c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
  • Pavia
    La città lombarda venne fondata dalle popolazioni liguri di epoca preromana e faceva parte della Gal...

    Read more

  • Salisburgo
     
     

    Autori correlati Georg Trakl Il poeta austriaco Georg Trakl n...

    Read more

  • Grenoble
    Grenoble è stata fondata nel I secolo a.C. dalla tribù celtica degli degli Allobrogi con il nome di ...

    Read more

  • Sydney

     

    Autori correlati Hans Christian Andersen Busto commemorativo R...

    Read more

  • Siviglia

    La città andalusa fa da sfondo alle storia di Don Juan, ovvero Don Giovanni, un personaggi...

    Read more

  • Nuoro


    Autori correlati Grazia Deledda Museo Deleddiano Il museo dedicato alla scrittric...

    Read more

  • Key West
     
    Key West, col suo clima piacevole e l'atmosfera rilassata, ha attirato numerosi arti...

    Read more

  • Torino
    Città di scrittori e editori, Torino è da sempre stata una città dal grande fervore intellettuale ed...

    Read more

  • Kyoto
    Kyōto è stata l'antica capitale imperiale del Giappone dal 794 al 1868. Quando vi viene trasferita l...

    Read more

  • Padova


    Autori correlati Angelo Beolco (Ruzante o Ruzzante) Targa commemorativa sulla casa...

    Read more

tl
Genova "boccadasse, genova" di Perrimoon, su Flickr (Licenza CC)

autori-correlati-75px

Autori correlati

 

George Byron


Giorgio Caproni

Targa commemorativa

La targa commemorativa cita i primi versi della poesia L'ascensore facendo riferimento all'impianto di risalita sito in Piazza Portello a Genova. L'iscrizione recita: "Quando mi sarò deciso / d'andarci, in paradiso / ci andrò con l'ascensore / di Castelletto - Giorgio Caproni".
Indirizzo: piazza Portello (ingresso Ascensore di Castelletto Levante), Genova


Eugenio Montale


Fernanda Pivano

Tomba nel cimitero monumentale di Staglieno


Edoardo Sanguineti

Tomba nel cimitero monumentale di Staglieno


Paul Valéry

Palazzo Montanaro

Alla fine dell'Ottocento Paul Valéry soggiornò a Palazzo Montanaro (che per questo motivo è detto anche Casa Valery), ospitato dalla zia materna, Vittoria Grassi.
La notte tra il 4 e il 5 ottobre 1892, mentre fuori imperversava un violento temporale, ebbe una crisi esistenziale che in seguito chiamò "la notte di Genova" ("nuit de Gênes"), un evento che lo portò ad allontanarsi dalla poesia per un lungo periodo. Nei Cahiers ("Quaderni") scrisse: "Temporale spaventoso questa notte. L’ho passata seduto sul mio letto. Abbagliante per ogni lampo, tutto il mio destino si giocava nella mia testa. Tra me e me ho sofferto enormemente. Ma io voglio disprezzare tutto ciò che passa dentro le tempie. Stato insopportabile. Stato critico. Stato di trasformazione. Può essere effetto di questa tensione e di questi scoppi improvvisi”.
Palazzo Montanaro sorge nel punto in cui si trovava il Convento di San Francesco e, accanto ad esso, la Chiesa di San Francesco, distrutta in epoca napoleonica.
I Montanaro erano una famiglia di commercianti nel settore dei tessuti. Alla fine dell'Ottocento avevano affittato il palazzo a Gaetano Cabella, un ambasciatore, e a sua moglie Vittoria Grassi, zia del poeta (era sorella della madre, Fanny Grassi).
Sulla facciata esterna dell'edificio si trova una targa commemorativa che recita: "In questa casa, nel corso della / tempestosa notte / del 5 ottobre 1892 / Paul Valéry / figlio di madre genovese, visse la sua più drammatica / vicenda interiore / che doveva perennemente / legarlo al nome di Genova / attraverso l'illuminante / esperienza della / "Nuit de Genes" -- "Nuit effroyable... / passèe assis sur mon lit... / et tout mon sort / se jouait dans ma tête...".
L'attuale proprietaria, Maria Enrica Crosio, organizza visite guidate al palazzo (ulteriori informazioni a questo indirizzo).
Indirizzo: Salita San Francesco 7, Genova

 

Ultima modifica il Sabato, 27 Gennaio 2018 21:58
Altro in questa categoria: « Grenoble Lisbona »

Twitter

TurismoLett Oggi è il #BurnsDay! E questo è il museo a lui dedicato nel paese natale, #Alloway, in #Scozia! #burnssupperhttps://t.co/F0eg7XTiAF
TurismoLett 📚 Conoscete Foyles, storica libreria londinese nonché una delle più grandi della città?? Fondata nel 1903, questa… https://t.co/DJ3BjRDawF

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Arquà e i Colli Euganei: sulle tracce di Francesco Petrarca

di A.M. C'è un paesino dove la vita scorre tranquilla e il tempo sembra essersi fermato. Si snoda tra vicoli ordinati e tralci...Read More

Li chiamavano "anglobeceri": inglesi e americani a Firenze tra Otto e Novecento

di A.M. Erano una comunità numerosa e parlavano un buffo toscano con accento anglosassone tanto che i fiorentini, con la loro...Read More

Facebook LikeBox