Le 11 Città della Letteratura UNESCO

Edimburgo, Melbourne, Iowa, Dublino, Norwich, Cracovia, Granada, Praga, Heidelberg, Dunedin, Reykjavik: ecco le Città della letteratura secondo l’Unesco.

Sono tutte accomunate da una grande vocazione letteraria, sia per la propria storia che per la vitalità nell’organizzare eventi e iniziative legate al mondo dei libri, ma… non notate qualche grande assente?

Nessuna delle città finora designate è italiana. Una lacuna che ci auguriamo venga colmata presto.

La prima città letteraria scelta dall’Unesco è stata Edimburgo nel 2004, a seguire Melbourne e Iowa nel 2008, fino alle ultime, Praga, Granata e Heidelberg, nominate nel 2014.

Edimburgo

Edimburgo è la città di scrittori come Walter Scott, Robert Burns, Robert Louis Stevenson e Arthur Conan Doyle. Itinerari a tema, iniziative culturali, una solida e vibrante realtà letteraria ma soprattutto un approccio creativo alla valorizzazione e alla diffusione della letteratura hanno valso a Edimburgo il titolo prima di ogni altra candidata.

“View from Edinburgh Castle” di [Duncan], su Flickr

“View from Edinburgh Castle” di [Duncan], su Flickr

Melbourne

La seconda città più grande dell’Australia è legata a molti scrittori del XIX secolo come Rolf Boldrewood (Thomas Browne) e Marcus Clarke, oltre ai poeti C.J. Dennis e Dorothy Porter e il saggista Chris Wallace-Crabbe.
Qui vengono organizzati alcuni festival letterari come il Melbourne Writers’ Festival che la confermano centro culturale del paese.

Melbourne City of LiteratureIowa City

Iowa City ha guadagnato il titolo nel 2008 grazie all’acclamato programma di scrittura creativa, il primo al mondo, dell’Università di Iowa, il “Master of Fine Arts degree program in creative writing“.
In questa stessa università si sono laureati dal 1955 ben 25 premi Pulitzer e alcuni tra i più noti scrittori americani hanno vissuto qui, come Kurt Vonnegut Jr., Robert Penn Warren, Robert Lowell, Flannery O’Connor, Rita Dove, Jane Smiley, Robert Hass e John Irving.

iowa-city-of-literature

Dublino

Il 16 giugno è il giorno più letterario della città: il Bloomsday, quelle 24 ore in cui è ambientato il famoso romanzo di James Joyce, l’Ulisse.
I suoi scrittori sono numerosi e famosissimi, tra tutti Oscar Wilde, Bram Stoker e James Joyce, a cui si aggiungono i quattro Premi Nobel George Bernard Shaw, W.B. Yeats, Samuel Beckett e Seamus Heaney.
Insomma, basta questo per affermare senza dubbio che Dublino è la Città della Letteratura per eccellenza.

“dublin, trinity college old library” di luiginter, su Flickr

“dublin, trinity college old library” di luiginter, su Flickr

Reykjavik

Unica città dell’Islanda, gioca però un ruolo molto importante nella vita culturale del paese. Tra i suoi scrittori più famosi ci sono Halldór Laxness, vincitore del Premio Nobel nel 1955, Thor Vilhjálmsson, Einar Már Gudmundsson e Sjón, probabilmente non molto noti in Italia, ma vincitori del Nordic Council’s Literature Prize. In questa città si tengono anche due rinomati festival internazionali di letteratura, di cui uno dedicato alla letteratura per ragazzi.

Norwich

Norwich è la città inglese dei primati letterari: qui è stato scritto il primo libro inglese da una donna (Julian of Norwich), qui è stata scritta la prima poesia in blank verse, l’endecasillabo sciolto (ad opera di Henry Howard, 16° Conte di Surrey) e qui è stato applicato per la prima volta il Public Library Act del 1850. Infine qui è stato fondato nel 1970 il primo centro per la Scrittura creativa di tutto il Regno Unito, che tra i suoi allievi ha annoverato Kazuo Ishiguro, Ian McEwan e Anne Enright. Senza dimenticare la storica biblioteca aperta nel 1608.

Cracovia

La città polacca è ricca di storia e letteratura. Da qui proveniva Joseph Conrad. Qui sono sepolti i poeti romantici Adam Mickiewicz e Juliusz Slowacki. Tra i premi Nobel legati a questa città ci sono l’autore di Quo Vadis, Henryk Sienkiewicz, oltre a Wladyslaw Stanislaw Reymont, Czeslaw Milosz e Wislawa Szymborska. Numerose biblioteche e librerie popolano la città e dal 2011 si tiene la Notte della Poesia per celebrare la storia letteraria della capitale polacca.

krakow-city-of-literature

Dunedin

Dunedin si trova in Nuova Zelanda. Verrebbe da chiedersi: cos’ha da spartire una città così sperduta con un tale riconoscimento letterario?
La città neozelandese ha dato ospitalità a molti scrittori e poeti del XIX secolo: Thomas Bracken (autore, tra l’altro, dell’inno nazionale del paese), Charles Brasch (fondatore della rivista letteraria Landfall), i poeti Janet Frame e Hone Tuwhare. Oltre a questo, Dunedin annovera alcune case editrici innovatrici e una particolare attenzione per il teatro.

“Teenspace @ Dunedin Public Library di Dunedin Public Libraries, su Flickr”

“Teenspace @ Dunedin Public Library di Dunedin Public Libraries, su Flickr”

Heidelberg

Alla città tedesca sono connesse figure letterarie come Goethe e gli scrittori del Romanticismo Clemens Brentano, Bettina von Arnim e Friedrich Hölderlin; in tempi più recenti è diventato un centro importante per la traduzione, ha il suo proprio festival letterario dal 2004, Heidelberger Literaturtage e qui hanno sede ben 50 case editrici tedesche.

Granada

In questa città, dove la poesia è persino scolpita sulle colonne e le pareti dei palazzi dell’Alhambra, vengono organizzati numerosi eventi letterari anche per raccogliere l’eredità lasciata dal grande poeta Federico García Lorca, che qui ha scritto molte delle sue più importanti opere e che porta il nome di un prestigioso premio di poesia istituito in sua memoria.

“Islamic writing in the Alhambra, Granada, Spain di Frank Kovalchek, su Flickr”

“Islamic writing in the Alhambra, Granada, Spain di Frank Kovalchek, su Flickr”

Praga

La suggestiva capitale ceca ha sviluppato soprattutto nell’età contemporanea un fervido clima culturale che ha dato luce ad autori quali Franz Kafka, Rainer Maria Rilke, Jaroslav Hašek, Václav Havel e più recentemente Milan Kundera.
Aggiungiamo alcuni importanti festival letterari, come il Prague Microfestival dedicato alla poesia e il Komiksfest dedicato al fumetto, un’importante università storica, la Charles University fondata nel 1348, e un’invidiabile concentrazione di librerie e biblioteche (42 nella sola Praga) per capire quanto sia meritata la designazione di Città della letteratura.

Come si diventa Città della Letteratura?

L’Unesco assegna ogni anno il titolo ad alcune nuove città che corrispondono ad alcuni criteri.

Non è sufficiente una prestigiosa storia letteraria, ma assume un ruolo di rilievo la promozione di attività culturali, un vivo e stimolante clima letterario a partire dalla quantità e diversità di iniziative editoriali e case editrici, dall’organizzazione di eventi letterari, dal numero e dalla qualità di librerie, biblioteche e centri culturali pubblici e privati, un’educazione a partire dalle scuole primarie fino all’Università che valorizzi la letteratura nazionale e straniera e uno sguardo verso la multiculturalità, ovvero uno sforzo attivo del settore editoriale nella traduzione di opere letterarie provenienti da diversi paesi e culture del mondo. Un ambiente urbano, quindi, che viva di letteratura.

unesco_logo

Come chiedere l’inserimento di una nuova città?

Se credete che qualcuna delle nostre città possa competere per il titolo, non resta che chiedere a qualche ente ufficiale, in genere il Comune con il supporto delle associazioni, di inoltrare la richiesta ufficiale all’Unesco (qui tutte le informazioni). La proposta viene vagliata da una giuria che il 30 novembre di ogni anno designa una nuova Città della Letteratura.

Siti di riferimento
City of Literature – Edinburgh
City of Literature – Prague
Unesco – City of Literature

Edimburgo su Turismoletterario.com
Praga su Turismoletterario.com
Dublino su Turismoletterario.com

Leggi anche:

Le 9 nuove Città della Letteratura UNESCO

Commenti

commenti