c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl
Procida ©turismoletterario.com

Procida è la più piccola delle tre principali isole dell'arcipelago campano, dopo Capri e Ischia per grandezza. La sua costa frastagliata è inframezzata da golfi e scogliere sulle quali spuntano edifici pittoreschi, piccoli porticcioli e sprazzi di verde. La città vecchia è arroccata su un colle ed è chiamata "Terra Murata", un borgo medievale a picco sul mare raggiungibile tramite una salita pittosto ripida. L'affascinante atmosfera dell'isola fa da sfondo a libri e film. In particolare, in letteratura è nota per essere l'ambientazione de L'isola di Arturo di Elsa Morante e Graziella di Alphonse de Lamartine.

 

autori-correlati-75px  libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

Ferdinando Ferrajoli

Targa commemorativa

Nato nel 1901 a Sant’Egidio del Monte Albino da una famiglia aristocratica, si dedicò agli studi di arte, scoprendo in seguito un grande interesse per l'archeologia a cui dedicò molti dei suoi studi, pubblicando i saggi I castelli di Napoli (1964) e Napoli monumentale (1968). La targa recita: "Procida a ricordo di / Ferdinando Ferrajoli / Archeologo scrittore / che elesse questa verde e fantastica isola / dagli accoglienti invitanti / e irraggiungibili paradisiaci sogni / come egli amò definirla / a suo soggiorno preferito / e a sua seconda patria -- Il Comune di Procida / pose il 9-X-1977".
Indirizzo: via Scotti 22, Procida


Alphonse de Lamartine

Vi ambienta una parte del suo romanzo breve, Graziella.


Elsa Morante

Il romanzo che valse a Elsa Morante il Premio Strega nel 1967, L'Isola di Arturo, è interamente ambientato sull'isola. 

Il giardino di limoni

Elsa Morante alloggiava all'albergo Eldorado, una struttura con splendida vista sul mare costruita alla fine dell'Ottocento che era diventata popolare soprattutto negli anni Cinquanta. Sotto il fresco giardino di limoni dell'albergo la scrittrice iniziò la stesura de L'isola di Arturo, pubblicato poi nel 1957. L'attività chiuse i battenti nel 1998 e il Comune prese in affitto la struttura dalla famiglia Mazzella di Bosco, tuttora proprietaria, per aprirvi il “Parco Letterario Elsa Morante“; tuttavia, a causa di alcuni problemi economici sorti tra le due parti, il giardino è oggi chiuso e non è più accessibile in alcun modo (ma è ancora possibile sbirciare all'interno dai cancelli di ingresso).
Indirizzo: via Vittorio Emanuele 225 (dove si trova il ristorante Mimante), Procida

 

Leggere prima di partire per... Procida

Narrativa

Elsa Morante, L'isola di Arturo, Einaudi
Alphonse de Lamartine, Graziella, varie edizioni

Ultima modifica il Martedì, 18 Ottobre 2016 14:53

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Spotorno Sulmona »

Twitter

TurismoLett In Versilia con "Chi manda le onde": recensione di @AleChiappori https://t.co/4NUqbzvfsf #libri @Librimondadorihttps://t.co/hR0MkNibGB
TurismoLett RT @parcocarducci: Vi aspettiamo domenica 22 ottobre a #Castagnetocarducci per la III° GIORNATA NAZIONALE DE I Parchi Letterari @parchilett

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Leggere prima di partire per... la Norvegia. "Il libro del mare" di Morten A. Strøksnes

di Alessandra Chiappori Morten A. Strøksnes è un giornalista e fotografo spesso impegnato in reportage letterari e saggistica...Read More

Un tuffo nel Salento letterario: luoghi, scrittori, letture e librerie

Il mare azzurro intenso e gli scogli frastagliati; la costa punteggiata da edifici bianchi che riflettono la luce abbagliante del...Read More

Facebook LikeBox