Leggere prima di partire per… Gerusalemme. Le cronache di Guy Delisle.

Gerusalemme è una delle città più ricche di storia e cultura del mondo: considerata città santa per le tre grandi religioni monoteiste (Ebraismo, Cristianesimo e Islam), ha avuto una storia travagliata che ha visto il dominio di diverse popolazioni fino alla recente complessa situazione politica, che si protrae dalla formazione dello stato di Israele. Al suo interno quindi convivono varie etnie e comunità religiose, ma la prevalenza della popolazione è costituita da ebrei israliani e arabi palestinesi.

gerusalemme-delisle(1)

È in questa culla della cultura mondiale che l’autore di fumetti canadese Guy Delisle va a vivere un anno a partire dall’agosto 2008. Seguendo la moglie Nadège, impiegata amministrativa di Medici Senza Frontiere, si trasferisce con i due bambini nella parte est di Gerusalemme, nel quartiere Beit Hanina, dove si dedica all’attività di papà a tempo pieno, pur ritagliandosi il tempo di realizzare sketch e pagine a fumetti sul suo soggiorno gerosolimitano.  L’opera che ne verrà fuori, Cronache di Gerusalemme  (Chroniques de Jérusalem), sarà premiata come il miglior libro del 2011 al Festival International de la Bande Dessinée di Angoulême che, per i non esperti del settore, è uno dei premi più prestigiosi nell’ambito del fumetto.
Guy Delisle riesce a raccontare con delicatezza e senza mai sbilanciarsi in superificiali giudizi di parte, la sua esperienza a contatto con la difficile situazione israelo-palestinese. Con un tocco di ironia e (finta?) ingenuità, racconta in brevi capitoli di poche pagine una serie di aneddoti vissuti in prima persona, descrivendo anche momenti come drammatici come l’Operazione Piombo Fuso (dicembre 2008 – gennaio 2009) e i numerosi checkpoint, spesso luoghi di sparatorie e lanci di fumogeni.
gerusalemme-delisle(3)
Alternati a questi, Guy Delisle ci rende partecipe anche dei momenti di vita quotidiana, alle prese con gli impegni di un padre che lava i piatti, compra i pannolini e scorrazza in su e giù portando i figli da casa all’asilo, oltre alle interessanti visite nelle zone più turistiche della città, corredate da splendide illustrazioni.

 

gerusalemme-delisle(2)
E proprio a questo proposito è emblematico il fatto che Delisle trovi particolarmente affascinante disegnare i muri, barriere di separazione che tagliano il territorio israeliano e che rappresentano una città divisa e ferita.

mur10
mur10

Il blog di Guy Delisle relativo alla sua esperienza a Gerusalemme si trova qui.
Il libro Cronache di Gerusalemme è disponibile in due edizioni italiane, Rizzoli Lizard (2012) e la recente riedizione per la collana Graphic Journalism del Corriere della Sera (2013), sempre a cura della Rizzoli Lizard.

Commenti

commenti