c8e8a390b130aff90998a34cea127459.jpg
ca18ec6f0a3b9426c99d8e96482c8752.jpg
  • Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
Articoli filtrati per data: Agosto 2019 - TurismoLetterario.com
Articoli filtrati per data: Agosto 2019
Venerdì, 05 Luglio 2013 16:00

Copenaghen

autori-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

Hans Christian Andersen


Søren Kierkegaard

A causa di incendi e demolizioni, alcuni luoghi della vita di Kierkegaard non esistono più. È il caso della residenza in Østerbro (all'epoca al numero 108A) e la casa dove viveva Regina Olsen, la sua fidanzata, in Slotsholmsgade.

Museo di Copenaghen

La mostra dal titolo "Søren Kierkegaard: objects of love, works of love" mette in esposizione alcuni oggetti personali appartenuti al filosofo.
Indirizzo: Vesterbrogade 59, Copenaghen
sitoSitohttp://www.copenhagen.dk
a-pagamento Ingresso a pagamento.

Parco Frederiksberg (Frederiksberg Have)

Frequentato dal filosofo, ne scrive nell'opera Postilla conclusiva non scientifica alle briciole filosofiche descrivendolo come il giardino che per i bambini era "la terra incantata dove il re viveva con la regina" e per i giovani "un piacevole svago nella felicità". Kierkegaard era solito fermarsi al caffè Josty, tuttora esistente (è un albergo).
Indirizzo: Frederiksberg, Copenaghen

Helligaandskirken

La "Chiesa dello Spirito Santo", con l'adiacente monastero, è la più antica della città, anche se in parte fu distrutta da un incendio nel 1728 e ricostruita 4 anni dopo. Qui Kierkegaard è stato battezzato ed ha continuato a frequentarla anche in seguito.
Indirizzo: Niels Hemmingsens Gade 5, Copenaghen
sito Sito: http://www.helligaandskirken.dk/

Hotel D'Angleterre

Aperto nel 1755, è uno degli alberghi più antichi e lussuosi di Copenaghen. Kierkegaard era solito venire qui per un tè e per parlare. Anche Hans Hans Christian Andersen (nel 1860) e Karen Blixen hanno soggiornato qui.
Indirizzo: Kongens Nytorv 34, Copenaghen
sitoSito: nbsp;http://www.dangleterre.dk/

Royal Library e statua di Kierkegaard

Situata nella piazza rinominata in onore di Kierkegaard, si divide in due strutture, la parte antica e l'edificio costruito nel 1999 e noto col nome "Il diamante nero" (Den Sorte Diamant). Contiene al suo interno molti documenti appartenuti al filosofo, ma sono consultabili solo con speciali permessi. È comunque possibile visitare la biblioteca grazie ai tour guidati e la statua di Kierkegaard nel giardino della biblioteca.
Indirizzo: Søren Kierkegaards Plads 1, Copenaghen
sitoSito: http://www.kb.dk/

Chiesa della Trinità (Trinitatis Kirke), dove fu cresimato

Inaugurata nel 1656 e consacrata come chiesa di professori e studenti dell'Università, fa parte di un complesso che include anche la Torre Rotonda (Rundetårn) e la biblioteca universitaria. L'interno fu danneggiato da un incendio nel 1728 ma fu ricostruito nel 1731.
Qui Kierkegaard fu cresimato nel 1829 perché la Chiesa di Nostra Signora era stata distrutta dai bombardamenti inglesi del 1807.
Indirizzo: Landemærket 12, Copenaghen

Università di Copenhagen

Fondata nel 1479, Kierkegaard vi studiò teologia e vi conseguì il dottorato nel 20 ottobre 1841 con tesi di laurea dal titolo Sul concetto dell'ironia in costante riferimento a Socrate.
Indirizzo: Frue Plads 4, Copenhagen

Statua di Kierkegaard di fronte la Frederiks Kirke

Sul lato opposto rispetto all'ingresso principale della Frederiks Kirke o Marmorkirken (chiesa di Frederiks o chiesa marmorea), si trova la statua di Kierkegaard, in mezzo ad una serie di sculture dedicate a teologi e altre figure ecclesiastiche.
Indirizzo: Frederiksgade 4, Copenaghen

Targa commemorativa sulla scuola frequentata da Kierkegaard

Dal 1821 al 1830 frequentò la scuola Borgerdydskole, al secondo piano dell'edificio dove oggi si trova l'editore Gyldendals Publishers. La targa, che si trova all'interno dell'edificio, recita: "I denne bygning har / Søren Kierkegaard / haft sin daglige gang / som elev i borgerdydskolen / 1821 - 1830" (In questo edificio Søren Kierkegaard è stato studente di Borgerdydskole 1821-30).
Indirizzo: Klareboderne 3, Copenaghen

Luogo dove nacque e visse con la famiglia (1813-1848)

In questp luogo Kierkegaard nacque e visse con la famiglia fino al 1848. L'edificio originale tuttavia è stato demolito nel 1908 ed è stato costruito quello attuale, che appartiene alla Danske Bank. Due targhe, una all'altezza della prima fila di finestre e l'altra più in basso, recitano: "I det Hus som laa her indtil 1908 boede Søren Kierkegaard fra sin Fødsel 5. Maj 1813 til 27. April 1848" ("Nella casa che si trovava qui fino al 1908 visse Søren Kierkegaard dalla nascita il 5 maggio 1813 all'aprile 1848").
Indirizzo: Nytorv 2, Copenaghen

Edificio in cui abitò (1837)

Fino al 1837 Kierkegaard aveva vissuto con la famiglia in Nytorv 2, ma nel luglio 1837 si trasferì in Løvestræde 7, dove visse solo un anno, per poi ritornare nella sua casa natale e rimanervi fino alla fine del 1839 (fino a febbraio 1840, secondo altre fonti). Dall'autobiografia di Hans Christian Andersen sappiamo che si incontrarono proprio in questa strada nel 1838, mentre Kierkegaard stava lavorando alla recensione del lavoro di Andersen Soltanto violinista (Kun en Spillemand). (Fonte: Kierkegaard and His Danish Contemporaries: Tome III, a cura di Jon Bartley Stewart, Copenaghen, Reitzel, 1840. Pag 9)
Indirizzo: Løvestræde 7, Copenaghen

Edificio in cui abitò (1839)

Kierkegaard abitò in Kultorvet 11 (all'epoca 132) dalla fine del 1839 per qualche mese, dove oggi si trova il Cafè Klæptraet.
Indirizzo: Kultorvet 11, Copenaghen

Via in cui abitò (1840-44)

Kierkegaard abitò in Nørregade al numero 38 (all'epoca 230A) dall'ottobre 1840 all'ottobre 1844, e al numero 35 (all'epoca 43) dall'aprile 1850 al 1851.
Indirizzo: Nørregade 35 e 38, Copenaghen.

Via in cui abitò (1848-1850)

Kierkegaard abitò in Rosenborggade all'attuale numero 7 (all'epoca 156A) per due anni, dall'aprile 1848 all'aprile 1850 (per poi trasferirsi in Nørregade). Il suo appartamento era la primo piano all'angolo con Tornebuskegade. Con lui vivevano (stando al censimento del 1 febbraio 1850) il falegname islandese Frederik Christian Strube, la moglie, le figlie e A.C. Westergaard (il domestico di Kierkegaard che aveva vissuto con lui anche nella casa di Nytorv). (Fonte: Søren Kierkegaard, La malattia per la morte, a cura di E.Rocca, Editore Donzelli, 2011).
Sull'edificio oggi è posta una targa che in danese indica il luogo dove furono scritte le opere La malattia mortale e Esercizio di Cristianesimo ("Fra 1848 til 1850 boede / Søren Kierkegaard / på 1. sal i dette hus. --- Her skrev han værkerne / Sygdommen til Døden og / Indøvelse i Christendom")
Indirizzo: Rosenborggade 7, Copenaghen

Edificio in cui abitò (1852-55)

Kierkegaard visse in Skindergade 38/Dyrkøb 5, in una stanza sul lato Dyrkøb con vista sulla Cattedrale di Nostra Signora (Vor Frue Domkirke), all'epoca Klareboderne 5-6, nel periodo dall'aprile 1852 all'ottobre 1855. Fu la sua ultima casa.
Indirizzo: Dyrkøb 5, Copenaghen

Targa commemorativa nel luogo dove morì

Dove oggi sorge il Museo Danese di Arte & Design, in questo edificio dal 1926, fino al 1910 si trovava il King Frederik's Hospital (Rigshospitalet) dove Kierkegaard morì l'11 novembre 1855 all'età di 42 anni. Una targa lo ricorda così: "I dette hus døde / Søren Kierkegaard / 11 november 1855" ("In questa casa morì Søren Kierkegaard").
Indirizzo: Bredgade 68, Copenaghen
sito Sitohttp://designmuseum.dk

Leggere prima di partire per... Copenaghen

Narrativa storica 

Per Olov Enquist, Il medico di corte, Milano, Iperborea, 2001

 

 

 

Venerdì, 05 Luglio 2013 12:24

Venezia

autori-correlati-75px luoghi-correlati-75px libri-correlati-75px articoli-sul-blog-75px

 

Autori correlati

Giorgio Baffo

Targa commemorativa sull'edificio in cui visse

La targa recita: "Qui visse Giorgio Baffo / 1694-1765 / «Poeta dell'amore che ha / cantato con la massima libertà / e con grandiosità di linguaggio» / Guillame Apollinaire 1910 -- Gli amici del Baffo - 1987"


Josif Aleksandrovič Brodskij

Poeta russo naturalizzato statunitense, è stato premio Nobel per la Letteratura nel 1987. È morto a New York per un attacco di cuore il 28 gennaio 1996, ma per sua volontà è stato seppellito a Venezia, da lui considerata sua città d'elezione a cui ha dedicato l'opera Fondamenta degli Incurabili.

Targa commemorativa

La targa, in russo e in italiano, recita: "Brodskij Iosif (1940-1996) / grande poeta russo / premio Nobel, amò e cantò / questo luogo. -- Иосиф Бродский, великий русский поэт, лауреат Нобелевской премии, воспел 'Набережную неисцелимых".
Indirizzo: Fondamenta Zattere allo Spirito Santo, Venezia

 

Tomba nel cimitero di San Michele


Robert Browning


Gabriele D'Annunzio


Ugo Foscolo


Carlo Goldoni


Ernest Hemingway


Henry James


Alessandro Manzoni


Marco Polo

Casa dove nacque e visse

A pochi passi dal Ponte di Rialto, si trova quella che fu la casa del celebre mercante veneziano, autore de Il Milione, Marco Polo.
Situata vicino alla chiesa di S. Giovanni Crisostomo, nella Corte del Milion, una targa commemorativa lo ricorda così: "Qui furono le case / di / Marco Polo / che viaggiò le più lontane regioni dell'Asia e le descrisse --- Per decreto del Comune / MDCCCLXXXI".
Bisogna però menzionare gli studi archeologici sotto l'adiacente Teatro Malibran a partire dal 1998, grazie ai quali sono stati ritrovati dei resti di un edificio privato del Duecento, che pare essere proprio il resto di quella che fu la casa dei Polo (distrutta da un incendio nel 1597) e che quindi ne designerebbe l'esatta posizione.
Indirizzo: Corte del Milion, Cannaregio, Venezia


Ezra Pound

Soggiorno in Rio San Trovaso

Per alcuni mesi del 1907 Ezra Pound ha vissuto in un edificio all'angolo di Rio San Trovaso. Nei Cantos ricorda quel periodo così: “Well, my window…looked out on the Squero where Ogni Santi…meets San Trovaso…things have ends and beginnings”.

Soggiorno in Calle Querini

Pound tornò a Venezia nel 1958 e visse con la compagna Olga Rudge in un edificio nei pressi di Rio della Fornace dove oggi una targa lo ricorda così: "In un mai spento amore per Venezia / Ezra Pound / titano della poesia / questa casa abitò per mezzo secolo --- Comune di Venezia".
Indirizzo: Calle Querini, Dorsoduro 252, Venezia

Soggiorno all'Hotel alla Salute

Negli anni Sessanta, per due anni, Ezra Pound ha soggiornato in questo hotel.

Indirizzo: Dorsoduro 222, Venezia

Tomba nel Cimitero di San Michele


Giustina Renier Michiel

(1755-1832) Oltre ad aver scritto l'opera Origine delle feste veneziane a partire dal 1817, è particolarmente nota per essere stata la prima traduttrice italiana delle opere di Shakespeare, probabilmente aiutata da Melchiorre Cesarotti.
Tenne anche un famoso salotto letterario in corte Contarina a San Moisè, frequentato da molti intellettuali dell'epoca tra cui Lord Byron, Ugo Foscolo, Antonio Canova, Ippolito Pindemonte, Madame de Stael, Vincenzo Monti.
Muore a Venezia nel proprio palazzo delle Procuratie Vecchie, presso le Mercerie.

Tomba nel Cimitero di San Michele


Frederick Rolfe

Più conosciuto con lo pseudonimo di Baron Corvo, datogli da una contessa italiana, visse a Venezia l'ultimo periodo della sua vita. È stato autore di romanzi come Il desiderio e la ricerca del Tutto e Cronache dei Borgia ed è citato nell'opera Favola di Venezia, una delle avventure di Corto Maltese realizzate da Hugo Pratt. Muore a Venezia il 25 ottobre 1913 e viene sepolto nel cimitero dell'Isola di San Michele, nella laguna veneta.

Tomba nel Cimitero di San Michele


John Ruskin

Ruskin visitò l'Italia per la prima volta nel 1840 seguendo il classico itinerario del Grand Tour e vi tornò più volte in seguito fino a concepire nel 1853 il famoso saggio Le pietre di Venezia (The Stones of Venice) in cui espone i principi dell'architettura ed elogia lo stile gotico perché coniuga espressione artistica e ideali religiosi.

Targa commemorativa sull'edificio in cui soggiornò

L'edificio che oggi ospita l'Hotel La Calcina è sempre stato una una locanda sin dal XVIII secolo prendendo questo nome dai magazzino dei "calcineri" (venditori di calce) che nel Seicento si trovava all'interno delle sue mura. Qui Ruskin soggiornò nel 1877 come ricorda la lapide commemorativa affissa sulla facciata: "John Ruskin / abitò questa casa (1877) -- Sacerdoto dell'arte / nelle nostre pietre nel nostro S. Marco / quasi in ogni monumento d'Itlia / cercò insieme / l'anima dell'artefice e l'anima del popolo -- Ogni marmo ogni bronzo ogni tela / ogni cosa gli gridò / che bellezza è religione / se virtù d'uomo la susciti / e riverenza di popolo l'accolga -- Il Comune di Venezia riconoscente / P. (pose) / XXVI gennaio MDCCC"

 


André Suarès

Targa commemorativa sull'edificio in cui soggiornò

La targa recita: "André Suarès / scrittore, saggista, critico / e uomo di lettere / soggiornò in questa casa / nel novembre 1902 -- Il Comune di Venezia - Aprile 2006".

 


Luoghi correlati

Cimitero di San Michele

Caffè Florian


Leggere prima di partire per... Venezia

Narrativa

Josif Brodskij, Fondamenta degli incurabili

Henry James, Il carteggio Aspern

Thomas Mann, Morte a Venezia

Letteratura di viaggio

Pasquale di Palmo, Venezia, Unicopli, 2017

 

Articoli sul blog

Nella Venezia di Henry James

Nella Venezia del Settecento con Carlo Goldoni

 

 

Sabato, 01 Gennaio 2011 01:00

Cerca uno scrittore!

elenco autori2

Pagina 28 di 28

Twitter

TurismoLett 📚 Nella #NationalPortraitGallery di #Londra c'è anche questo famoso ritratto di #HenryJames che è stato... squarcia… https://t.co/J6Cs5vKH7i
TurismoLett 📚 Alla National Portrait di #Londra c'è anche il quadro delle sorelle #Brontë: è l'unico ritratto collettivo delle… https://t.co/6e5p5do8jU

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Tra aneddoti e curiosità, i quadri letterari della National Portrait Gallery di Londra

di A.M. Se c'è un museo che a Londra mi entusiasma sempre quello è la National Portrait Gallery. Potrà sembrare una...Read More

Dino Buzzati a Villa dei Vescovi: reminiscenze letterarie nei Colli Euganei

di A.M. Siamo in provincia di Padova, dove una rete di paesi costituiscono il Parco letterario di Francesco Petrarca e dei Colli...Read More

Facebook LikeBox