's Castle, un maniero fortificato appartenuto alla famiglia Parke che a sua volta l'aveva costruito sui resti di una torre normanna della famiglia O'Rourke. Sebbene non sia mai menzionata nelle poesie di Yeats, era un luogo molto familiare al poeta.
Nel piccolo molo di fronte Parke's Castle è possibile imbarcarsi sulla Rose of Innisfree per fare una piccola crociera sul Lough Gill (www.roseofinnisfree.com).

 

Ireland Ballysadare, Contea di Sligo

Sally Gardens

La poesia Down by the Salley Gardens, pubblicata nel 1889 che ha come tema il rimpianto, è stata ispirata dalla canzone che il poeta sentì cantare da una donna nel villaggio di Ballysadare (anche Ballisadare e Ballisodare). Il termine "Salley" è un'alternativa al più comune sallow, "salice", e probabilmente il luogo al quale si riferisce la poesia è l'argine del fiume Owenmore dove crescono i salici e che, attraversando il paese di Ballysadare, crea dei bellissimi scorci.
Indirizzo: Ballysadare, County Sligo, Irlanda.

Knocknarea Mountain

Circa quattro miglia a ovest di Sligo, sulla penisola di Strandhill, viene più volte citata da Yeats nelle sue poesie, dove la definisce "The Land of Heart’s Desire". Ne parla nel componimento The Hosting of the Sidhe e fa inoltre da sfondo all'incontro tra Oisin e San Patrizio nella sua opera The Wanderings of Oisin.
Indirizzo: Knocknarea, Strandhill, County Sligo, Irlanda

 

Ireland Contea di Leitrim

Cascate Glencar (Glencar Waterfall)

La poesia The Stolen Child, fa riferimento a queste cascate a nord di Sligo. Scritta nel 1886, è raccolta all'interno di The Wanderings of Oisin and Other Poems e manifesta l'interesse per Yeats per il folklore e la mitologia irlandese. Nel 1985 la cantante Loreena McKennitt ha realizzato una versione musicata del poema. Where the wandering water gushes / From the hills above Glen-Car, / In pools among the rushes / That scarce could bathe a star [...].

 

United Kingdom Londra

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

L'edificio in cui Yeats visse a Londra con la famiglia recita: "John Butler Yeats 1839-1922 artist / W. B. Yeats 1865-1939 poet / Jack B. Yeats 1871-1957 artist lived here".
Indirizzo: 3 Blenheim Road, Chiswick, W4, Londra

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

La targa, rotonda di colore blu, recita: "William Butler Yeats 1865-1939 Irish poet and dramatist lived here".
Indirizzo: 23 Fitzroy Road, Primrose Hill, NW1, Londra

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

La targa nera di forma rettangolare recita: "William Butler Yeats Irish poet and dramatist lived in this house then known as 18 Woburn Buildings from 1895 to 1919".
Indirizzo: 5 Woburn Walk, Bloomsbury, WC1H 0JJ, Londra

 

United Kingdom Thame, Oxfordshire

Targa commemorativa sull'edificio dove visse

La targa, rotonda di colore blu, posta sul lato interno non visibile dalla strada, recita: "W. B. Yeats 1865 - 1939 poet lived here in 1921 Michael Butler Yeats 1921 - 2007 Irish Senator born here".
Indirizzo: 42 High Street, Thame, Oxfordshire, Regno Unito

 

 

Itinerari

Viaggio con Yeats a Sligo, la "terra dei desideri del cuore"

Con Yeats nei dintorni di Galway: Coole Park e Thoor Ballylee

 

I luoghi di George Bernard Shaw

 

Ireland Dublino

Literary Parade, St. Patrick's Park 

Dublin Writers Museum 

Targa commemorativa sulla casa natale

La targa recita: "Bernard Shaw / Author of many plays / was / born in this house / 26 July 1856".
Nell'edificio vi era stato allestito un museo dedicato allo scrittore che risulta ancora chiuso.
Indirizzo: 33 Synge Street, Dublino.

Ireland Gort, Contea di Galway

Coole Park

 

United Kingdom Londra

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "George Bernard Shaw / lived in this house / from 1887 to 1898 -- From the coffers of his genius / He enriched the world". Nello stesso edificio è vissuta per un periodo anche Virginia Woolf, come ricorda una targa apposta più in basso.

Indirizzo: 29 Fitzroy Square, Londra

Covent Garden

 

 

 

Indirizzo: 26/27 Lower Abbey Street, Dublino
sito

Fu fondato nel 1904 da W.B.Yeats e Lady Augusta Gregory, grazie al supporto economico di Annie Horniman. Già in precedenza c'erano state esperienze teatrali che avevano preparato il terreno per l'Abbey Theatre, come ad esempio l'Irish Literary Theatre (fondato sempre da Yeats, Lady Augusta Gregory e Edward Martyn nel 1899) e la W.G. Fay's Irish National Dramatic Company, realizzata dai fratelli William e Frank Fay, che avevano entrambi lo scopo di promuovere i drammaturghi irlandesi.

L'apertura ufficiale del teatro avvenne il 27 dicembre 1904 con alcuni spettacoli tra cui On Baile's Strand di Yeats e Spreading the News di Lady Gregory. Sin dall'inizio ricevette un buon successo di pubblico e vi presero parte i più importanti autori dell'epoca.
Nel 1907, alla prima rappresentazione di The Playboy of the Western World di J.M. Synge, si assistette ad una rivolta del pubblico per lo scandalo suscitato dallo spettacolo, esperienza analoga a quella che toccherà nel 1926 all'opera di Sean O'Casey The Plough and the Stars.

All'Abbey furono rappresentate le prime opere di O'Casey: oltre alla già citata The Plough and the Stars, anche The Shadow Gunman (1923) e Juno and the Paycock (1924).

Nel 1924 Yeats e Lady Gregory offrirono il teatro alla nazione irlandese, divenendo così teatro nazionale e prendendo il nome di Irish National Theatre. Vengono fondate la scuola di recitazione e di danza, quest'ultima chiusa poi nel 1933. Viene aggiunto anche un piccolo teatro, il Peacock, dove portare in scena opere sperimentali.
Negli anni il successo del teatro è andato scemando fino al terribile incendio del 18 luglio 1951, che distrusse gran parte del teatro. La compagnia si spostò provvisoriamente al Queen's Theatre fino al 1961 quando la ricostruzione dell'Abbey fu completata, seppur la nuova struttura non abbia la stessa bellezza e fascino della precedente.

Il teatro è ancora oggi in attività e porta in scena numerose opere teatrali irlandesi.

Indirizzo: Trinity College Dublin, College Green, Dublino.sito

Fondata nel 1592 per concessione di Elisabetta I, è la più prestigiosa università irlandese. Originariamente la zona in cui sorgeva, a sud-est rispetto alle mura cittadine presso l'antico monastero di All Hallows, era ritenuta decentrata rispetto al resto della città, per cui nel nome ufficiale la sua ubicazione è indicata come "vicino Dublino" (il nome ufficiale era "College of the Holy and Undivided Trinity of Queen Elizabeth near Dublin". L'intento era quello di offrire in Irlanda un'educazione di stampo protestante e, infatti, fino al 1970 i cattolici che decidevano di frequentare questa università venivano scomunicati.
Dopo il travagliato periodo delle guerre civili seicentesche, durante il quale l'università fu adibita a caserma di soldati, nel Settecento tornò a fiorire, anche grazie alla presenza del Parlamento, prodigo di finanziamenti, che sorgeva sull'altro lato del cortile dell'Università. A questo periodo risalgono la biblioteca, la tipografia e il refettorio.
Nell'Ottocento fu costruito l'Orto botanico e si puntò al potenziamento dell'offerta formativa, adottando un moderno sistema universitario e istituendo le facoltà di ingegneria (1842) e lettere (1857) che andarono ad aggiungersi alle già esistenti medicina, giurisprudenza e teologia.
Tra il 1830 e il 1900 furono create venti nuove cattedre e furono ampliate le strutture per la ricerca scientifica con ad esempio la costruzione del Museum Building sulla piazza principale. Nel 1903 vengono ammesse per la prima volta le donne, inizialmente solo ai corsi di laurea in Arte e Medicina.

L'ingresso principale è da College Green, dove si ergono le statue dei letterati Oliver Goldsmith e Edmund Burke e l'edificio Regent House, sede del corpo governativo dell'università. Procedendo oltre l'entrata si attraversano in successione tre piazze: Front Square, Parliament Square e infine Library Square, sovrastate dal campanile di 30 metri progettato dall'architetto Edward Lanyon.

   

 

 

Nel campus si trovano altri interessanti edifici: sulla sinistra rispetto all'entrata si incontrano la Cappella progettata da WIlliam Chambers nel 1777, il Graduates' Memorial Building, e l'edificio denominato Rubrics, il più antico di tutto il college, risalente al 1690. Sul lato destro invece si trovano la Provost's House, chiusa al pubblico, sede del rettorato, la Reading Room e l'Exam Hall, al cui interno si trovano alcuni ritratti di personalità legate all'università, come la Regina Elisabetta I, Jonathan Swift, George Berkeley. Ma l'edificio di maggiore interesse per i visitatori è la Old Library. Nei secoli la biblioteca del Trinity College ha arricchito il suo patrimonio, diventando la più grande in Irlanda. Tra le opere custodite qui, particolarmente famosa è il Libro di Kells, un antico manoscritto miniato dei quattro vangeli scritti in latino, accompagnati da note esplicative e sontuose illustrazioni.

Tra gli altri edifici del campus si citano la Berkeley Library, chiusa al pubblico, l'Arts & Social Science Building, la Douglas Hyde Gallery of Modern Art e il Samuel Beckett Centre, sul lato sinistro rispetto all'ingresso, dove si trova anche il Samuel Beckett Theatre. Il teatro fu costruito nel 1992 su progetto di De Blacam e Meagher e, con la sua struttura in legno di quercia, ricorda il teatro elisabettiano.

Numerosissime sono le personalità del mondo della letteratura e del teatro che sono legate al Trinity College. Tra le più prominenti si ricordano:

Sebastian Barry
Nicholas Brady
Samuel Beckett
George Berkeley
Eavan Boland
John Boyne
Edmund Burke
Eoin Colfer
William Congreve
James Patrick Donleavy, non ha conseguito la laurea
Anne Enright, laurea in filosofia
George Farquhar
Oliver Goldsmith, studia legge, teologia e arte
Seamus Heaney, Honorary Fellow dal 1998
Brendan Kennelly, prima studente e poi professore di Letteratura moderna
William Larminie, consegue la laurea nel 1871
Sheridan Le Fanu
Michael Longley, studia Lettere antiche
Patrick MacDonogh
Derek Mahon
James Clarence Mangan, impiegato alla biblioteca del Trinity College
Paula Meehan
Thomas Southerne
Oliver St.John Gogarty
Bram Stoker
Jonathan Swift
John Millington Synge, consegue la laurea nel 1892
Nahum Tate
Oscar Wilde

All'interno del Dipartimento di Inglese (School of English) è stato inaugurato nel 1998 l'"Oscar Wilde Centre for Irish Writing", un centro di insegnamento e ricerca dei master in Letteratura Irlandese e Scrittura Creativa.
La sede si trova in 21 Westland Row, nella casa appartenuta alla famiglia Wilde, dove Oscar nacque nel 1854.

Bram Stoker

Il giovane Bram Stoker entrò al Trinity College nel 1864, era molto portato per lo sport: si dice fosse un grande giocatore di rugby. Vinse inoltre alcuni premi per il sollevamento pesi e per l'atletica. Fu inoltre interessato alle attività culturali dell'università, ricoprendo la posizione di presidente della Philosophical Society e membro della Historical Society.

 

autori-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

Karel Čapek

(1890-1938) Scrittore, drammaturgo e giornalista ceco, esordisce nel 1920 con la commedia  Loupežník ("Il malandrino"). Lo stesso anno scrive il dramma R.U.R. (Rossumovi univerzální roboti), suo dramma più famoso. Tra le sue opere si ricorda anche il racconto lungo Továrna na absolutno ("La fabbrica dell'assoluto"), la piece Věc Makropulos ("L'affare Makropulos") che ispira anche l'opera lirica omonima di Leoš Janáček e le opere Povídky z jedné kapsy ("Racconti di una tasca") e Povídky z druhé kapsy ("Racconti dall'altra tasca").

Tomba nel Cimitero di Vyšehrad


Václav Havel

Teatro della balaustra (Divadlo Na zábradlí)

Ha lavorato in alcuni teatri come macchinista dal 1960 nei teatri Divadlo ABC e Divadlo Na zábradlí. In quest'ultimo furono rappresentate le sue prime tre opere come Zahradní slavnost ("Festa in giardino", 1963), Vyrozumění ("Il memorandum", 1965) e Ztížená možnost soustředění ("Difficoltà di concentrazione", 1968).
Indirizzo: Anenské náměstí 5, Praga


Franz Kafka


Jiří Kolář

(1914-2002) Poeta, scrittore e pittore ceco, famoso per le sue opere create tramite la tecnica del collage e la raccolta poetica  Básně ticha ("Poesie in silenzio").

Café Slavia


Milan Kundera


Jaroslav Hašek

(1883-1923) Scrittore ceco, noto soprattutto per il romanzo Il buon soldato Sc'vèik.

Monumento dedicato a Hašek

Realizzato nel 2005 da Karel Nepraš e alla sua morte terminato dalla figlia Karolína Neprašová, si trova nel quartiere Žižkov, fortemente legato allo scrittore.
Indirizzo: Prokopova, Žižkov, Praga

Tomba nel Cimitero di Vyšehrad


František Hrubín

(1910-1971) Poeta ceco, amico del Premio Nobel Jaroslav Seifert e militante nel Partito Comunista Cecoslovacco (CPC). Nato in una famiglia di umili origini, vive l'infanzia a Lešany, vicino Praga, durante la Prima Guerra Mondiale. Frequenta il liceo a Praga, poi prosegue all'Università Carolina, dove studia legge e filosofia, ma non si laurea.
Dopo la Seconda Guerra Mondiale diventa uno scrittore freelance e fonda la storica rivista per bambini Mateřídouška ("Il timo"). Ha tradotto autori come Verlaine e Rimbaud, oltre che l'antica poesia cinese, in ceco. Nel 1960 diventa preside del Club degli Amici della Poesia  (Klub přátel poezie). Muore nella città di České Budějovice e viene sepolto al Cimitero di Vyšehrad.

Tomba nel Cimitero di Vyšehrad


Karel Hynek Mácha

(1810-1836) Poeta romantico ceco, famoso per il poema Máj ("Maggio).

Statua di Karel Hynek Mácha nel parco di Petřín

Realizzata tra il 1910 e il 1912 dallo scultore Josef Václav Myslbek, la statua di bronzo commemora lo scrittore Karel Hynek Mácha. Si può facilmente individuare incamminandosi a piedi verso la collina di Petřín lungo il sentiero boschivo. Sembra che in tempi recenti si sia diffusa l'usanza tra i giovani innamorati di baciarsi, in particolare il 1 maggio (ufficiosamente "giorno dell'amore"),  sotto la statua perché la poesia più famosa di questo poeta, "Maggio",  celebra l'amore.
Indirizzo: Parco di Petřín, Praga.
mappa

Cimitero di Vyšehrad


Jan Neruda

(1834-1891) Poeta e scrittore ceco, uno dei membri più rappresentativi del Realismo Ceco. La sua opera più famosa è Povídky malostranské (I racconti di Malá Strana).
Il poeta cileno Pablo Neruda, il cui vero nome era Neftalí Reyes Basoalto, scelse il suo pseudonimo per l'ammirazione che nutriva verso Jan Neruda.

Tomba nel Cimitero di Vyšehrad


Božena Němcová

(1820-1862) Scrittrice ceca, è famosa per il romanzo autobiografico Babička ("La nonna").

Tomba nel Cimitero di Vyšehrad


 

Leggere prima di partire per... Praga

Saggistica

Klaus Wagenbach, Due passi per Praga, Milano, Feltrinelli

 

Articoli sul blog

A Praga con Kafka

 

Twitter

TurismoLett 📚 Nella #NationalPortraitGallery di #Londra c'è anche questo famoso ritratto di #HenryJames che è stato... squarcia… https://t.co/J6Cs5vKH7i
TurismoLett 📚 Alla National Portrait di #Londra c'è anche il quadro delle sorelle #Brontë: è l'unico ritratto collettivo delle… https://t.co/6e5p5do8jU

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Tra aneddoti e curiosità, i quadri letterari della National Portrait Gallery di Londra

di A.M. Se c'è un museo che a Londra mi entusiasma sempre quello è la National Portrait Gallery. Potrà sembrare una...Read More

Dino Buzzati a Villa dei Vescovi: reminiscenze letterarie nei Colli Euganei

di A.M. Siamo in provincia di Padova, dove una rete di paesi costituiscono il Parco letterario di Francesco Petrarca e dei Colli...Read More

Facebook LikeBox