c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl

I luoghi di Robert Burns

 

Scotland Edimburgo

Targa commemorativa dell'incontro con Walter Scott

La targa indica il luogo in cui i due pilastri della letteratura scozzese, Walter Scott e Robert Burns, si sono incontrati nell'inverno tra il 1786 e il 1787. L'iscrizione recita: "This tablet commemorates / the meeting / of Robert Burns and / sir Walter Scott / which took place here / in the winter of 1786-87".
Indirizzo: Sciennes House Place, Edimburgo

Targa commemorativa

La targa indica il luogo dove si trovava la casa in cui Burns ha vissuto durante il suo primo soggiorno a Edimburgo. L'iscrizione recita: "In a house / on the East side of this close, / Robert Burns / lived during his first visit / to Edinburgh, 1786".
Indirizzo: Lady Stair’s Close, Edimburgo

White Hart Inn

Il White Hart Inn ha una storia secolare: aprì i battenti nel Cinquecento ma il presente edificio risale al 1740 ed è la più antica locanda ancora in attività. Tra i suoi ospiti illustri ci fu William Wordsworth.
Robert Burns soggiornò qui nel novembre 1791. Era venuto a Edimburgo per incontrare Jenny Clow, ex domestica in casa di Agnes McLehose (la Clarinda delle sue poesie) che aveva consegnato la corrispondenza tra i due, i quali usavano gli pseudonimi di Sylvander e Clarinda. Il poeta aveva poi sedotto la domestica che era rimasta incinta e aveva dato alla luce Robert Burns Clow nel 1788. 
Nel 1791 Burns viveva a Dumfries quando ricevette una lettera da Agnes McLehose che lo informò delle condizioni di salute critiche di Jenny Clow. Il 29 novembre il poeta arrivò a Edimburgo e pernottò al White Hart Inn per circa una settimana. Durante questo periodo incontrò la ragazza, madre di suo figlio, alla quale lasciò un'imprecisata somma di denaro. Jenny morirà due mesi dopo. Nel frattempo, la sua vecchia fiamma, Agnes detta "Clarinda", aveva deciso di partire con suo marito per la Giamaica. Si incontrò con il poeta il 6 dicembre 1791 e i due si scambiarono reciprocamente una ciocca di capelli. Non si rividero più. Da Dumfries Burns le inviò Ae Fond Kiss, una delle più belle poesie d'amore, il 27 dicembre 1791. 
La targa affissa sull'edificio recita: "In the White Hart Inn Robert Burns stayed during his last visit to Edinburgh 1791". 
Indirizzo: 32 Grassmarket, Edimburgo

The Writers' Museum

Ritratto nella Scottish National Portrait Gallery

Targa commemorativa dove abitò Clarinda

Clarinda, pseudonimo di Agnes Maclehose (1758-1841)ebbe una relazione con Robert Burns negli anni 1787-88. A lei è dedicata la canzone Ae fond kiss (1791). Negli scambi epistolari Burns si riferiva a lei come "Clarinda" e si firmava "Sylvander""Near this spot / resided / "Clarinda" / 1787 - 1791 Friend / of Robert Burns -- 1937 Erected by Clarinda Burns Club".
Indirizzo: Potterrow, Edimburgo

Tomba di Clarinda nella Canongate Kirk

Clarindapseudonimo per Agnes Maclehose e destinataria di alcune delle più belle canzoni di Robert Burns, morì il 23 ottobre 1841 e fu sepolta nella Canongate Kirk di Edimburgo, la chiesa che frequentava. La tomba di Clarinda è facilmente riconoscibile: la lapide è affissa sul muro di cinta, lungo il lato destro del cimitero. C'è un'unica iscrizione, "Clarinda" e un medaglione con il profilo della donna, che si basa sulla famosa silhouette realizzata da John Miers nel 1788 su commissione di Robert Burns (il medaglione è esposto alla National Portrait Gallery di Edimburgo). 
Nella cimitero della chiesa, all'entrata, sul lato sinistro, è sepolto anche il poeta Robert Fergusson, contemporaneo di Robert Burns e da lui molto stimato. La carriera poetica di Fergusson durò solo 3 anni perché morì giovanissimo, a 24 anni. Quando Burns, che si era ispirato alle sue poesie, giunse a Edimburgo, scoprì che Fergusson era stato sepolto in una tomba senza lapide, così pagò affinché ne fosse realizzata una, della quale scrisse l'epitaffio, quello che vediamo ancora oggi. L'iscrizione scritta da Burns recita: "Robert Fergusson / Born September 5th 1730 / Died October 16th 1774 / No sculpturd Marbel here nor pompous lay / No stoned Urn nor animated Bust / This simple Stone directs Pale Scotia's way / To pour her Sorrows oer her Poets Dust". 
Sul retro della chiesa si trova anche la tomba dell'economista Adam Smith, autore de La ricchezza delle nazioni.
Indirizzo: Canongate Kirk, 153 Canongate, Edinburgh.

 

Scotland Alloway, Ayrshire

Robert Burns' Birthplace Museum

Il museo dedicato al bardo scozzese Robert Burns è stato fondato nel 2010 grazie a un investimento di 21 milioni di sterline ed espone nella sua ricca collezione molti oggetti e manoscritti appartenuti al poeta.
L'allestimento, moderno e ben strutturato, offre un'incursione nella vita di Burns attraverso vari percorsi tematici, tra cui uno delineato seguendo le sue poesie, di cui vengono mostrati alcuni preziosi manoscritti.
Tra le poesie messe in risalto ci sono A un topo (To a mouse), Tam O’ Shanter, Un bacio appassionato (Ae fond kiss), Auld Lang Syne. Viene data un'attenzione particolare al vernacolo scozzese impiegato dal poeta che viene insegnato a poco a poco al visitatore attraverso i pannelli dell'esposizione.
Tra gli altri temi affrontati ci sono le passioni amorose del poeta, l'attenzione per la vita agreste, il rapido e perdurante successo, le cause dibattute della sua morte.
Al museo è collegato un percorso da fare a piedi per il piccolo borgo di Alloway che conduce alla scoperta degli altri luoghi legati al poeta: il Poet’s path, il Burns Cottage, l'Alloway Auld Kirk, il Burns Monument & Gardens e il Brig O’ Doon.
Indirizzo: Murdoch's Lone, Alloway, Ayrshire
sito Sitohttp://www.burnsmuseum.org.uk/
a-pagamento Ingresso a pagamento. Il biglietto comprende anche il Burns Cottage.
orario Orari di apertura: aperto tutti i giorni dalle 10 alle 17 (potrebbe chiudere nel periodo natalizio, controllare il sito web ufficiale per ulteriori informazioni)

Poet's path

Si tratta di un breve percorso che, parallelamente a Alloway Street, conduce dal Burns' Birthplace Museum nei pressi del Burns Cottage. Nel prato che costeggia il vialetto si trovano quattro sculture che rappresentano altrettante poesie del poeta:
- il topo di To a Mouse, scultura alta 2 metri e realizzata nel 2010 da Kenny Hunter;
- una scena da Tam o'Shanter;
- una volpe da On Glenriddell's Fox Breaking His Chain, una scultura intitolata "Liberty Regain’d" e realizzata nel 2011 da Kenny Hunter;
- la riproduzione di un grosso haggis (un insaccato tradizionale della cucina scozzese) dalla poesia Ode to a Haggis, ad opera di Jake Harvey.
Indirizzo: di fronte al Burns' Birthplace Museum, Alloway, Ayrshire
gratis Ingresso gratuito.

Burns Cottage

Il Burns Cottage è la casa in cui il poeta nacque nel 1759. Sono tre stanze di cui una è la stalla: gli animali vivevano accanto agli uomini perché tra le due parti vi era un legame stretto e interdipendente.
La famiglia Burnes (questo il cognome prima che il poeta lo cambiasse in "Burns") aveva a disposizione una stanza che fungeva da salotto, probabilmente dove Robert e il fratello Gilbert ricevevano le lezioni impartitite da un maestro e dove la sera il padre leggeva ad alta voce al resto della famiglia.
L'altra stanza era la cucina dove si trovava il caminetto e i letti in cui i Burnes dormivano.
Indirizzo: Alloway Street, Alloway, Ayrshire
a-pagamento Ingresso a pagamento. Il biglietto comprende anche il Burns' Birthplace Museum.

Alloway Auld Kirk

Questa antica chiesa fu costruita nel XVI secolo ed era già un rudere all'epoca in cui al piccolo Robert Burns venivano raccontate le storie di paura e mistero ambientate tra questi ruderi. Questi racconti rimasero impressi nel suo immaginario e in seguito ispirarono il poema Tam o'Shanter, i cui versi sono oggi incisi sulle pietre che circoscrivono le mura restanti della chiesa. 
Nel piccolo cimitero di fronte alla chiesa è sepolto il padre del poeta, William Burnes, il cui epitaffio è stato scritto dal figlio (la madre invece è sepolta nel cimitero della chiesa di Bolton, East Lothian). La lapide tuttavia non è quella originale perché è stata danneggiata da alcuni visitatori che ne hanno staccato pezzi da prendere come suvenir.
Indirizzo: Alloway Street, Alloway, Ayrshire
gratis Ingresso gratuito.

Burns Monument & Gardens

Il monumento dedicato al poeta fu costruito sulla riva del fiume Don, a pochi passi dalla sua casa natale. Il progetto fu affidato all'architetto scozzese Thomas Hamilton Junior e fu finanziato pubblicamente. I lavori iniziarono il 25 gennaio 1820 e si conclusero tre anni dopo: il monumento fu infatti inaugurato il 4 luglio 1823. Si tratta di un piccolo tempietto in stile greco posto sopra un piccolo edificio che custodisce una busto in marmo del poeta realizzato da Patric Park nel 1847.
Il monumento è circondato da un giardino molto curato che rinsalda ancora una volta il legame tra il poeta e la natura.
gratis Ingresso gratuito.

Brig O’ Doon

È un ponte del XV secolo sul fiume Don che è legato soprattutto all'infanzia del poeta, il quale lo menzionerà
nelle sue poesie The Banks o'Doon e Tam o'Shanter.

 

Scotland Ayr, Ayrshire

Statua commemorativa

Realizzata dallo scultore George A. Lawson nel 1891, è stata il modello per numerose altre statue installate a Melbourne, Detroit, Vancouver, Montreal e Winnipeg.
Indiririzzo: Robert Burns Square, Ayr, Ayrshire


 

Scotland Glasgow

Targa commemorativa dove si trovava il Black Bull Inn

All'angolo tra Grassford Street e Argyle Street, dove oggi si trova una targa commemorativa, esisteva dal 1785 al 1849 un albergo in cui Robert Burns aveva alloggiato in più di un'occasione, precisamente nel giugno 1787 e nel febbraio e marzo 1788, cogliendo l'occasione per scrivere da qui alcune lettere appassionate alla sua amata, Agnes McIehose, una donna sposata a cui si riferiva come "Clorinda" firmandosi a sua volta con uno pseudonimo, "Sylvander".
L'albergo, abbastanza spazioso da ospitare circa 40 ospiti e 38 cavalli, era stato fondato dalla Highland Gaelic Society ed era gestito all'eoca da tal George Durie.
Alla chiusura dell'albergo nel 1849, gli spazi vennero adibiti a magazzino, ma l'edificio fu poi demolito definitvamente nel 1858, cosicché oggi non ne rimane traccia se non questa targa che ce ne ricorda la passata esistenza.
Indirizzo: angolo tra Grassford Street e Argyle Street, Glasgow

Statua commemorativa 

Nella piazza principale di Glasgow si trovano 12 statue dedicate ad altrettanti personaggi scozzesi illustri.
Quella dedicata a Robert Burns si trova nell'angolo della piazza tra Queen Street e Vincent Place.
Inaugurata il 25 gennaio 1877, è stata scolpita da George Edwin Ewing. I tre bassorilievi apposti sul basamento sono stati realizzati da James Alexander Ewing, fratello minore dello scultore, e illustrano tre componimenti del poeta:  The Cottar's Saturday Night, Tam O' Shanter e The Vision.
Indirizzo: George Square, Glasgow

 

United Kingdom Londra

Busto commemorativo nell'Abbazia di Westminster

 

USA New York

Statua commemorativa nel Central Park

 

 

Ultima modifica il Sabato, 29 Luglio 2017 16:24
Altro in questa categoria: « J.K. Rowling Alda Merini »

Twitter

TurismoLett In Versilia con "Chi manda le onde": recensione di @AleChiappori https://t.co/4NUqbzvfsf #libri @Librimondadorihttps://t.co/hR0MkNibGB
TurismoLett RT @parcocarducci: Vi aspettiamo domenica 22 ottobre a #Castagnetocarducci per la III° GIORNATA NAZIONALE DE I Parchi Letterari @parchilett

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Le statue letterarie parlanti di New York

Mentre a New York si discuteva se alcune statue controverse dovessero essere rimosse (come quella del nostro Cristoforo Colombo)...Read More

Leggere prima di partire per... la Norvegia. "Il libro del mare" di Morten A. Strøksnes

di Alessandra Chiappori Morten A. Strøksnes è un giornalista e fotografo spesso impegnato in reportage letterari e saggistica...Read More

Facebook LikeBox