About

Ciao!

Mi chiamo Alessandra e ho creato questo blog nel 2013 come supporto al sito turismoletterario.com, un archivio di luoghi letterari legati a scrittori e libri.

 

Se sei qui forse ti sarai chiesto: cos’è il turismo letterario?

Quando due passioni come viaggiare e leggere si incontrano, ecco che nasce il turismo letterario.
Turismo letterario significa andare alla scoperta di tutti quei luoghi legati alla vita degli scrittori o dove sono state ambientate le loro opere.
Ma non è solo questo. Significa anche viaggiare con l’immaginazione, sprofondati in poltrona leggendo un buon libro, scoprendo mondi nuovi e spesso ignoti grazie alle parole, alle storie e alle suggestioni evocate dallo scrittore.

Se anche tu sei un insaziabile viaggiatore, e magari anche un appassionato lettore, alla ricerca di nuovi itinerari lontani dai classici percorsi delle guide turistiche, questo è il sito che fa per te.

Qui troverai non soltanto luoghi letterari, ma anche consigli di lettura, itinerari ispirati a romanzi e fumetti, eventi a tema letterario… tutto ciò che possa stimolare in noi la voglia di viaggiare zaino in spalla o con l’immaginazione.

Per ulteriori informazioni, vedi anche sul sito.

[Tutti gli articoli del sito e del blog sono scritti da me, eccetto i casi in cui è diversamente specificato. Se sei interessato a pubblicare un tuo articolo, segui le istruzioni a questa pagina]

2 Responses

  1. Serena
    Serena 4 agosto 2013 at 03:49 · Reply

    ciao, come hai fatto a mettere tutte quelle foto grandi in homepage come fossero tanti showcase?

    grazie

  2. Paolo Cafiero
    Paolo Cafiero 20 ottobre 2017 at 13:47 · Reply

    Salve,
    Ho letto il vostro articolo:
    http://www.turismoletterario.com/blog/sulle-orme-del-gattopardo-in-due-tappe-prima-parte/

    Sono molto interessato in informazioni piú specifiche sul Gattopardo.
    Lavoro per un tour operator Britannico e sono alla ricerca di materiale per organizzare un piccolo tour a Palermo basato sul libro.
    Mi sapreste indirizzare ?

    Cordiali Saluti,
    Paolo

Leave a Reply