c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
tl
Belfast ©turismoletterario.com

autori-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

Autori correlati

 

Joseph Campbell

Targa commemorativa

Il poeta nacque a Belfast e frequentò la scuola St Malachy's College. Divenuto insegnante di inglese, collaborò con Herbert Hughes sulla versione in lingua inglese delle canzoni tradizionali irlandesi. Nel 1916 prese parte alla Rivolta di Pasqua e nel corso della sua vita dette il suo contributo alla Ulster Literary Theatre. Trascorse gli ultimi anni della sua vita nel County Wicklow.
La targa, rotonda di colore blu, recita: "Joseph Campbell / Poet / Lived on this site".
Indirizzo: 32 Castlereagh Road, Belfast

 

Thomas Carnduff

Targa commemorativa

Lo scrittore nordirlandese (1886-1956) conosciuto con l'appellativo di "Shipyard poet" ("il poeta del cantiere navale" perché qui lavorava come manovale) svolse il ruolo di custode dal 1951 a 1954 presso la biblioteca Linen Hall Library di Belfast. Nel marzo 2014 gli è stata tributata una targa, affissa presso l'ingresso della biblioteca.

 

 

 

Thomas Stearns Eliot

Targa commemorativa al Belfast Castle

Secondo una leggenda, il Belfast Castle sarà al sicuro finché ci sarà un gatto (preferibilmente bianco) a risiedere nel castello. Da questa storia è nato il "Cat Garden", un piccolo giardino antistante l'edificio, e sono stati nascosti nove omaggi dedicati ai felini, come statue e targhe, che i visitatori possono divertirsi a cercare.
Tra questi si trova una targa che recita una citazione tratta da Old Possum's Book of Practical Cats di T.S. Eliot: Before a cat will condescend / To treat you like a trusted friend, / Some little token of esteem / Is needed, like a dish of cream. ("Prima che un gatto accondiscenda a trattarti come un amico fidato, è necessaria qualche piccola prova di stima, come una ciotola di di latte")
Il Belfast Castle fu realizzato da Charles Lanyon e costruito dal Marchese di Donegall nel 1872 sul pendio della collina Cavehill, da cui si gode un'ottima vista sulla città. La struttura fu donata alla città di Belfast dall'8° conte di Shaftesbury nel 1934.
Indirizzo: Antrim Rd, Belfast
sito Sitohttp://www.belfastcastle.co.uk/

 

 

 

 

 

Sam Hanna Bell

Targa commemorativa

Lo scrittore e presentatore radiofonico (1901-1990) nacque a Glasgow ma all'età di 9 anni si trasferì nell'Irlanda del Nord, a Raffrey (County Down). In questa casa ha vissuto un periodo della sua vita durante il quale ha scritto il romanzo December Bride (1915).
La targa, rotonda di colore blu, è stata apposta il 15 ottobre 2009 e recita: "Sam Hanna Bell / Writer and broadcaster / lived here".
Indirizzo: 2 Crescent Gardens, Belfast

 

John Hewitt

Targa commemorativa

Il poeta nacque a Belfast e studiò presso il Methodist College e la Queen's University. Scrisse il suo primo libro di poesie, No rebel word, nel 1948, mentre faceva il guardiano all'Ulster Museum.
La targa, rotonda di colore blu, recita: "John Hewitt / Poet / lived here".
Indirizzo: 18 Mount Charles, Belfast

Targa commemorativa

La targa, rotonda di colore blu, recita: "John Hewitt / Poet / lived here".
Indirizzo: 11 Stockman's Lane, Belfast

 

Clive Staples Lewis

Targa commemorativa sul luogo in cui è nato

Sull'edificio in cui precedentemente si trovava la casa natale dello scrittore (che si trovava all'indirizzo 7 Dundela Villas, Dundela, Belfast), demolita nel 1952, è stata affissa una targa commemorativa che recita: "C.S. Lewis / 1898 - 1936 - Author and Christian apologist / born on this site".
Indirizzo: 47 Dundela Avenue, Belfast

Targa commemorativa sulla casa in cui è vissuto

Little Lea è la casa dove lo scrittore ha abitato dal 1905 al 1917. Nella sua autobiografia, Surprised by Joy, descrive le stanze in cui è vissuto e che lo hanno profondamente influenzato, dove trascorreva i pomeriggi piovosi andando a spulciare i libri nella biblioteca del padre e da cui si godeva la vista del Belfast Lough e le colline della costa Antrim:
The New House is almost a major character in my story. I am the product of long corridors, empty sunlit rooms, upstair indoor silences, attics explored in solitude, distant noises of gurgling cisterns and pipes, and the noise of wind under the tiles. Also, of endless books. [...] From our front door we looked down over wide fields to Belfast Lough and across it to the long mountain line of the Antrim shore - Divis, Colin, Cavehill...
Oggi è un edificio privato e non è visitabile. Sulla facciata è stata però apposta una targa commemorativa che ricorda lo scrittore: "C. S. Lewis 1898-1963 author and critic lived here 1905-1917"
Indirizzo: 76 Circular Road, Strandtown, Belfast

Statua commemorativa

La statua in bronzo, intitolata "The Searcher", è basata sul personaggio di Digory Kirke nell'atto di entrare nell'Armadio Guardaroba ma rappresenta lo scrittore nell'aspetto che aveva intorno al 1919. È stata realizzata nel 1998 dallo scultore Ross Wilson per ricordare il centenario dalla nascita dello scrittore.
Indirizzo: Holywood Road, East Belfast, Belfast.

Saint Mark's Dundela

In questa chiesa lo scrittore fu battezzato il 29 gennaio 1899 da suo nonno, il reverendo Thomas Hamilton, primo parroco della chiesa, dal 1826 al 1905. In seguito, nel 1933, C.S. Lewis (che veniva chiamato Jack) e il fratello Warren (conosciuto come Warnie) donarono alla chiesa una vetrata realizzata dall'artista irlandese Michael Healy, la quale rappresenta tre santi: San Marco, San Giacomo e San Luca. La vetrata, dedicata alla memoria dei genitori dello scrittore, si trova sulla navata destra.
Lo scrittore frequentò questa chiesa durante tutta l'infanzia, fino all'età di 9 anni, quando morì la madre, e fu mandato a studiare in Inghilterra, alla Wynyard School di Watford (Hertfordshire). Tuttavia i ricordi di questo periodo rimasero impressi per sempre nella sua memoria: forse è da qui che trasse ispirazione per il personaggio di Aslan, il Grande Leone, visto che la chiesa, soprannominata "The Lion on the Hill", ha un forte legame con il felino (che è il simbolo di San Marco a cui essa è dedicata) tanto da essere rappresentato sulle decorazioni e sugli arredi, come la maniglia della porta del rettorato che rappresenta il muso di un leone.
Indirizzo: 2A Sydenham Avenue, Belfast

Campbell College

Lo scrittore frequentò questa scuola nel 1910 per soli due mesi: fu costretto a lasciarla e trasferirsi alla Cherbourg School di Malvern (Worcestershire, Inghilterra) perché aveva problemi respiratori e la seconda scuola era specializzata in malattie del genere. Sembra che il lampione a gas sul viale che conduce alla Campbell School (ancora esistente ma in stato di abbandono) abbia ispirato la scene del Lampione di Narnia narrate nei primi due libri della saga.
Indirizzo: Belmont Rd, Belfast

Murales dedicato allo scrittore

Belfast è una città famosa per i murales. Tra di essi ce n'è uno nella parte orientale della città dedicato allo scrittore e alla sua opera principale.
Indirizzo: Convention Court, Belfast

 

Louis Macneice

Targa commemorativa

Il poeta (1876-1957) che aveva fatto parte della generazione dei poeti degli anni Trenta del Novecento a fianco di Auden, Spender e Day Lewis, è nato in questo edificio.
La targa rotonda di colore blu recita: "Louis Macneice / Poet / was born here".
Indirizzo: 43 Cavendish Street, Belfast

 

Ralph Vaughan Williams

Targa commemorativa sulla casa natale

La targa recita: "R.V. Williams, "Richard Rowley", 1877-1947, poet, was born here".
Indirizzo: 79 Dublin Road, Belfast

 

 

 

Anthony Trollope

Targa commemorativa

Una targa rotonda di colore blu ricorda che in un ufficio di questo edificio lo scrittore Trollope aveva lavorato come ispettore delle Poste nella sezione nordirlandese.
La targa recita: "Novelist worked here as Post Office Surveyor".
Indirizzo: Custom House Square, Belfast

 

Robert McLiam Wilson

Europa Hotel

Si tratta del famoso hotel più volte menzionato nel romanzo e noto per essere stato oggetto di attacchi da parte dell'IRA durante gli anni dei Troubles tanto da aver guadagnato l'appellativo di  "the most bombed hotel in Europe".
Indirizzo: Great Victoria Street, Belfast

 

Leggere prima di partire per... Belfast

Narrativa

Robert McLiam Wilson, Eureka Street

Ultima modifica il Mercoledì, 20 Aprile 2016 23:04

Articoli correlati (da tag)

Altro in questa categoria: « Lisbona Lucca »

Twitter

TurismoLett RT @Librimmagine: ...Knut #Hamsun, invece, ha abitato al n°8 dal 1893 al 1895. Quelli sì che erano dei vicini di casa niente male. https://…

Cerca


Ultimi articoli dal blog

"El niño del balcón. La Barcellona di Manuel Vázquez Montalbán": intervista all'autore Giuliano Malatesta

 Il libro Titolo: El niño del balcón. La Barcellona di Manuel Vázquez Montalbán Autore: Giuliano Malatesta Editore:...Read More

A casa di Victor Hugo: scrittore e... interior designer

Affacciata sulla più antica piazza di Parigi, l'elegante e quieta Place des Vosges, la casa museo di Victor Hugo costituisce...Read More

Facebook LikeBox