c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
  • Pavia
    La città lombarda venne fondata dalle popolazioni liguri di epoca preromana e faceva parte della Gal...

    Read more

  • Salisburgo
     
     

    Autori correlati Georg Trakl Il poeta austriaco Georg Trakl n...

    Read more

  • Grenoble
    Grenoble è stata fondata nel I secolo a.C. dalla tribù celtica degli degli Allobrogi con il nome di ...

    Read more

  • Sydney

     

    Autori correlati Hans Christian Andersen Busto commemorativo R...

    Read more

  • Siviglia

    La città andalusa fa da sfondo alle storia di Don Juan, ovvero Don Giovanni, un personaggi...

    Read more

  • Nuoro


    Autori correlati Grazia Deledda Museo Deleddiano Il museo dedicato alla scrittric...

    Read more

  • Key West
     
    Key West, col suo clima piacevole e l'atmosfera rilassata, ha attirato numerosi arti...

    Read more

  • Torino
    Città di scrittori e editori, Torino è da sempre stata una città dal grande fervore intellettuale ed...

    Read more

  • Kyoto
    Kyōto è stata l'antica capitale imperiale del Giappone dal 794 al 1868. Quando vi viene trasferita l...

    Read more

  • Padova


    Autori correlati Angelo Beolco (Ruzante o Ruzzante) Targa commemorativa sulla casa...

    Read more

tl

Cimitero di Bunhill Fields, Londra

on 29/07/2017

Indirizzo: 38 City Rd, Londra

Situato nel borgo londinese di Islington, nacque come luogo di sepoltura al tempo dei Sassoni, ma fu usato in modo intensivo a partire dal 1549 quando in seguito al diffondersi di alcune malattie come la peste, non furono più sufficienti i cimiteri adiacenti alle chiese. Qui si rifugiarono molti londinesi durante il Grande incendio di Londra nel 1666. 

Il nome deriva da Bone Hill, ovvero "collina delle ossa" e, trattandosi di un terreno non consacrato, furono sepolti qui in particolare i dissidenti, i non conformisti e chi non apparteneva alla Chiesa Anglicana.
Nel 1852 fu approvato il Burial Act che permetteva ai cimiteri di chiudere una volta che non avevano più spazio a disposizione. Così l'ultima sepoltura a Bunhill avvenne il 5 gennaio 1854, anche se continuarono gli interramenti nelle tombe già esistenti.
Il cimitero fu danneggiato pesantemente dai bombardamenti durante la Seconda guerra mondiale ma venne ricostruito nel 1960 con l'intervento dell'architetto Peter Shepheard

Tra le sepolture famose ci sono il fondatore della setta dei Quaccheri, George Fox, e alcuni importanti scrittori vissuti tra Sei e Settecento.

Gli scrittori illustri qui sepolti sono:

  • William Blake e sua moglie Catherine;
  • John Bunyan, autore di The Pilgrim's Progress;
  • Daniel Defoe

William Blake

Il poeta morì nell'agosto 1827 e fu sepolto nella zona nord del cimitero. Sua moglie Catherine morì nell'ottobre 1831 e fu sepolta in una tomba separata nella zona sud. L'esatto luogo di sepoltura era andato perduto perché molte lapidi erano state rimosse, ma nel 1965 è stato ritrovato dagli studiosi Luis e Carol Garrido, anche se per il momento nel punto esatto non vi è stata ancora posta alcuna indicazione. Nel frattempo, nel 1927 era stata realizzata una nuova lapide per il centenario dalla morte del poeta, quella che possiamo vedere ancora oggi e che recita: "Near by lie the remains of / the poet-painter / William Blake / 1757-1827 / and of his wife / Catherine Sophia".

John Bunyan

Morì nell'agosto 1688 e fu sepolto in via provvisoria nel "Baptist corner", sempre all'interno del cimitero, per essere poi traslato nella tomba di famiglia dell'amico John Struwick, che morì nel 1695.
Il monumento, in stile barocco, versava in stato di abbandono quando nel 1862 il Conte di Shaftesbury finanziò un lavoro di ristrutturazione che fu realizzato dallo scultore Edgar George Papworth senior, il quale aggiunse una scultura che ritraeva lo scrittore e due pannelli che rappresentavano scene dalla sua opera Pilgrim's Progress.

Daniel Defoe

Lo scrittore morì nell'aprile 1731 e fu sepolto a Bunhill Fields. L'anno seguente, nel dicembre 1732, morì anche la moglie Mary, che fu sepolta con lui. Nell'inverno 1857-8 la tomba fu colpita da un fulmine che danneggiò la lapide, ma grazie a una raccolta fondi fu realizzato un nuovo monumento, un obelisco di marmo, inaugurato il 16 settembre 1870.

 

Ultima modifica il Domenica, 30 Luglio 2017 16:06

Twitter

TurismoLett Oggi è il #BurnsDay! E questo è il museo a lui dedicato nel paese natale, #Alloway, in #Scozia! #burnssupperhttps://t.co/F0eg7XTiAF
TurismoLett 📚 Conoscete Foyles, storica libreria londinese nonché una delle più grandi della città?? Fondata nel 1903, questa… https://t.co/DJ3BjRDawF

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Arquà e i Colli Euganei: sulle tracce di Francesco Petrarca

di A.M. C'è un paesino dove la vita scorre tranquilla e il tempo sembra essersi fermato. Si snoda tra vicoli ordinati e tralci...Read More

Li chiamavano "anglobeceri": inglesi e americani a Firenze tra Otto e Novecento

di A.M. Erano una comunità numerosa e parlavano un buffo toscano con accento anglosassone tanto che i fiorentini, con la loro...Read More

Facebook LikeBox