c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl
Maiorca ©pixabay.com

autori-correlati-75px luoghi-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

Jorge Luis Borges

Borges visitò Maiorca nel 1919 e vi trascorse tre mesi nell'Hotel Universal in Calle San Miguel, a Palma, che oggi non esiste più. Qui scrisse le raccolte di poesie Los ritmos rojos (I ritmi rossi, versi sulla rivoluzione russa) e Los naipes del tahur (Le carte del baro). Prendeva lezioni di latino da un sacerdote della cattedrale di Palma, edificio maestoso che ispirò al poeta la poesia Catedral.
Borges tornò a Maiorca con la famiglia dal maggio 1920 al marzo 1921 soggiornando all'Hotel Continental di Palma. Durante questo periodo frequentò spesso i locali notturni, tra cui "Casa Elena", famoso per le belle ragazze, sul quale scrisse un articolo pubblicato nel 1921, Casa Elena. Verso un’estetica del lupanare in Spagna.


Albert Camus

Trascorse un periodo a Maiorca e Ibiza nell'estate del 1935 assieme alla prima moglie Simone, visitando i luoghi d'origine della madre. Era il suo primo viaggio fuori dall'Algeria e lo descrive nel saggio Amore di vivere, compreso nella raccolta Il rovescio e il diritto.


Agatha Christie

Non si conosce molto del soggiorno maiorchino di Agatha Christie, infittito di mistero così come i suoi gialli. Probabilmente trascorse un periodo sull'isola nel 1932 o 1933, in incognito, e tornò sull'isola nel 1935 soggiornando all'Hotel Illa d’Or. Sembra inoltre che abbia trascorso un periodo alla fine degli anni Cinquanta o Sessanta in una casetta di Port de Pollença.
La sua opera Intrigo alle Baleari (Problem at Pollensa Bay), che ha come protagonista il detective Parker Pyne, è ambientata a Maiorca.


Rubén Darío

La Certosa di Valldemossa

Il poeta nicaraguense trascorse un periodo a Maiorca nel 1906-7 e nel 1913, in cerca di un sollievo per la sua condizione di salute. Fu ospitato dalla famiglia Sureda proprietaria del Palacio del Rey Sancho, oggi attiguo al monastero della Certosa. Durante il suo secondo soggiorno iniziò a scrivere El oro de Mallorca, la sua autobiografia romanzata, rimasta incompiuta.
Indirizzo: Plaça de la Cartoixa, Valldemossa
sito Sito: cartujadevalldemossa.com 
a-pagamento Ingresso: a pagamento.
orario Orari: aperto lunedì al sabato; da aprile a ottobre aperto anche la domenica. Chiuso dal 10 dicembre al 9 gennaio. Per gli orari di apertura dettagliati consultare il sito ufficiale.


Robert Graves

Lo scrittore e saggista arrivò a Maiorca nel 1929 in cerca di un luogo tranquillo dove proseguire i suoi studi. Nel 1932 si fece costruire una casa, a cinque minuti a piedi da Deià, che chiamò Ca n'Alluny (in catalano "la casa lontana"). Fuggì dall'isola nel 1936 in seguito allo scoppio della guerra civile spagnola, ma vi ritornò 10 anni dopo stabilendosì qui in pianta stabile. Alla sua morte fu sepolto nell'isola e oggi la sua casa è diventata un museo.

Casa museo Ca n'Alluny

Lo scrittore si fece costruire questa casa nel 1932 quando arrivò con la compagna Laura Riding. Fuggito da Maiorca a seguito dello scoppio della guerra civile, vi ritornò con la nuova famiglia nel 1946 e qui visse fino alla morte.
Dopo la sua scomparsa, la casa è stata acquisita dalla Fundació Robert Graves che l'ha adattata a museo aprendola ai visitatori nell'estate del 2006. L'esposizione si snoda in due piani; nell'auditorium un video racconta la vita dello scrittore con l'ausilio di alcune interviste rilasciate alla BBC; le stanze mantengono gli arredi originali, così come il giardino, conservato com'era all'epoca, compresi alcuni alberi di agrumi che aveva piantato lo scrittore stesso.
Indirizzo: Carretera Deià a Sóller s/n., Deià
sito Sito: lacasaderobertgraves.org 
a-pagamento Ingresso: a pagamento.
orario Orari: dal 1° aprile al 31 ottobre, dal lunedì al venerdì 10-17, sabato 10-15. Dal 1° novembre al 30 marzo, dal lunedì al venerdì 9-16, sabato 9-14.

Tomba nel cimitero della Iglesia de San Juan Bautista

La piccola parrocchia del paese ospita la tomba dello scrittore, indicata da una semplice targa nel cimitero, sotto un grande cipresso.
Indirizzo: Carrer Reverendo Jerónimo Pons, Deià


D.H. Lawrence


George Sand

George Sand vi trascorse tre mesi nell'inverno del 1838-39 in compagnia di Frédéric Chopin che vi compose alcuni dei suoi più famosi Preludi (come il n°28 in re bemolle "Goccia d'acqua"). Il ricordo dell'isola che emerge dal suo diario di viaggio, Un inverno a Maiorca (1842), non è dei più lusinghieri a causa del tempo piovoso, la malattia del pianista e la fredda accoglienza degli abitanti del luogo (dovuta anche alla sua relazione con Chopin, considerata immorale all'epoca).

La Certosa di Valldemossa

Il monastero ospitò Chopin e George Sand durante il soggiorno maiorchino. Oggi custodisce un piccolo museo dedicato alla coppia. Conserva alcune partiture del pianista e due pianoforti "Pleyel" da lui suonati durante il periodo trascorso qui.
Indirizzo: Plaça de la Cartoixa, Valldemossa
sito Sito: cartujadevalldemossa.com 
a-pagamento Ingresso: a pagamento.
orario Orari: aperto lunedì al sabato; da aprile a ottobre aperto anche la domenica. Chiuso dal 10 dicembre al 9 gennaio. Per gli orari di apertura dettagliati consultare il sito ufficiale.


Gertrude Stein

Gertrude Stein trascorse vari soggiorni a Palma con la compagna Alice B. Toklas. Le due si fermarono le estati del 1911 e 1912 e in seguito dal maggio 1916 all'aprile 1919. Durante questo periodo Gertrude Stein scrisse molte delle commedie pubblicate come Mallorcan Stories in Geography and Plays e raccontò il soggiorno maiorcino nell'opera Autobiografia di Alice B. Toklas. Così come era successo a George Sand e Chopin, anche la sua relazione ritenuta scandalosa destò non poche chiacchiere tra gli isolani. 


 

Leggere prima di partire per... l'isola di Maiorca

Letteratura di viaggio

Un inverno a Maiorca, George Sand

 

Ultima modifica il Venerdì, 10 Agosto 2018 10:49
Altro in questa categoria: « Sulmona

Twitter

TurismoLett 📚 Nella #NationalPortraitGallery di #Londra c'è anche questo famoso ritratto di #HenryJames che è stato... squarcia… https://t.co/J6Cs5vKH7i
TurismoLett 📚 Alla National Portrait di #Londra c'è anche il quadro delle sorelle #Brontë: è l'unico ritratto collettivo delle… https://t.co/6e5p5do8jU

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Avevo una casa sulla costa della Danimarca. Il Karen Blixen Museum a Rungsted

di A.M. Ci sono due parole che vengono subito alla mente entrando nella casa danese di Karen Blixen a Rungsted: luce e...Read More

Torino e Milano: due città letterarie a confronto. Intervista agli autori delle Città di carta

Torino e Milano. Due città che hanno fatto la storia editoriale e letteraria italiana. Da una parte la tradizione del Salone del...Read More

Facebook LikeBox