• Itinerari
  • Città
  • Autori
  • LUOGHI
Samuel Beckett, Alain Robbe-Grillet, Jérôme Lindon. 1977 Fonte: gallica.bnf.fr Samuel Beckett, Alain Robbe-Grillet, Jérôme Lindon. 1977 Fonte: gallica.bnf.fr

I luoghi di Samuel Beckett

Ireland Dublino

A Samuel Beckett è stato dedicato recentemente un ponte che attraversa il fiume Liffey.

Literary Parade, St. Patrick's Park vai-alla-pag 18x18

Dublin Writers Museum vai-alla-pag 18x18

Trinity College vai-alla-pag 18x18

 

Ireland Dun Laoghaire, County Dublin

A Dun Laoghaire, nella regione di Dublino, lungo la banchina East Pier, sul muro all'altezza della piccola stazione meteorologica che ricorda un tempio greco, c'è una targa commemorativa che cita un passo dell'opera Krapp's Last Tape che fa riferimento proprio a questo luogo: "Samuel Beckett 1906-1989, Nobel Prize winner for Literature 1969 --- "...great granite rocks / the foam flying up in the light / of the lighthouse / and the wind-gauge spinning / like a propeller, / clear to me at last..."
Indirizzo: East Pier, Dun Laoghaire, County Dublin, Irlanda

 

United Kingdom Enniskillen, Irlanda del Nord

Targa commemorativa alla Portora Royal School

Samuel Beckett ha frequentato questa scuola, già frequentata da Oscar Wilde in passato, nella contea Fermanagh dell'Irlanda del Nord dal 1920 al 1923.
La targa recita: "Samuel Beckett 1906-1989 1969 Nobel Prize for Literature at school 1920-1923".
Indirizzo: Derrygonnelly Rd, Enniskillen, Irlanda del Nord

 

Ultima modifica il Mercoledì, 13 Maggio 2015 23:13

Twitter

TurismoLett Oggi è il #BurnsDay! E questo è il museo a lui dedicato nel paese natale, #Alloway, in #Scozia! #burnssupperhttps://t.co/F0eg7XTiAF
TurismoLett 📚 Conoscete Foyles, storica libreria londinese nonché una delle più grandi della città?? Fondata nel 1903, questa… https://t.co/DJ3BjRDawF

Cerca


Ultimi articoli dal blog

Arquà e i Colli Euganei: sulle tracce di Francesco Petrarca

di A.M. C'è un paesino dove la vita scorre tranquilla e il tempo sembra essersi fermato. Si snoda tra vicoli ordinati e tralci...Read More

Li chiamavano "anglobeceri": inglesi e americani a Firenze tra Otto e Novecento

di A.M. Erano una comunità numerosa e parlavano un buffo toscano con accento anglosassone tanto che i fiorentini, con la loro...Read More

Facebook LikeBox