c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl

I luoghi di Roald Dahl

 

United Kingdom Great Missenden, Buckinghamshire

Roald Dahl era trasferito a Great Missenden da Manhattan nel 1954 con la prima moglie, l'attrice hollywoodiana Patricia Neal, e qui è rimasto fino alla morte nel 1990. È quindi in questo piccolo paese del Buckinghamshire che sono nati tutti i suoi libri per bambini, molti dei quali ambientati proprio qui.
Lo scrittore amava sedersi nella sua Writing Hut (Capanna della scrittura), in giardino, il cui interno è stato ricreato all'interno del museo.

Roald Dahl Museum

Il museo di Roald Dahl sorge nel villaggio in cui lo scrittore ha vissuto per 36 anni fino alla morte nel 1990.
Dopo la sua morte, la seconda moglie Felicity Crosland si era messa alla ricerca di una sede per conservare l'archivio del marito e tutti i suoi manoscritti. Così, dopo nove anni di raccolta fondi, il museo è stato finalmente inaugurato il 10 giugno 2005. 

L'edificio è stato progettato dallo studio HawkinsBrown e le gallerie espositive dai designer Bremner & Orr. Il tema del museo sono ovviamente le storie di Roald Dahl.

Dal 2012 la Writing Hut dove lo scrittore si rifugiava per creare le sue storie è stata spostata e fedelmente ricostruita all'interno del museo. Per questo rifugio Dahl si era ispirato alla Boat House, a Laugharne nel Galles, dove era solito ritirarsi il poeta Dylan Thomas. La struttura fu fatta costruire dall'amico Wally Saunders nel giardino della casa ma lo scrittore la personalizzò secondo il suo gusto eccentrico. Lo scrittoio era una tavola di legno rivestita di panno verde per rilassare la vista, poggiata sui braccioli della poltrona. Intorno c'era una scrivania e delle mensole piene di oggetti e ricordi bislacchi: un'opale regalatagli da un piccolo lettore americano, un modellino dell'aereoplano "Hurricane", una palla fatta con le carte di alluminio che rivestivano sua cioccolata preferita e persino la testa dell'osso del suo femore, rimossa e sostituita da una protesi in seguito a un'operazione.

Il museo è rivolto in particolare ai bambini tra i 6 e i 12 anni per i quali organizza laboratori manuali e letture ad alta voce, ma ci sono anche eventi per la fascia 0-3 anni. Offre anche tre gallerie interattive: Boy Gallery, Solo Gallery e The Story Centre:

  • Boy Gallery: si incentra sull'infanzia di Roald Dahl, l'amore per il cioccolato e gli scherzi da bambino. Si può esplorare l'archivio in formato digitale e vedere le foto di famiglia dello scrittore. Ci sono alcuni giochi come cercare il topo nel barattolo di caramelle o annusare le porte giganti di cioccolato.
  • Solo gallery: si incentra sulla vita avventurosa di Roald Dahl, come il viaggio in Africa e la carriera come pilota nella Royal Air Force, oltre all'inizio della carriera di scrittore. In questa sezione si trova la ricostruzione della sua Writing Hut.
  • The Story Centre: Oltre a esporre il bastone di Willy Wonka impiegato nel film La fabbrica di cioccolato (2005), si focalizza sul processo dell'invenzione di storie come uno schermo sul quale creare un cartone animato. Un'altra installazione interattiva è lo "Sparkometer", un gioco per verificare quanto conoscete le opere di Roald Dahl. Qui si trova inoltre una riproduzione della cucina di George dalla storia La magica medicina dove i bambini possono fermarsi a disegnare.

Il 13 settembre di ogni anno vengono organizzati eventi speciali per la ricorrenza della nascita dello scrittore.
Indirizzo: 81-83 High Street, Great Missenden, Buckinghamshire
sitoSitohttp://www.roalddahl.com/
a-pagamento Ingresso a pagamento.

Tomba dello scrittore

Road Dahl è sepolto nel cimitero della chiesa di St. Peter and Paul and Great Missenden. La sua tomba si trova facilmente anche grazie alle grandi impronte di gigante che vi conducono.
Indirizzo: St. Peter and Paul Church, Church Lane, Great Missenden, Buckinghamshire

Garage di Danny il campione del mondo

La pompa di benzina che ha ispirato la descrizione del garage in Danny il campione del mondo si trova al numero 64 di High Street: è riconoscibilissima per il suo rosso sgargiante e lo stile anni Cinquanta.
Indirizzo: 64 High Street, Great Missenden, Buckinghamshire

Edificio di ispirazione per Il GGG

La Crown House, un vecchio edificio di legno, è stato l'ispirazione per l'orfanotrofio di Sophie nel GGG.
Indirizzo: Crown House, 70 High Street, Great Missenden, Buckinghamshire

 

Wales Cardiff

Targa sulla casa natale

La targa indica la casa in cui è nato lo scrittore e recita: "Roald Dahl storyteller was born here when it was 'Villa Marie' 13.09.1916"
Indirizzo: Ty Gwyn, Fairwater Road, Cardiff

Targa commemorativa

La targa indica il luogo in cui si trovava il negozio di dolci di Mrs Pratchett che lo scrittore ricorda nella sua autobiografia, Boy. Nel racconto viene infatti narrato di quando il piccolo Roald Dahl aveva fatto uno scherzo alla
signora mettendole un topo in un barattolo di caramelle. Il testo in inglese, seguito da quello in lingua gallese, recita: "Roald Dahl Author Born 1916 - Died 1990. Site of 'Mrs Pratchett's' sweetshop during his time at Cathedral
School as recalled in his autobiography 'Boy'."
Indirizzo: 11 High Street, Llandaff, Cardiff

Targa commemorativa nella piazza intitolata allo scrittore

La piazza, famosa anche per essere apparsa in alcune puntate della serie tv Doctor Who, è stata intitolata allo scrittore nato a Cardiff nel 1916. Il testo recita: "Roald Dahls Plass This plaque was unveiled 13 July 2002 by The
Rt Hon The Lord Mayor of Cardiff Councillor Russell Goodway in the presence of His Excellency Tarald Brautaset, Norwegian Ambassador to Britain and Mrs Felicity Dahl to commemorate the renaming of the Oval Basin and to celebrate the life and works of Roald Dahl (1916-1990) who was born in Cardiff and christened at the Norwegian Church". Segue il testo tradotto in lingua gallese.
Indirizzo: Roald Dahl Plass, Cardiff Bay, Cardiff

 

Wales Tenby

Targa commemorativa

La targa indica il luogo in cui Roald Dahl aveva trascorso tutte le vacanze pasquali tra gli anni 1920-36 con la madre e i fratelli. Il testo recita: "Roald Dahl children's author stayed here in The Cabin every Easter Holiday between 1920-36 with his mother and siblings".
Indirizzo: Castle Square, Tenby

 

Norway Sarpsborg

Statua ispirata a Il ragazzo che parlava con gli animali

Il padre dello scrittore, Harald Dahl, era originario di Sarpsborg, un paese in Norvegia a sud di Oslo, di fronte all'isola di Tjöme dove Roald Dahl aveva trascorso le estati della sua infanzia.
Il 3 giugno 2006 è stata inaugurata una statua dedicata allo scrittore all'interno delle celebrazioni per la millenaria storia del paese, fondata nel 1016 da re Olaf, ma anche per i 100 anni dalla nascita dello scrittore.
La statua, realizzata da Fredrick Raddum, è ispirata al racconto Il ragazzo che parlava con gli animali, tratta dalla raccolta Un gioco da ragazzi e altre storie (The Wonderful Story of Henry Sugar and Six More) e rappresenta un bambino in piedi sopra il guscio di una grossa targaruga.
Indirizzo: St. Marie Street, Sarpsborg.

 

Ultima modifica il Sabato, 07 Ottobre 2017 23:58
Altro in questa categoria: « Walter Scott Dino Campana »

Twitter

TurismoLett In Versilia con "Chi manda le onde": recensione di @AleChiappori https://t.co/4NUqbzvfsf #libri @Librimondadorihttps://t.co/hR0MkNibGB
TurismoLett RT @parcocarducci: Vi aspettiamo domenica 22 ottobre a #Castagnetocarducci per la III° GIORNATA NAZIONALE DE I Parchi Letterari @parchilett

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Leggere prima di partire per... la Norvegia. "Il libro del mare" di Morten A. Strøksnes

di Alessandra Chiappori Morten A. Strøksnes è un giornalista e fotografo spesso impegnato in reportage letterari e saggistica...Read More

Un tuffo nel Salento letterario: luoghi, scrittori, letture e librerie

Il mare azzurro intenso e gli scogli frastagliati; la costa punteggiata da edifici bianchi che riflettono la luce abbagliante del...Read More

Facebook LikeBox