c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl
Pavia "Duomo di Pavia" di Elisa Banfi (Elib) su Flickr (Licenza CC)

La città lombarda venne fondata dalle popolazioni liguri di epoca preromana e faceva parte della Gallia cisalpina. Fu assoggettata dai Romani nel II sec. a.C. e in seguito divenne capitale del regno longobardo quando Teodorico vi trasferì la sede del potere da Ravenna. In questo periodo assunse il nome di "Papia", da cui deriva il nome moderno. Nel 774 fu conquistata da Carlo Magno ma la sua fortuna iniziò a declinare con il rafforzarsi della città di Milano, fino ad essere annessa nel 1360 al Ducato di Milano, all'epoca governato dalla famiglia Visconti. Di questo periodo è la fondazione dell'università, il cui primo statuto risale al 1361. Nel XVI secolo fu teatro della "Battaglia di Pavia" (1525) che vide scontrarsi i francesi e gli spagnoli per il predominio sullo stato di Milano. Dal dominio spagnolo, nel Settecento passò a quello austriaco per poi prendere parte ai moti risorgimentali fino all'annessione al Regno di Sardegna, il futuro Regno d'Italia, nel 1859.

autori-correlati-75px

Autori correlati

Cesare Angelini

Targa commemorativa sulla casa in cui è vissuto

La targa, apposta sull'edificio in cui Angelini è vissuto dal 1961 al 1970, recita: "spiritus ubi vuit spirat / Nel silenzio di questa antica dimora / ospite dal 1-XI-1961 al 10-IV-1970 / Cesare Angelini / sacerdote e scrittore pavese / rimeditando la santità di Agostino e Francesco / la poesia di Dante e Manzoni / perfezionava un sereno dialogo di fede / con gli inquieti ricercatori del vero -- Auspici collegio Borromeo e Assocazione "C.A." -- A.M. Pose 14-X-2006".
Indirizzo: via Porta 14, Pavia


Adolfo Borgognoni

Targa commemorativa sulla casa in cui visse

Una targa sull'edificio ricorda che lo scrittore Borgognoni era solito ospitare Giosuè Carducci, all'epoca professore all'Università di Pavia. La targa recita: "In questa casa / Giosuè Carducci / fu ospite di / Adolfo Borgognoni / per antica amicizia / nel culto / dell'eterna poesia -- La città nel cinquantenario della morte del poeta / il 10 febbraio 1957".
Indirizzo: angolo tra via San Ulderico e la piazza della Rosa, Pavia


Giosuè Carducci


Ugo Foscolo


Carlo Goldoni


Vincenzo Monti


Ada Negri

Targa commemorativa sulla casa in cui soggiornava

La targa ricorda quando la poetessa Ada Negri era sovente ospitata dalla famiglia Boerchio negli anni antecedenti alla Seconda Guerra Mondiale. L'iscrizione, che cita l'incipit di Casa in Pavia, recita: "Questa casa è grande, piena d'aria e di pace -- Nei lunghi soggiorni / dal 1931 al 1943 / qui ospite e amica / della famiglia Boerchio / Ada Negri / scrisse e rivelò / la nascosta poesia / della città che amava -- Comune di Pavia / Società Pavese di Storia Patria / Soroptimist Club di Pavia / nel sessantesimo della morte / 2005".
Indirizzo: Corso Garibaldi 67, Pavia

 

Ultima modifica il Domenica, 12 Febbraio 2017 15:56

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Ferrara Padova »

Twitter

TurismoLett In Versilia con "Chi manda le onde": recensione di @AleChiappori https://t.co/4NUqbzvfsf #libri @Librimondadorihttps://t.co/hR0MkNibGB
TurismoLett RT @parcocarducci: Vi aspettiamo domenica 22 ottobre a #Castagnetocarducci per la III° GIORNATA NAZIONALE DE I Parchi Letterari @parchilett

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Le statue letterarie parlanti di New York

Mentre a New York si discuteva se alcune statue controverse dovessero essere rimosse (come quella del nostro Cristoforo Colombo)...Read More

Leggere prima di partire per... la Norvegia. "Il libro del mare" di Morten A. Strøksnes

di Alessandra Chiappori Morten A. Strøksnes è un giornalista e fotografo spesso impegnato in reportage letterari e saggistica...Read More

Facebook LikeBox