c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
  • Pavia
    La città lombarda venne fondata dalle popolazioni liguri di epoca preromana e faceva parte della Gal...

    Read more

  • Salisburgo
     
     

    Autori correlati Georg Trakl Il poeta austriaco Georg Trakl n...

    Read more

  • Grenoble
    Grenoble è stata fondata nel I secolo a.C. dalla tribù celtica degli degli Allobrogi con il nome di ...

    Read more

  • Sydney

     

    Autori correlati Hans Christian Andersen Busto commemorativo R...

    Read more

  • Siviglia

    La città andalusa fa da sfondo alle storia di Don Juan, ovvero Don Giovanni, un personaggi...

    Read more

  • Nuoro


    Autori correlati Grazia Deledda Museo Deleddiano Il museo dedicato alla scrittric...

    Read more

  • Key West
     
    Key West, col suo clima piacevole e l'atmosfera rilassata, ha attirato numerosi arti...

    Read more

  • Torino
    Città di scrittori e editori, Torino è da sempre stata una città dal grande fervore intellettuale ed...

    Read more

  • Kyoto
    Kyōto è stata l'antica capitale imperiale del Giappone dal 794 al 1868. Quando vi viene trasferita l...

    Read more

  • Padova


    Autori correlati Angelo Beolco (Ruzante o Ruzzante) Targa commemorativa sulla casa...

    Read more

tl

Francis Scott Fitzgerald

on 11/12/2017

I luoghi di Francis Scott Fitzgerald

 

USA New York City

Hotel Plaza

 

USA Montgomery, Alabama

The Fitzgerald Museum

È l'ultima delle quattro case ancora esistenti che furono dimora di Francis Scott e Zelda Fitzgerald, che condussero una vita piuttosto nomade, tra Europa e Stati Uniti.
Zelda era originaria di Montgomery e visse qui fino al 1920, quando si sposò con Scott. Vi ritornarono spesso: in particolar modo si fermarono dal 1931 alla primavera del 1932. All'epoca Scott aveva già pubblicato tre romanzi, tra cui Il grande Gatsby. Quando Scott morì nel 1940, Zelda tornò a Montgomery, ma visse a un altro indirizzo, in Sayre Street, a pochi passi dalla casa dove era cresciuta.
Nel presente edificio che oggi è museo, visse la figlia della coppia, Scottie, dal 1975 al 1985, anno della sua morte. Due dei suoi tre figli continuano oggi a prendersi cura dell'ente Fitzgeral Trust.
L'edificio fu costruito nel 1909 per una famiglia singola, ma fu suddiviso in due appartamenti quando i Fitzgerald vi si trasferirono nel 1932. Nel 1986 doveva essere demolito ma fu acquistato da alcuni estimatori dello scrittore che lo donarono affinché vi fosse istituito l'attuale museo.
L'allestimento museale presenta quattro aree principali che coprono sei diversi periodi della famiglia Fitzgerald, da quando il diciassettenne Scott lascia la sua casa per andare a studiare a Princeton fino alla morte della figlia Scottie nel 1985. In mostra ci sono effetti personali della coppia, manoscritti, fotografie, lettere, articoli e alcune edizioni di pregio delle opere di Scott. Ampio spazio è dato anche alla frizzante "Età del jazz" e dei "Ruggenti anni Venti".
Il secondo piano è anche un appartamento abitabile dove si può soggiornare tramite il sito AirBnB.
Indirizzo: 919 Felder Ave # 919, Montgomery
Sito: http://www.thefitzgeraldmuseum.org/
Ingresso libero, gradite offerte.
Orari di apertura: martedì-sabato 10-15, domenica 12-17.

 

France Parigi

Café de la Mairie

La Closerie des Lilas

Shakespeare and Company

 

Ultima modifica il Lunedì, 12 Marzo 2018 00:07
Altro in questa categoria: « Horace Walpole Edgar Allan Poe »

Twitter

TurismoLett Oggi è il #BurnsDay! E questo è il museo a lui dedicato nel paese natale, #Alloway, in #Scozia! #burnssupperhttps://t.co/F0eg7XTiAF
TurismoLett 📚 Conoscete Foyles, storica libreria londinese nonché una delle più grandi della città?? Fondata nel 1903, questa… https://t.co/DJ3BjRDawF

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Arquà e i Colli Euganei: sulle tracce di Francesco Petrarca

di A.M. C'è un paesino dove la vita scorre tranquilla e il tempo sembra essersi fermato. Si snoda tra vicoli ordinati e tralci...Read More

Li chiamavano "anglobeceri": inglesi e americani a Firenze tra Otto e Novecento

di A.M. Erano una comunità numerosa e parlavano un buffo toscano con accento anglosassone tanto che i fiorentini, con la loro...Read More

Facebook LikeBox